Il solco che suona: l'acquaforte in Età Barocca. Palazzo Braschi, mercoledì 22 e 29 aprile, mercoledì 6 maggio 2015

20 Aprile 2015
IL SOLCO CHE SUONA: L’ACQUAFORTE IN ETÀ BAROCCA
LEZIONI INCONTRO AL MUSEO DI ROMA – PALAZZO BRASCHI
nell’ambito della mostra “Feste barocche ‘per inciso’. Immagini della festa a Roma nelle stampe del Seicento
mercoledì 22 e 29 aprile, mercoledì 6 maggio 2015 dalle 16:00 alle 19:00

Dominique Barrière, Addobbo in piazza Navona per la Pasqua del 1650, acquaforte, mm 376x694, Roma, Museo di Roma, inv GS 434
Dominique Barrière, Addobbo in piazza Navona per la Pasqua del 1650, acquaforte, mm 376x694,
Roma, Museo di Roma, inv GS 434

In occasione della mostra “Feste barocche ‘per inciso’. Immagini della festa a Roma nelle stampe del Seicento” - ospitata al Museo di Roma  Palazzo Braschi dal 1 aprile al 26 luglio 2015 - docenti e studenti dell’ Accademia di Belle Arti di Roma incontrano il pubblico in lezioni e laboratori dimostrativi sul tema delle tecniche incisorie, con particolare riferimento all’epoca barocca.
Un’occasione rara che, prendendo spunto dalle opere grafiche in mostra, svelerà al visitatore i segreti dell’affascinante processo della stampa d’arte, con riferimenti storici ai grandi maestri di questa tecnica, da  Rembrandt a Piranesi  e con particolare attenzione al periodo barocco, oggetto della mostra allestita a Palazzo Braschi.
Leggere di più


"Navigare il Territorio"

9 Aprile 2015

"Navigare il Territorio"

3099515d1bf86c52c4696b54f99997343225ed
Nasce "Navigare il Territorio", progetto integrato di formazione e ricerca per la valorizzazione dell'area di Fiumicino.
Questa iniziativa mira a coinvolgere la comunità locale, a partire dalla scuola, in un processo di ricostruzione dei legami proprio tra le comunità e il loro patrimonio culturale, dimostrando le potenzialità della collaborazione tra pubblico e privato, tra il mondo delle infrastrutture e quello dell’archeologia
Il programma delle diverse attività prevede laboratori, attività didattiche e animazione per i ragazzi e le loro famiglie presso il sito archeologico del Porto di Traiano nei fine settimana che vanno dal 25 aprile al 21 giugno.

Leggere di più


Museo Casal de' Pazzi: Aperto l'ottavo museo gratuito della città, in un paesaggio preistorico di vulcani ed elefanti [Gallery]

30 Marzo 2015
MUSEO CASAL DE' PAZZI: Aperto l'ottavo museo gratuito della città, in un paesaggio preistorico di vulcani ed elefanti
Aperto l’ottavo museo gratuito della città per scoprire la Roma di 200.000 anni fa immergendosi in un paesaggio preistorico fatto di vulcani, elefanti e uomini cacciatori
unnamed
La storia del Museo di Casal de’ Pazzi parte da una zanna d’elefante. Rinvenuta nel 1981 durante i lavori di urbanizzazione della zona di Rebibbia, diede il via ad un’indagine archeologica su un’area di oltre 1.200 mq che portò alla luce il tratto di un antico alveo fluviale. Nel giacimento vennero scoperti più di 2000 fossili animali, appartenenti a specie impensabili oggi nella campagna romana (l’elefante antico, l’uro, l’ippopotamo, il rinoceronte), ma anche un frammento di cranio e oltre 1.500 manufatti in selce che testimoniano la contemporanea presenza di uomini.
Il sito risale a circa 200.000 anni fa e costituisce l’ultima testimonianza di una straordinaria serie di depositi pleistoceniciche costellavano la bassa valle dell'Aniene, distrutti dall'avanzare della città.
[slideshow_deploy id='3083']Leggere di più


Feste Barocche a Palazzo Braschi - “Per inciso” Immagini della festa a Roma nelle stampe del Seicento

