SISMA CENTRO ITALIA, MESSO IN SICUREZZA IL GRUPPO SCULTOREO BRONZEO “DORMITIO VIRGINIS” DELLA CHIESA DI SANTA MARIA ASSUNTA NEL COMPLESSO DON MINOZZI DI AMATRICE

Il 7 aprile si è proceduto, nell’ambito degli interventi di messa in sicurezza e recupero delle opere d’arte della Chiesa di Santa Maria Assunta ad Amatrice, allo smontaggio e recupero del gruppo scultoreo in bronzo “”Dormitio Virginis” di Francesco Nagni (1940 circa).
La composizione scultorea, delle dimensioni di 4,15 x 2,20, si presenta a forma cava, con getto fusorio di spessore variabile (tra i 2 e i 4 cm circa), ed è realizzata in basso e alto rilievo con alcuni elementi compositivi aggettanti e a tutto tondo. Si tratta di una delle opere più significative dell’artista viterbese, caratterizzata da una pregevole fattura e definizione dei dettagli.
Pur non avendo subito particolari danni a seguito del terremoto, l’opera presenta uno stato di evidente degrado delle superfici, caratterizzato da notevoli depositi di guano e alterazioni di carattere corrosivo soprattutto a carico delle superfici posteriori. I notevoli dissesti statici subiti dalla chiesa non garantivano, inoltre, le necessarie condizioni di stabilità della scultura, soprattutto in caso di nuovi eventi sismici, portando alla decisione di rimuoverla.
L’intervento, che ha richiesto l’utilizzo di più mezzi e il coinvolgimento di varie professionalità, è stato coordinato dai funzionari dell’Unità di Crisi per la Regione Lazio del MiBACT.
Roma, 19 aprile 2017
Ufficio Stampa MiBACT
Come da MiBACT, Redattore Renzo De Simone