Minute decorazioni in oro di epoca Tudor dal Tamigi

24 Dicembre 2015
800px-Mary_Nevill_and_Gregory_Fiennes_Baron_Dacre_v.2
Un tesoro, costituito da minuscole decorazioni in oro, è stato ritrovato nel Tamigi. Le si suppone relative a vestiti, o più probabilmente a un cappello (per la maggiore facilità di volar via), di epoca Tudor.
Per la precisione, si tratta di dodici reperti risalenti agli inizi del sedicesimo secolo, ritrovati da otto diverse persone negli ultimissimi anni. I motivi delle decorazioni sono ad anello o a corda, e dimostrano una grande abilità nella realizzazione.
Link: The Guardian; Daily Mail; The History Blog; Lonely Planet
Mary Neville e suo figlio Gregory Fiennes (1559), dipinto di Hans Eworth (Hans Eworth (circa 1520–1574?) - Scanned from Hearn, Karen, ed. Dynasties: Painting in Tudor and Jacobean England 1530-1630. New York: Rizzoli, 1995. ISBN 0-8478-1940-X), da WikipediaPubblico Dominio, caricata da PKM.
 


Tesoro di gioielli vichinghi e monete anglosassoni da Watlington

10 Dicembre 2015

Un tesoro dell'epoca di Alfredo il Grande, composto da gioielli di epoca vichinga e monete anglosassoni, è stato ritrovato nell'Oxfordshire. Sarebbe stato seppellito negli ultimi anni settanta del nono secolo, in un'area agricola nei pressi di Watlington.
Comprenderebbe oro, oltre a lingotti d'argento e anelli in argento per il braccio. Le monete sarebbero 186, alcune frammentarie ma molte ben conservate.
800px-Oxfordshire_UK_locator_map_2010.svg
La scoperta sarebbe rilevante anche perché permetterebbe di riesaminare il complesso quadro politico dell'epoca, che poi fu modificato da Alfredo il Grande attorno agli anni novanta del nono secolo, in seguito alla conquista del regno del rivale Ceowulf II di Mercia. L'alleanza tra i due sovrani contro i Vichinghi durò infatti poco (ma è raffigurata sulle monete di Watlington), e il secondo riuscì a governare appena dall'874 all'879 d. C., ricordato nelle cronache solo brevemente.
Leggere di più


Bulgaria: un pendente da Solnitsata il più antico gioiello in oro europeo

24 Novembre 2015
1024px-Varna_Province_location_map.svg
Un pendente in oro da Solnitsata, datato a 6300 anni fa, è il più antico gioiello in oro lavorato europeo. Del peso di 2 grammi, è fatto di oro a 23-24 carati.
Solnitsata, che col suo nome fa riferimento al sale che era lì lavorato già in epoca preistorica, è ritenuto il più antico insediamento europeo. Si trova nei pressi della città di Provadia, nella provincia bulgara di Varna.
Oltre al gioiello in oro, si sono ritrovate centinaia di altri reperti. La necropoli di Solnitsata è datata al 4300 a. C., e cioè al Tardo Calcolitico, ma il prof. Vasil Nikolov ritiene che il pendente possa essere di duecento-trecento anni precedente.
Sintesi e traduzione da: Archaeology in Bulgaria
Link ulteriori: The History Blog
La provincia di Varna in Bulgaria, di NordNordWest, da WikipediaCC BY-SA 3.0, caricata da Пакко.
 


Paesi Bassi: gioielli dell'Età del Bronzo da Hoogkarspel

15 - 17 Ottobre 2015
800px-Noord-Holland_in_the_Netherlands.svg
Rari gioielli dell'Età del Bronzo sono stati dissotterrati a Hoogkarspel, nella provincia dell'Olanda Settentrionale: braccialetti, anelli, spille, datati attorno all'800 a. C.
Link: Dutch News; NRC.nl
La provincia dell'Olanda Settentrionale, da WikipediaCC BY-SA 3.0, caricata da e di TUBS (TUBS - Own work This vector graphics image was created with Adobe Illustrator. This file was uploaded with Commonist. • based on File:Netherlands location map.svg by Lencer).
 


Cipro: complesso tombale e tesori scoperti a Soli

12 Ottobre 2015
Soli_byz_mosaic
Soli (o Soloi) era un'antica città nella parte settentrionale dell'isola di Cipro, della quale ci rimangono soprattutto resti di epoca romana. Nelle vicinanze della città, presso un complesso tombale con tre camere sepolcrali (delle quali solo una saccheggiata) e databile tra il 400 e il 350 a. C., si sono ora ritrovati resti umani e splendidi manufatti.
Tra questi ultimi, gioielli (come la ghirlanda a forma d'edera, in oro), una statua di Afrodite con Eros, figurine e contenitori metallici (in bronzo, argento ed elettro per il simposio). Il complesso era probabilmente relativo a una famiglia aristocratica, i reperti mostrano l'influenza dell'Impero Persiano e della Macedonia.
Link: Live Science 1, 2.
Il mosaico della basilica a Soli (Cipro), foto da WikipediaCC BY-SA 3.0, caricata da Tomer T (The original uploader was Nevilley at English Wikipedia - Originally from en.wikipedia; description page is/was here).
 