31 Marzo 2015
FESTE BAROCCHE A PALAZZO BRASCHI - “Per inciso” Immagini della festa a Roma nelle stampe del Seicento
1 APRILE – 26 LUGLIO 2015 - MUSEO DI ROMA PALAZZO BRASCHI

Dominique Barrière, Addobbo in piazza Navona per la Pasqua del 1650, acquaforte, mm 376x694, Roma, Museo di Roma, inv GS 434
Dominique Barrière, Addobbo in piazza Navona per la Pasqua del 1650, acquaforte, mm 376x694,
Roma, Museo di Roma, inv GS 434

Una festa può ammaliare e stupire anche se priva di colore? Sì, se parliamo di feste orchestrate da abili registi e scenografi, architetti fantasiosi e pittori, musicisti e poeti, come accadeva nel Seicento a Roma. È la festa barocca, il gran teatro delle arti e della finzione, con apparati effimeri che simulano montagne e nascondono facciate di chiese e di palazzi; cortei che si snodano nelle pieghe della città antica e raccolgono consensi e applausi a scena aperta. Con canti e litanie, maschere in carrozza e cavalli berberi lanciati all’impazzata lungo il Corso, durante il Carnevale.
Leggere di più


Fori Imperiali, da Commissione Esperti progetti innovativi per Area Archeologica

30 Dicembre 2014

FORI IMPERIALI, DA COMMISSIONE ESPERTI PROGETTI INNOVATIVI PER AREA ARCHEOLOGICA, OK A RIPRISTINO ARENA COLOSSEO E FORO ROMANO DI NUOVO GRATIS PER TUTTI

Franceschini: grande passo avanti per area archeologica urbana più grande del mondo
Marino: proposte che puntano a valorizzare patrimonio storico artistico di Roma
1409056906990_COLOSSEO
Colosseo
La commissione paritetica MiBACT-Roma Capitale sull’area archeologica centrale, presieduta da Giuliano Volpe e composta da Michel Gras, Tiziana Ferrante, Adriano La Regina, Eugenio La Rocca, Laura Ricci, Claudio Strinati e Jane Thompson, ha inviato oggi, nel rispetto dei tempi, al Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, e al Sindaco di Roma Capitale, Ignazio Marino, la relazione finale riguardo il lavoro svolto nel corso del proprio mandato. La relazione contiene le proposte tecnico-scientifiche su cui il Mibact e Roma Capitale definiranno le proprie soluzioni.
Nella relazione, la commissione - che propone di attribuire la denominazione di area archeologica centrale di Roma al quadrilatero costituito da Piazza Venezia, Fori Imperiali, Colosseo, Colle Oppio, Campidoglio-Teatro di Marcello, Foro Romano, Palatino e Circo Massimo - suggerisce diverse soluzioni per un migliore sistema degli accessi e dei percorsi e per regolare e migliorare i servizi turistici di quella che diventerà la più grande area archeologica urbana del mondo.

Con "Art-Bonus" nascerà il Museo archeologico di Fiumicino

30 Dicembre 2014

Con "Art-Bonus" nascerà il Museo archeologico di Fiumicino

La settecentesca Villa Guglielmi ospiterà il Museo Civico Archeologico di Fiumicino. Lo annuncia il sindaco Esteerino Montino. E attraverso un "Art-bonus" chiunque vorrà, potrà contribuire, attraverso un'erogazione economica, all'allestimento del Museo.

Leggere di più


I Capolavori di Eufronio: il famoso Cratere torna a Cerveteri

18 Dicembre 2014
11626b131995c58e40ac83c765f9df27b020aaba

I Capolavori di Eufronio: il famoso Cratere torna a Cerveteri

Il Cratere di Eufronio torna a Cerveteri, sua casa naturale. È un evento che tutta la città attendeva da tempo. Ed è anche il coronamento di un anno di grandi successi nel settore del turismo. Grazie agli importanti investimenti fatti dal Comune di Cerveteri insieme alla Regione Lazio e alla Soprintendenza per l'Etruria Meridionale, i nostri siti sono tornati a risplendere aumentando sensibilmente le presenze nella nostra città. Leggere di più


