Presentazione del restauro Assunzione della Vergine con i Santi Benedetto, Tommaso e Giuliano della bottega di Sandro Botticelli

 Veneranda Biblioteca Ambrosiana Piazza Pio XI, 2 Milano

5 aprile 2022 – ore 11.30

Restauro Assunzione Vergine Botticelli
Prima del restauro
restauro Assunzione Vergine bottega Botticelli
Dopo il restauro

Milano, 5 aprile 2022 – La Veneranda Biblioteca Ambrosiana ha ospitato questa mattina, martedì 5 aprile, la presentazione dell’esito del restauro dell’Assunzione della Vergine con i Santi Benedetto, Tommaso e Giuliano, opera attribuita alla bottega di Sandro Botticelli e proveniente dal Complesso Monumentale della Pilotta di Parma.

L’opera è stata selezionata in occasione della 2a edizione del Bando Lucida per la conservazione e il monitoraggio nel tempo di un’opera d’arte tramite l’ausilio di tecnologie 3D, promosso da Open Care – Servizi per l’Arte e Factum Foundation con il sostegno di Euromobiliare Advisory sim.

All’incontro sono intervenuti:

Simone Verde – Direttore, Complesso Monumentale della Pilotta

Isabella Villafranca Soissons – Direttore Dipartimento Conservazione e Restauro, Open Care – Servizi per l’Arte

Marco Castaldelli – Chief of Marketing and Digital Wealth, Euromobiliare Advisory SIM

Guendalina Damone – Coordinatrice progetto, Factum Foundation

Giorgio Bonsanti – già Ordinario di Restauro alle Università di Torino e Firenze, Segretario generale dell’Accademia delle Arti del Disegno

Il restauro dell’Assunzione della Vergine

 Il Bando Lucida nasce nel 2015 su iniziativa di Open Care – Servizi per l’Arte Factum Foundation ed è rivolto a istituzioni museali pubbliche e private del nord Italia, con l’intento di offrire un progetto integrato di analisi, conservazione e restauro di un’opera di rilevante interesse storico e artistico, grazie all’utilizzo del Lucida 3D Scannerspecifico per la digitalizzazione non invasiva delle superfici materiche.

La seconda edizione del Bando è stata lanciata nel 2019 e vede il sostegno di Euromobiliare Advisory Sim. Opera vincitrice è l’Assunzione della Vergine con i Santi Benedetto, Tommaso e Giuliano, attribuita alla bottega di Sandro Botticelli, di proprietà del Complesso Monumentale della Pilotta di Parma.

La selezione dell’ente vincitore è stata effettuata da un nuovo comitato scientifico indipendente, composto da Giorgio Bonsanti – già soprintendente dell’Opificio delle Pietre Dure e Ordinario di Storia e tecnica del restauro alle Università di Torino e Firenze; Fernando Mazzocca – Professore ordinario di Museologia e critica artistica e del restauro all’Università degli Studi di Milano; Roeland Kollewijn – esperto di dipinti e disegni antichi, membro RICS – Royal Institution of Chartered Surveyors.

Il comitato scientifico presieduto da Bonsanti ha dichiarato:

Il dipinto, sicuramente eseguito dalla Bottega di Botticelli, presenta un rilevante interesse storico – artistico e necessita di un urgente intervento di restauro, sia delle parti pittoriche che del supporto ligneo. Le analisi e le ricerche sostenute dal progetto potrebbero suffragare l’ipotesi di un intervento diretto dell’artista, almeno nella parte compositiva.

restauro Assunzione Vergine bottega Botticelli
Prima del restauro: la Madonna
restauro Assunzione Vergine bottega Botticelli
Dopo il restauro: la Madonna

Dopo il trasporto dalla sede di conservazione a Parma ai laboratori di Open Care a Milano, l’opera è stata oggetto di approfondite indagini diagnostiche e di un intervento conservativo mirato.

L’opera presentava una vernice particolarmente ingiallita, e diversi e stratificati interventi di restauro che hanno interessato il supporto ligneo ma, soprattutto, in maniera eterogenea gli strati decorativi, e che dunque nascondevano lo strato pittorico originale.

Prima dell’intervento di restauro, la superficie del dipinto è stata digitalizzata in altissima risoluzione utilizzando il Lucida 3D Scanner progettato da Manuel Franquelo e Factum Arte. Questo ulteriore e prezioso livello di documentazione non invasiva del dipinto permette di considerare la superficie pittorica come un oggetto “a due dimensioni e mezzo”, dove l’intervento del restauratore si aggiunge materialmente alla mano dell’artista e a quella del tempo nella storia conservativa dell’opera. I dati digitali rimarranno inoltre proprietà dell’istituzione a cui l’opera appartiene per ogni uso futuro.

