16 Giugno 2015
Winstrup,_Peder_(in_Pandectae,_1666)
 
Il corpo mummificato del vescovo Peder Winstrup (1605-1679), a Lund, rappresenta una capsula temporale di grande importanza, perché permetterà di ricavare informazioni circa le condizioni di vita e di salute dell’epoca.
Oltre a vestiti e piante, anche gli organi interni sono infatti tutti al loro posto, mentre la pratica dell’imbalsamazione ne vorrebbe la rimozione. Winstrup soffriva di osteoartrite, calcolosi biliare, aveva perso alcuni denti, aveva problemi ad una spalla e sembra che nell’ultimo periodo della sua vita sia rimasto confinato a letto.
A stupire gli studiosi è stato però anche il ritrovamento di un feto nella bara: potrebbe trattarsi di un parente o di qualcuno che colse l’occasione per porlo ai piedi di Winstrup. L’esame del DNA potrà gettare luce sulla vicenda.
800px-Peder_Winstrups_kista_i_Lunds_domkyrka


Link: Università di Lund; The History Blog
Peder Winstrup (1605-1679), da WikipediaPubblico Dominio, caricata da FredrikT.
La bara a Lund, da WikipediaCC BY-SA 3.0, caricata da e di Väsk.
 
 

Write A Comment

Pin It