Scoperte a Roma e Tivoli: il grande bacino idrico e una statua di Horus da Villa Adriana

3-5 Dicembre 2014
Due grandi scoperte dal Lazio negli ultimi giorni: quello che pare essere il più grande bacino idrico di Roma Imperiale, e una statua di Horus da Villa Adriana a Tivoli.Leggere di più


ForumApp, orientarsi nell'"Antica Roma" con un click

1 Ottobre 2014
ForumApp, orientarsi nell' "Antica Roma" con un click
Ripercorrere i luoghi archeologici che hanno visto la grandezza di Roma nei secoli, da oggi è più facile di sempre. In occasione del Bimillenario Augusteo (14 d.C. - 2014), la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma, in collaborazione con Electa, presenta ForumApp, la mappa interattiva ufficiale per visitare il Foro Romano e il colle Palatino: il cuore e le radici di un impero che per secoli ha dominato il mondo e ne ha plasmato la storia.
ForumApp, disponibile gratuitamente e in versione bilingue, con una grafica elegante e intuitiva raccoglie tutti gli strumenti indispensabili per orientarsi all’interno delle due aree dell’importante sito archeologico.
L’applicazione è:
- un’indispensabile mappa, sempre aggiornata, dei servizi e delle funzionalità
utili per muoversi liberamente nell’area archeologica,
- un contenitore di suggestioni visive e curiosità capaci di ricondurti nel fascino dei
luoghi dell’antichità.
L’applicazione è stata progettata in funzione della semplicità d’uso: l’immediatezza dei contenuti suggeriti permette di utilizzare ForumApp in movimento, direttamente dal tuo smartphone, e di raggiungere tutte le informazioni utili con un click, supportandoti con la visualizzazione e la localizzazione sulla mappa dei servizi disponibili.
Scegli tu come muoverti.
Puoi scegliere la tua modalità esplorativa all’interno del sito archeologico.
ForumApp propone due itinerari guidati di circa 90 minuti ciascuno, interamente
visualizzabili sulla mappa con le indicazioni di tempi e distanze di percorrenza, caratterizzati da una funzione speciale che identifica i Punti di Interesse al tuo passaggio.
La sezione “Itinerari” consiglia 17 Punti di Interesse per il Percorso Foro Romano e 18 Punti di Interesse per il Percorso Palatino:
per ciascuno dei luoghi segnalati sono disponibili un breve contenuto audio, immagini e il focus su un dettaglio dell’area che stai visitando.
Non solo.
Una funzione di localizzazione automatica, capace di attivarsi in autonomia nelle
vicinanze dei monumenti, ti avviserà dell’arrivo nel Punto di Interesse con un
segnale sonoro e ti fornirà tutte le informazioni essenziali con un compendio di
immagini e testi che potrai leggere o ascoltare cliccando sull'apposito tasto.
Potrai camminare nei luoghi della storia in esplorazione libera, con curiosità e senza
perdere nemmeno un dettaglio.
Sai sempre dove sei.
La tua posizione verrà sempre segnalata sulla mappa da un piccolo punto luminoso
che si muoverà insieme a te, aggiornandoti vocalmente sui Punti di Interesse e
segnalandoti la localizzazione di tutte le strutture di supporto che renderanno più
agevole la permanenza all’interno del sito archeologico: fontanelle d’acqua, punti di raccolta, percorsi accessibili, toilette e uscite/entrate.

Tutto a portata di icona.

