La tomba Funabaru, tra Corea e Giappone

16 Febbraio 2016
640px-Map_of_Japan_with_highlight_on_40_Fukuoka_prefecture.svg
La tomba Funabaru, presso Koga nella prefettura giapponese di Fukuoka, ci parla di un individuo di 1.400 anni fa che aveva forti legami con la Corea (e forse di scambi tra i due paesi). Tra i reperti ritrovati spiccano le decorazioni per un cavallo, in bronzo con vetro verde incastonato.
Link: The Asahi Shimbun
La Prefettura di Fukuoka in Giappone, di Lincun国土交通省 国土数値情報(行政区域), da WikipediaCC BY-SA 3.0, caricata da TAKASUGI Shinji.


Giappone: un ponte in legno verso il tumulo Nisanzai Kofun

28 Gennaio 2016
800px-Map_of_Japan_with_highlight_on_27_Osaka_prefecture.svg
Un ponte in legno che conduceva al tumulo Nisanzai Kofun è stato scoperto nei pressi Sakai, nella Prefettura giapponese di Osaka. Il passaggio era collocato su un fossato: durante la cerimonia funebre i partecipanti si ponevano probabilmente sui due lati del ponte. Si ritiene che forse il tumulo, del Periodo Kofun (250-538 d. C.), possa essere appartenuto a un imperatore.
Link: The Asahi Shimbun; New Historian
La Prefettura di Osaka, di Lincun - 国土交通省 国土数値情報(行政区域), da WikipediaCC BY-SA 3.0.


Cambogia: ritrovamenti dall'antica capitale Longvek

12 Gennaio 2016
AMH-6146-NA_Bird's_eye_view_of_Eauweck,_Cambodia
Gli scavi presso l'antica capitale cambogiana di Longvek stanno evidenziando come essa fosse anche un centro per i commerci nella regione.
I ritrovamenti comprendono porcellane da Cina e Giappone dalle fondamenta del palazzo, rovine del muro e un laboratorio. Longvek (o Eauweck) fu capitale della Cambogia per duecento anni circa, dopo il sacco di Angkor nel 1431.
Link: Phnom Penh Post
Longvek (o Eauweck), da WikipediaPubblico Dominio (Johannes Vingboons - ATLAS OF MUTUAL HERITAGE This is an image from the Atlas of Mutual Heritage and the Nationaal Archief, the Dutch National Archives. The metadata of this file is public domain under a Creative Commons Public Domain Dedication (CC-ZERO). This permission has been archived as ticket #2014051410008887 English | Suomi | +/− Source at the Atlas of Mutual Heritage - Source at the Nationaal Archief).


Fondamenta di una enorme pagoda dal Tempio Tōdai-ji a Nara

9 Dicembre 2015
800px-Map_of_Japan_with_highlight_on_29_Nara_prefecture.svg
Scoperti i resti parziali delle fondamenta di una pagoda del tredicesimo secolo, presso il tempio Tōdai-ji, a Nara. Costruita tra gli anni cinquanta e sessanta dell'ottavo secolo d. C., la pagoda orientale Toto fu distrutta nel 1181 (periodo Heian: 794-1185), per essere poi ricostruita nel 1238 (periodo Kamakura: 1185 o 1192-1333).
La ricostruzione avvenne seguendo probabilmente lo stile della dinastia cinese Song. La pagoda orientale Toto raggiunse così i 70 o i 100 metri di altezza: non sopravvisse però agli effetti di un fulmine nel 1362.
Link: The Asahi Shimbun; The Mainichi
La Prefettura di Nara, di Lincun国土交通省 国土数値情報(行政区域), da WikipediaCC BY-SA 3.0, caricata da TAKASUGI Shinji.


Rare immagini del relitto di un PBY-5 Catalina [Gallery]

3 - 8 Dicembre 2015
PBY_Catalina_landing
Si segnalano i video e le foto relative a un PBY-5 Catalina, affondato il 7 Dicembre 1941 durante l'attacco giapponese a Pearl Harbor, e i cui resti sono presso la Baia Kāne‛ohe, nelle Hawaii.
Gli archeologi del NOAA e dell'Università delle Hawaii hanno condotto una serie di dettagliati rilevamenti.