 


Slovacchia: reperti ritrovati a Rusovce, sobborgo di Bratislava

25 Settembre 2015
Bratislavakrajloc
Ritrovati diversi oggetti preziosi, presso il sobborgo di Rusovce a Bratislava, in Slovacchia. Tra i reperti, una splendida cintura interamente in argento, datata tra il secondo e il quarto secolo, e due anelli (uno in bronzo, per una donna, l'altro per un bambino).
Link: The Slovak Spectator 1, 2
La regione di Bratislava in Slovacchia, da WikipediaCC BY-SA 3.0, caricata da Domie~commonswiki.
 


Milano, Mostre: Gioielli di gusto. Racconti fantastici tra ornamenti golosi

17 Settembre 2015

ExpoinCittà

Inaugurata a Palazzo Morando la mostra “Gioielli di gusto. Racconti fantastici tra ornamenti golosi”

Viaggio alla scoperta dei cibi che hanno ispirato le creazioni più straordinarie

gioielli_gusto_450.jpg

Milano, 17 settembre 2015 – Apre al pubblico dal 18 settembre all’8 dicembre 2015 a Palazzo Morando, nell’ambito del palinsesto di ExpoinCittà, la mostra “Gioielli di gusto. Racconti fantastici tra ornamenti golosi”, che sarà il punto di incontro fra i mondi del gioiello e del cibo. Saranno infatti esposti ben 200 affascinanti pezzi d’autore, in un fantastico mix di gioiello, bijoux e accessorio moda, per una riflessione, sia seria che surreale, sul rapporto tra cibo e ornamento.

Leggere di più


Guam: gioielli e ornamenti fino a 2500 anni fa

13 Settembre 2015
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Un antico sito che consta di oltre 400 sepolture, presso la Baia di Tumon sta offrendo agli studiosi la possibilità di approfondire le conoscenze riguardo gioielli e ornamenti utilizzati dai locali. Si tratta di migliaia di reperti, datati a partire da 2500 anni fa e per i periodi latte (950-1521 d. C.) e pre-latte (a partire dal 1500 a.C.) di Guam.
Latte è il nome dato alle pietre utilizzate come pilastro, che presentano un "cappello".
Link: Phys.org; Archaeology News Network via Associated Press
Spiaggia dalla Baia di Tumona, foto di Luke Ma, da Flickr, CC BY 2.0.
 


Polonia: archeologi nella Grotta dell'Impiccato

14 Settembre 2015

Archeologi nella Grotta dell'Impiccato

Omero di un rinoceronte lanoso. Foto di M. Rudnicki
Omero di un rinoceronte lanoso. Foto di M. Rudnicki
Sepolture con resti scheletrici e cremati dalla metà del primo millennio, e i resti di rappresentanti della megafauna che vivevano durante l'ultima Era Glaciale in quello che è l'attuale territorio polacco, sono state scoperte dagli archeologi durante lo studio della Grotta dell'Impiccato vicino Kostkowice nel massiccio di Jastrzębnik sull'altopiano di Cracovia-Częstochowa.
"I morti le cui ossa sono state trovate nella grotta provenivano probabilmente dalle coste settentrionali del Mar Nero, come evidenziato dalla caratteristica composizione dei depositi collocati in prossimità" - ha spiegato il prof. Aleksander Bursche, coordinatore del progetto NCN Maestro "Migration Period in the Oder and Vistula basin" (Periodo di migrazione nel bacino dell'Oder e della Vistula), sotto il quale gli scavi sono stati condotti. "Potevano includere i rappresentanti di tribù germaniche orientali - Goti" - ha aggiunto lo scienziato.

Pendente in ambra, pendente in oro e un solido con occhiello. Foto di M. Rudnicki
Pendente in ambra, pendente in oro e un solido con occhiello. Foto di M. Rudnicki

All'interno della grotta, gli Archeologi hanno trovato i resti di almeno sei scheletri di questo periodo. Nelle loro vicinanze hanno scoperto pendenti in argento, oro e ambra, denarii e solidi romani, fibbie marroni e in argento e grani di vetro e ambra, così come numerosi frammenti di contenitori e torniti sulla ruota.
Pendenti in argento del quarto secolo, provenienti dal Mar Nero. Foto di M. Rudnicki
Pendenti in argento del quarto secolo, provenienti dal Mar Nero. Foto di M. Rudnicki

Leggere di più


Ricomposti i frammenti del pomo di una spada e di un elmo dal tesoro dello Staffordshire

26 - 27 Maggio 2015
800px-Staffordshire_hoard_annotated
Il tesoro dello Staffordshire continua a regalare sorprese: si è ricostruito un pomo di spada dalle caratteristiche uniche, mentre centinaia di frammenti stanno rivelando un elmo di rara fattura ed evidentemente appartenuto a un personaggio di alto rango.
Il tesoro rimonta all'Inghilterra Anglosassone del settimo secolo e dall'anno della sua scoperta, il 2009, ha continuato a regalare sorprese che hanno fatto presa anche sull'immaginazione del pubblico, riportandoci a un'era di splendore guerriero.
Il pomo combina caratteristiche di stili differenti, con motivi Anglosassoni e Irlandesi, suggerendo una mescolanza di culture. Il lavoro paziente degli studiosi ha poi rimesso insieme moltissimi frammenti dell'elmo: si tratta di strisce in argento che lo decoravano e che rappresentano guerrieri e volti con barba e baffi, uccelli, animali mitici.

Leggere di più