Ha spiegato Isabella Villafranca Soissons, direttore dei laboratori di restauro Open Care: «La tavola dell’Assunzione era stata totalmente ridipinta ma con tale precisione che nemmeno l’accurata campagna diagnostica cui l’avevamo sottoposta ne aveva rivelato i tre strati successivi. Dopo aver risanato e consolidato, abbiamo perciò effettuato tre livelli di pulitura della superficie pittorica, incoraggiati da Simone Verde, direttore della Pilotta, e sono emersi colori bellissimi: la veste di san Tommaso è ora di un verde squillante e quella di san Giuliano, da marroncina è diventata azzurra. L’opera è sicuramente uscita dalla bottega di Botticelli, perché le tre metodologie del disegno preparatorio (incisione; spolvero, non così frequente sulle tavole; disegno a pennello), sono perfettamente congruenti. Sull’intervento personale del maestro restano dubbi, sebbene la qualità della figura di San Giuliano sia altissima».

Prima del restauro: San Giuliano
Dopo il restauro: San Giuliano

«L’aggiudicazione della seconda edizione del Bando Lucida – ha dichiarato Simone Verde, Direttore del Complesso Monumentale della Pilotta di Parma – è, per noi, motivo di grande orgoglio. Lo straordinario intervento di restauro realizzato da Open Care e Factum Foundation, che ringrazio, ha consentito la restituzione di un’opera totalmente inedita che tornerà fruibile, in tutto il suo rinnovato splendore, fra i capolavori custoditi nell’Ala Ovest del nostro Complesso».

La scelta di ospitare la presentazione del restauro dell’Assunzione della Vergine e Santi alla Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano permette di ricomporre un tassello dell’analisi storica dell’opera, confermando l’attribuzione alla bottega del Botticelli e rendendo ipotizzabile un intervento del maestro stesso.

restauro Assunzione Vergine bottega Botticelli
Prima del restauro: San Tommaso
restauro Assunzione Vergine bottega Botticelli
Dopo il restauro: San Tommaso

Nella Veneranda Biblioteca Ambrosiana è conservato infatti il disegno San Tommaso che riceve la cintura della Vergine, probabile modello per la figura di San Tommaso nella tavola della Pilotta, raffigurato nella stessa posizione a ricevere appunto la cintura dalle mani dell’Assunta.

Il disegno è realizzato a penna, inchiostro metallico, tracce di gessetto nero, lavaggi marroni e biacca su carta bianca parzialmente sfumata di rosa e tagliata in modo irregolare. Attribuito da Sebastiano Resta a Botticelli è incollato a un foglio del codice dove Sebastiano Resta raccoglie nel 1690 i disegni dei maggiori artisti del rinascimento italiano. Resta lo attribuisce a Botticelli con la scritta: «di Sandro del Botticello pittore».

Open Care – Servizi per l’Arte è l’unica società in Italia ad offrire servizi integrati per la conservazione, gestione e valorizzazione di opere e collezioni d’arte (Art Collection Management). Dispone di caveau, spazi espositivi e laboratori per il restauro di opere di qualsiasi natura, tecnica ed epoca attrezzati con le tecnologie più innovative e di una rete di consulenti per expertise, valutazioni patrimoniali e assistenza alla compravendita. Open Care è controllata da Bastogi SpA (Gruppo Cabassi), fondata nel 1862, la più antica società italiana quotata alla Borsa Italiana ancora in attività. La sede è presso i Frigoriferi Milanesi, storico complesso ex industriale di 28.000 m2 – che comprende anche il Palazzo del Ghiaccio – interamente ristrutturato e riconvertito in una delle location più prestigiose della città.

Factum Foundation for Digital Technology in Preservation è un’organizzazione no-profit fondata da Adam Lowe nel 2009. La Fondazione collabora con la società consociata Factum Arte (nata nel 2001), un laboratorio multidisciplinare, il cui operato si fonda sulla mediazione digitale tra tecnologie e arte contemporanea e sulla produzione di facsimili. La Fondazione è stata istituita per dimostrare l’importanza di documentare, monitorare, studiare, ricreare e diffondere il patrimonio culturale mondiale attraverso il rigoroso sviluppo di tecnologie di scansione ad alta risoluzione e tecniche di rimaterializzazione. Le attività della Fondazione includono: la creazione di archivi digitali per la tutela e lo studio; l’ideazione e l’organizzazione di mostre itineranti; l’istituzione di centri di formazione per l’apprendimento delle diverse tecnologie sviluppate dalla Fondazione, per la documentazione del patrimonio culturale a livello locale; e la produzione di facsimili identici all’originale come parte di un nuovo approccio alla tutela e al restauro.

Prima del restauro: San Bernardo
Dopo il restauro: San Bernardo

Testo e foto dall’Ufficio Stampa La Pilotta – Comin & Partners sul restauro dell’Assunzione della Vergine con i Santi Benedetto, Tommaso e Giuliano della bottega di Sandro Botticelli

Dove i classici si incontrano. ClassiCult è una Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Bari numero R.G. 5753/2018 – R.S. 17. Direttore Responsabile Domenico Saracino, Vice Direttrice Alessandra Randazzo

Write A Comment

Pin It