SISMA CENTRO ITALIA, RECUPERATE OPERE D’ARTE A MONTEREALE

 1479230688923_montereale_04
Effettuato nella giornata di ieri, lunedì 14 novembre, l’intervento di recupero delle opere d’arte della Chiesa di Santa Maria Assunta a Montereale e della Chiesa di Santa Lucia, nell’omonima frazione, edifici gravemente danneggiati dal sisma di agosto scorso.
Alla presenza dei Carabinieri del Nucleo Tutela del Patrimonio culturale di Ancona, un funzionario storico dell’arte e altre due unità del Segretariato Regionale dei Beni culturali, coadiuvati da una squadra dei Vigili del Fuoco e da un gruppo di volontari di Legambiente (che ha messo a disposizione i mezzi di trasporto), hanno prelevato 101 opere tra tele, sculture, arredi sacri e paramenti, trasferiti presso il deposito dell’Arcidiocesi dell’Aquila.
L’operazione si è resa necessaria anche per poter completare rapidamente l’intervento di messa in sicurezza delle due Chiese.
[slideshow_deploy id=’16137′]
L’Aquila, 15 novembre 2016
Segretariato Regionale MiBACT per l’Abruzzo
 1479230660575_montereale_03

Come da MiBACT, Redattore Renzo De Simone

1479230717089_montereale_05

————————————————————————————-

SISMA CENTRO ITALIA, RECUPERATE 132 OPERE NELLE MARCHE

Le squadre di rilevamento danni del MiBACT insieme ai vigili del fuoco e con la collaborazione del personale della Protezione Civile e dei carabinieri del Comando Tutela Patrimonio Culturale hanno recuperato nel fine settimana scorso 132 opere conservate in chiese situate nelle aree colpite dal sisma in Umbria.
Tra le 132 opere rimosse e ricoverate presso il Museo Diocesano di Camerino si segnalano: un olio su tela raffigurante il Transito di San Martino del XV sec., di Simone De Magistris, un olio su tela raffigurante la Vergine e Santi del XVI sec. di Dorante Nobile da Lucca e tre sculture in legno policrome del XV sec provenienti da Caldarola (MC); una pala d’altare raffigurante San Sebastiano e San Venanzio di Giovanni Boccati, un dipinto raffigurante il Trionfo di Maria di Marini, una statua lignea del XV sec raffigurante San Sebastiano provenienti da Catelraimondo(MC); un crocifisso, una croce d’altare e un dipinto raffigurante la madonna e Santi provenienti da Cessapalombo (MC); sette pale d’Altare di autori ignoti, due stendardi e una scultura lignea del XVIII dalla Chiesa di Santa Lucia; un dipinto olio su tavola raffigurante la Crocifissione del XV sec. attributo a Nicolò di Liberatore detto l’Alunno, 12 formelle in terracotta del XV raffiguranti alcune stazioni della via Crucis, un Crocifisso di Cartapesta del XVIII sec., e il Crocifisso ligneo del XVIII dalla Chiesa di San Michele Arcangelo di Sefro (MC).
Roma, 15 novembre 2016
Ufficio Stampa Mibact