I percorsi sono costellati da una serie di icone tematiche, attivabili o disattivabili a seconda delle esigenze dell’utente e delle necessità di visualizzazione.
Oltre alla localizzazione dei Punti di Interesse, le icone “Utility” segnalano tutte le
indicazioni per i servizi di supporto, le icone “Punti di raccolta” e “SOS” garantiscono sicurezza in situazioni di emergenza e le icone “Panorama” permettono una visione d’insieme dell’area in cui ti trovi: un piccolo
Belvedere della città con l’individuazione dei principali monumenti.
Il Foro accessibile e sicuro per tutti.
ForumApp si occupa anche dell’accessibilità dei luoghi interni al sito archeologico. Per rendere l’esplorazione accessibile a chiunque, una sezione è interamente
dedicata ai percorsi consigliati ai visitatori con difficoltà motoria: uno strumento che rende l’esplorazione praticabile a chiunque e in piena sicurezza.
Per dirla con qualche numero, ForumApp contiene:
- oltre 50 suggestive immagini dei monumenti
visibili all’interno del sito
- 2 percorsi con 35 Punti di Interesse
supportati da informazioni, immagini storiche
e curiosità
- 6 Punti belvedere con localizzazione
panoramica
- più di 3 km di percorsi che ti guideranno per
3 ore di visita
Utile sia a chi si muove direttamente all’interno del sito archeologico sia a chi sta
programmando un personale “viaggio nell’antichità”, l’applicazione è disponibile
gratuitamente su AppStore e Google Play.
Tornare indietro nel tempo e rivivere i grandi luoghi della storia non è mai stato così facile!
Ufficio stampa Electa
per la Soprintendenza Speciale
per i Beni Archeologici di Roma
Gabriella Gatto
tel. +39 06 47 497 462
[email protected]
Comunicazione web
Marta Santomauro
tel. +39 02 71046 433
[email protected]
Come da Comunicato Stampa MIBACT, Redattrice Sandra Terranova.


Bimillenario augusteo: nuovo percorso della basilica Iulia e del Vicus Iugarius

30 Settembre 2014
Bimillenario augusteo. Nuovo percorso della basilica Iulia e del Vicus Iugarius
1412072341839_11

La Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma riapre alla fruizione del pubblico, nel Foro romano, l’antico percorso del Vico Iugario attraverso la Basilica Iulia, altro importante monumento augusteo nell’area archeologica centrale.
6938d74b8c75173a59a57783f99cd0e7aff23c5
L’area che si riapre al pubblico era stata chiusa negli anni ottanta del secolo scorso in occasione degli scavi archeologici della Soprintendenza, finalizzati a ricostituire l’originaria unità topografica tra la piazza del Foro e le pendici del Campidoglio, attraverso lo smantellamento di una strada ottocentesca poi allargata e ribassata nel 1942, la via della Consolazione, che aveva creato una cesura artificiale nel complesso archeologico. Fino all’anno 2000 una serie di campagne di scavo hanno evidenziato un bacino stratigrafico della potenza di 9 metri, cresciuto in un amplissimo arco di tempo compreso tra l’età arcaica e le fasi di urbanizzazione medievale e rinascimentale, fino all’età moderna. L’indagine archeologica ripresa negli ultimi quattro anni, dopo un lungo lasso di tempo, ha permesso di chiarire notevoli aspetti dell’evolversi del sito in epoca romana. Ora, terminati tutti gli interventi di scavo, di consolidamento e di restauro delle strutture, si può offrire la piena fruibilità dell’intera area e dell’antica viabilità del Foro Romano rappresentata principalmente dalla via Sacra, asse tra la valle del Colosseo e le pendici del Campidoglio, che proprio in prossimità del Tempio di Saturno incrocia altre due arterie non meno importanti: il Clivo Capitolino infatti permetteva di raggiungere la sommità del colle occupata dal Tempio di Giove, Giunone e Minerva, mentre il Vico Iugario collegava direttamente il centro della città al Tevere, nel punto di miglior approdo, in corrispondenza dell’isola Tiberina. Le ultime scoperte hanno ribadito i legami topografici tra gli assi viari, il Tempio di Saturno e la Basilica Giulia, mentre i nuovi resti monumentali rimessi in luce hanno evidenziato come in ciascun edificio sia possibile leggere omogenee e coeve fasi di costruzione.
Programma completo delle aperture, degli eventi e dei luoghi augustei per il Bimillenario augusteo nella cartella stampa allegata.
Ufficio stampa Electa
per la Soprintendenza speciale
per i beni archeologici di Roma
Gabriella Gatto
tel. +39 06 47 497 462

Come da Comunicato Stampa MIBACT, Redattore Renzo De Simone.