[slideshow_deploy id='10473']

Link: NOAA 1, 2Science Daily via Newsy; Live Science; Mirror.co.uk.
Leggere di più


Giappone: casa di un dignitario dell'ottavo secolo a Nara

3 Dicembre 2015
800px-Map_of_Japan_with_highlight_on_29_Nara_prefecture.svg
La casa di un dignitario dell'ottavo secolo d. C., appartenuto a una potente famiglia aristocratica, è stata ritrovata a Nara. Durante il periodo Nara (710-784 d. C.), quest'area sarebbe stata un complesso abitato da nobili.
Link: The Asahi Shimbun
La Prefettura di Nara, di Lincun国土交通省 国土数値情報(行政区域), da WikipediaCC BY-SA 3.0, caricata da TAKASUGI Shinji.


Giappone: mattonelle del Periodo Edo dall'Isola di Hatsushima

2 Dicembre 2015
800px-Map_of_Japan_with_highlight_on_22_Shizuoka_prefecture.svg
Sono ora oggetto di studio, le mattonelle del periodo Edo (1603-1867) sul fondale presso l'Isola di Hatsushima (parte della città di Atami), nella Prefettura giapponese di Shizuoka. Si pensa possano essere il carico di un'imbarcazione affondata.
Link: The Asahi Shimbun
La Prefettura di Shizuoka, di Lincun - 国土交通省 国土数値情報(行政区域), da WikipediaCC BY-SA 3.0, caricato da TAKASUGI Shinji.
 


Giappone: santuario del Periodo Edo dal Lago Biwako

5 Novembre 2015
800px-Map_of_Japan_with_highlight_on_25_Shiga_prefecture.svg
Ritrovato un santuario del tardo Periodo Edo (o periodo Tokugawa, 1603 - 1868) sul fondo del Lago Biwako (o Biwa), nella Prefettura giapponese di Shiga. Il santuario, dai pilastri relativamente intatti, si trova sott'acqua, probabilmente a causa di un terremoto.
Link: Asahi Shimbun
La Prefettura di Shiga, di Lincun (国土交通省 国土数値情報(行政区域)), da WikipediaCC BY-SA 3.0, caricata da TAKASUGI Shinji.
 


Giappone: scale dalla Sala del Daigokuden presso Fujiwara-kyō

20 Ottobre 2015
800px-Map_of_Japan_with_highlight_on_29_Nara_prefecture.svg
Gli scavi presso le rovine di Fujiwara-kyō, capitale del Giappone dal 694 al 710 d. C., nell'attuale Prefettura di Nara, stanno rivelando i resti delle scale dell'imponente Sala del Daigokuden, parte del Complesso del Palazzo.
Link: The Asahi Shimbun
La Prefettura di Nara, di Lincun国土交通省 国土数値情報(行政区域), da WikipediaCC BY-SA 3.0, caricata da TAKASUGI Shinji.


Egitto: apertura del Museo dell'Aeroporto del Cairo, Mostra in Giappone

15 Ottobre 2015

Il Ministero delle Antichità visita il Museo dell'Aeroporto (Il Cairo)

———————————————————————————————————

12088156_431149743756842_9205492876956481622_n
Sulla strada per il Giappone, per inaugurare la mostra di antichità egizie "L'era dei costruttori delle piramidi" (NdT: "The Era of the Pyramids builders", alla quale la stampa si riferisce anche come "Golden Pharaohs and Pyramids: The Treasures from the Egyptian Museum") che avrà luogo nella capitale giapponese, Tokyo, il Ministero delle Antichità Egizie, il dott. Eldamaty ha visitato il Museo dell'Aeroporto Egiziano del Cairo, per controllare le ultime procedure di lavoro sul posto. Il nuovo museo verrà aperto alla fine di questo mese (Ottobre).
Il Museo, secondo Elham Salah (a capo del Settore Museale del Ministero delle Antichità), comprende 38 reperti archeologici scelti tra musei di arte egizia, copta e islamica. I reperti, attentamente scelti, rappresentano diverse ere della storia egiziana, cominciando con l'epoca predinastica e terminando con quella islamica.
Leggere di più