Inghilterra: sviluppi sulle due sepolture a Nether Heyford

Settembre 2015
800px-Northamptonshire_UK_locator_map_2010.svg
Le due tombe del quinto e sesto secolo, scoperte presso Whitehall Farm, a Nether Heyford nel Northamptonshire, potrebbero gettare luce sul periodo.
La tomba dell'adolescente data infatti al 480 d. C. circa, 50 anni dopo che l'esercito Romano aveva lasciato quelle terre. Contiene grani di collana ed è rivolta sull'asse est-ovest, come da tradizione cristiana.
L'uomo, sepolto al più tardi al 570 d. C., era invece un soldato invasore, del quale si è ritrovato l'umbone dello scudo e resti di una cintura.
Link: BBC News
Il Northamptonshire, da WikipediaCC BY-SA 3.0, caricata da e di Nilfanion (NilfanionOrdnance Survey OpenData: County boundaries and GB coastline National Geospatial-Intelligence Agency Irish, French and Isle of Man coastlines, Lough Neagh and Irish border).


50esimo Congresso Internazionale dei Medievalisti

14 - 17 Maggio 2015
Il Cinquantesimo Congresso Internazionale dei Medievalisti ha avuto luogo dal 14 al 17 Maggio. Medievalists propone una lunga carrellata di tweet sull'hashtag #Kzoo2015. Ne proponiamo una selezione qui, molti di più sul loro sito ai link indicati.
Leggere di più


Cucire come segno di autorità nel Medio Evo

19 Aprile 2015
[Dall'Abstract: ]Dall'analisi di manoscritti, reliquie, indulgenze, e persino una mitra di un vescovo, uno studio di Kathryn M. Rudy mette in evidenza come il cucire fosse un modo di permettere o intensificare lo scopo rituale degli oggetti, che si tratti di scopo cerimoniale, devozionale o di autorità. Mentre un discorso opera con l'espressione, le cuciture formano aggiunte visibili e spesso cerimoniose tra materiali, allo scopo di esaltare, abbellire, asserire e stratificare l'autorità, o avvolgere un oggetto nei tessuti come se si trattasse di una reliquia.
Lo studio "Sewing as Authority in the Middle Ages", di Kathryn M. Rudy, è stato pubblicato sullo Zeitschrift für Medien-und Kulturforschung, Vol.6:1 (2015).
Link: Medievalists 1, 2; Academia.edu


Dodici scheletri in una sepoltura a York: si tratta di un'esecuzione?

27 Febbraio 2015
Ritrovati a York dodici scheletri, datati all'epoca della Guerra delle due rose. Potrebbe trattarsi di un'esecuzione di criminali o appartenenti alla fazione avversa, visto che i resti appartengono a maschi tra i 25 e i 40 anni, e alcuni riportavano fratture. Al contrario dell'usuale pratica cristiana, gli scheletri erano collocati insieme e non rivolti sull'asse Est - Ovest.
Link: BBC News; Culture24


"Manda altri calzini": conservazione e contesto delle lettere medievali

18 Ottobre 2014
640px-Codex_Manesse_Johannes_Hadlaub
Medievalists propone uno studio di una quindicina di anni fa, di Mary Garrison, che offre uno spaccato sulla vita nel Medio Evo. Vista la mancata conservazione di lettere informali, d'affari o d'amore, si riteneva infatti che determinati aspetti della comunicazione fossero lasciati all'oralità.
In realtà, il ritrovamento di questo genere di testi tra rifiuti o altro materiale di scarto permette di meglio comprendere la mentalità che influiva sulla scelta circa i testi meritevoli di essere conservati nell'Alto Medio Evo.Leggere di più


Antiche rappresentazioni su manoscritto di Stonehenge

16 Settembre 2014
Nei giorni scorsi si è molto parlato di Stonehenge, e delle nuove scoperte relative al sito.
British Library coglie l'occasione per proporre una selezione di immagini medievali che ritraggono il monumento: tra queste la più antica in assoluto, proveniente dal Roman de Brut di Wace, del secondo quarto del quattordicesimo secolo.
Si segnala anche la rappresentazione sul testo di Lucas de Heere, "Corte Beschryvinghe van England, Scotland, ende Irland, England (London)".
Link: British Library


Concetti medievali e moderni di razza ed etnicità

13 Settembre 2014
Oggi Medievalists segnala uno studio di Robert Bartlett del 2001, “Medieval and Modern Concepts of Race and Ethnicity“, pubblicato precedentemente col Journal of Medieval and Early Modern Studies, Vol. 31:1 (2001).
Lo studio tocca alcuni problemi molto delicati. [Adattamento dall'abstract:] Gli storici moderni, così come quelli medievali e della prima modernità, si confrontavano con alcuni problemi nel riferirsi alle popolazioni umane. Innanzitutto, quando era ragionevole utilizzare i termini "razza", "nazione", "tribù"? Che significato ha il concetto di "identità etnica"? Al di là delle complicazioni dovute anche agli avvenimenti storici, mentre "razza" evocherebbe caratteristiche biologiche, "etnicità" suggerirebbe differenze culturali.
Tra gli studiosi delle scienze sociali nelle nuove generazioni, "etnicità" ha connotazioni diverse, e sostituisce "razza", un termine che è ormai per molti inutilizzabile per le associazioni col razzismo.
Link: University of St. Andrews; Medievalists


Eterosessualità nell'Occidente dell'Europa Medievale

13 Settembre 2014
Oggi Medievalists segnala uno studio di Jimmy Boulton del 2011, "The Lewd, the Crude and the Downright Rude: Heterosexual Sex in Medieval Western Europe", pubblicato precedentemente col Journal of the University of St Andrews History Society, Vol.1:1. 
[Adattamento dall'abstract:] Lo studio delle pratiche sessuali nel Medio Evo è per molti aspetti multidisciplinare e permette di comprendere meglio la mentalità dell'epoca.
Le immagini che vengono subito in mente (seguendo Ruth Mazo Karras) ripropongono due visioni ricollegabili all'epoca. La prima di bisogni repressi, e di una stretta aderenza ai dettami cristiani. La seconda ci propone invece storie di cavalieri che dormono con le donne di corte, lontano dagli sguardi delle famiglie; di monaci e suore che copulano nei passaggi più oscuri; di re e nobili che avevano molteplici amanti; di contadini che si accoppiano nascondendosi dietro gli arbusti.
Anche i racconti di Geoffrey Chaucer e Giovanni Boccaccio parlano di un mondo né ignorante né reticente sull'argomento, ma che al contrario si interessava alle storie più bollenti. Per quanto riguarda le fonti, vi sono problemi dovuti al fatto che la maggior parte sono relative a celibi dell'ambiente clericale, mentre la letteratura, che aveva il fine dell'intrattenimento, pone problemi differenti.
Link: Journal of the University of St Andrews History Society; Medievalists