Come da MiBACT, Redattore Renzo De Simone

————————————————————————————-

SISMA CENTRO ITALIA, RECUPERATE 86 OPERE IN UMBRIA

Le squadre di rilevamento danni del MiBACT insieme ai vigili del fuoco e con la collaborazione del personale della Protezione Civile e dei carabinieri del Comando Tutela Patrimonio Culturale hanno recuperato nel fine settimana scorso 86 opere conservate in chiese situate nelle aree colpite dal sisma in Umbria.
Tra le diverse opere rimosse e ricoverate nel deposito di Santo Chiodo a Spoleto si segnalano: un dipinto olio su tela raffigurante la Madonna con Bambino tra i Santi Carlo Borromeo e Francesco e due Sante, un dipinto olio su tela raffigurante la Pietà e Santi, un dipinto olio su tela raffigurante la Crocifissione e i Dolenti, un dipinto olio su tela raffigurante due angeli con i simboli della passione, 2 angeli lignei scolpiti e dorati, una scultura lignea dorata raffigurante l’Arcangelo Gabriele, due sculture lignee dipinte e dorate, due busti lignei raffiguranti S. Pietro e S. Paolo, un tabernacolo ligneo policromo e dorato, una scultura lignea raffigurante S. Michele Arcangelo, una scultura lignea raffigurante S. Benedetto, una scultura raffigurante S. Antonio Abate e una scultura lignea raffigurante S. Rocco dalla Chiesa di S. Michele Arcangelo a Norcia (PG) nella frazione Cortigno; un dipinto olio su tela raffigurante la Madonna con il Bambino, due Santi e S. Giuseppe e un dipinto olio su tela raffigurante la Madonna del Rosario dalla Chiesa di S. Antonio di Norcia ( PG) nella frazione di Forsino; un dipinto olio su tela raffigurante la Madonna in Gloria e dannati, un dipinto olio su tela raffigurante la Madonna del Carmelo e Santi e una scultura raffigurante S. Egidio dalla Chiesa di S. Apollinare di Norcia nella frazione di Forsino; un organo a canne del XVI sec, un dipinto olio su tela raffigurante la Madonna del Rosario con Santi Domenicani del XVII sec, un dipinto olio su tela raffigurante San Michele Arcangelo, un dipinto olio su tela raffigurante la Madonna con il bambino e santi del XVII sec., un dipinto olio su tela raffigurante San Sebastiano del XVIII sec., un dipinto olio su tela raffigurante l’ Eterno del XVII sec., e due tempere su tavola con Angeli ceroferari del XVI sec., dalla Chiesa di San Procolo di Cascia nella frazione Avendita (PG); un dipinto su tela raffigurante la Trinità, un dipinto su tela raffigurante l’Apparizione dell’Eterno e Gesù a S. Francesco, un dipinto su tela raffigurante la Madonna di Loreto, un dipinto su tela raffigurante la Madonna con il Bambino e i Santi Nicola e San Sebastiano, un dipinto raffigurante la Madonna di Loreto, un dipinto raffigurante Cristo incoronato con Globo tra i Santi Pietro e Paolo, un dipinto raffigurante la Madonna con Bambino, Angeli musicanti e i Santi Giovanni Battista e Pietro, un dipinto raffigurante la Madonna con Bambino con i Santi Giuseppe e S. Francesco da Paola, un dipinto raffigurante la Madonna di Loreto con i Santi Francesco e Caterina, sei candelieri lignei, un coronamento ligneo scolpito su i quattro lati, con angeli sugli angoli e stemma centrale dorato, una scultura lignea policroma raffigurante la Madonna con cristo morto sulle ginocchia, un armadio per archivio in legno dipinto e dorato, con scene raffiguranti la vita della Vergine, una cimasa con l’Eterno ed Angeli in legno dipinto e dorato e un reliquario a forma di Crocifisso in Argento dalla Chiesa Madonna della pietà di Preci (PG); una scultura lignea policroma raffigurante San Michele Arcangelo, una scultura lignea raffigurante San Marco Evangelista, un dipinto su tela raffigurante San Carlo Borromeo, una scultura lignea raffigurante San Matteo Evangelista, una scultura lignea policroma raffigurante Arcangelo Gabriele, una scultura lignea raffigurante San Luca Evangelista, una scultura lignea raffigurante San Giovanni Evangelista, un crocifisso ligneo e un candeliere ligneo intagliato e decorato dalla Chiesa di santa Maria della Pietà di Preci (PG); otto candelieri lignei dalla Chiesa di Sant’Antonio Abate di Norcia (PG).
Roma, 15 novembre 2016
Ufficio Stampa Mibact

Come da MiBACT, Redattore Renzo De Simone

————————————————————————————-