Danimarca: tesoro in argento di età vichinga da Omø

28 Ottobre 2015
800px-Sjælland_in_Denmark.svg
Un tesoro in argento di età vichinga è stato scoperto accidentalmente nell'isola di Omø, al largo della parte meridionale dell'isola danese di Zelanda.
Link: Copenhagen Post; The History Blog.
L’isola danese di Selandia, da WikipediaCC BY-SA 3.0, caricata da e di TUBS (TUBS Opera propria Questo file grafico vettoriale è stato creato con Adobe Illustrator.. This file was uploaded with Commonist. • based on File:Denmark location map.svg by NordNordWest).


Toscana: Cosa e il tesoretto di Quinto Fulvio

20 Settembre - 7 Ottobre 2015
800px-Cosa10
Cosa era un'antica colonia fondata dai Romani in Toscana, nel 273 a. C., sul promontorio di Ansedonia: chiara la posizione strategica sul Mar Tirreno.
Saccheggiata nel 70 a. C., fu poi ricostruita da Augusto, ma agli inizi del quinto secolo d. C. era in rovine, descritte nel poema De Reditu Suo (Latino o Inglese) di Claudio Rutilio Namaziano (che parla del suo ritorno a casa dalla Gallia). Ci sarebbero però prove dell'occupazione di Cosa in seguito, ma terminerebbero al più al settimo secolo.
Negli anni sessanta si ritrovò lì anche un tesoretto di 2004 denari in argento, databili al primo trentennio del primo secolo a. C. e presumibilmente appartenenti a Quinto Fulvio, nella cui casa erano.

OGGI A COSA IL TESORETTO DI QUINTO FULVIO
Posted by Museo Archeologico Nazionale e Antica Città di Cosa on Domenica 20 settembre 2015

Gli scavi sono ripresi nel 2013, con un team internazionale che sta documentando e creando modelli 3D dei manufatti presso il Museo (qui il tour virtuale).
Link: ArcheoToscana; Cosa Excavations 1, 2Museo Archeologico Nazionale e Antica Città di CosaThe History Blog.
Panorama della Costa di Vulci, vista da Cosa, foto da WikipediaCC BY-SA 2.5, caricata da e di Mac9.
 


Turchia: conclusi per quest'anno gli scavi a Soli/Pompeiopoli

2 Ottobre 2015
1280px-Mersin_in_Turkey.svg
Conclusa la stagione di scavi per quest'anno presso l’antica città di Soli/Pompeiopoli, ad appena 11 km dalla moderna Mersin, nella provincia turca omonima.
Gli scavi si sono concentrati presso una villa tarda epoca romana e la strada colonnata. Ritrovati molti manufatti presso la villa, oltre a sesterzi del terzo secolo d. C. Scoperto anche un tempio del quinto-sesto secolo a. C. e reperti di tremila anni fa di epoca cilicia. Scoperto infine un sistema di canali risalente almeno ai Bizantini.
La città della Cilicia, un porto molto attivo tra il primo secolo a. C. e il primo secolo d. C., fu ricostruita da Gneo Pompeo Magno.
Link: Hurriyet Daily News via Doğan News Agency
La provincia di Mersin, da WikipediaCC BY-SA 3.0, caricata da e di TUBS (TUBS Own work This vector graphics image was created with Adobe Illustrator. This file was uploaded with Commonist. This vector image includes elements that have been taken or adapted from this:  Turkey location map.svg (by NordNordWest).)


Monete e vie commerciali tra Tessalonica e la Propontide

18 Settembre 2015
800px-Thessaloniki_odeion_August_2_2006
Le 57 monete provenienti dalla Propontide, su un totale di 672 dissotterrate nella città greca di Salonicco, dimostrano l'esistenza in epoca romana di vie commerciali tra l'antica città di Tessalonica in Macedonia e il Mar Nero.
Link: Greek Reporter via ANA MPA
Odéon a Tessalonica, foto di Ian Kehoe (Uploaded to en as en:Image:Thess8aug 002.jpg on August 8 2006), da WikipediaPubblico dominio, caricata da Jastrow
 


Polonia: archeologi nella Grotta dell'Impiccato

14 Settembre 2015

Archeologi nella Grotta dell'Impiccato

Omero di un rinoceronte lanoso. Foto di M. Rudnicki
Omero di un rinoceronte lanoso. Foto di M. Rudnicki
Sepolture con resti scheletrici e cremati dalla metà del primo millennio, e i resti di rappresentanti della megafauna che vivevano durante l'ultima Era Glaciale in quello che è l'attuale territorio polacco, sono state scoperte dagli archeologi durante lo studio della Grotta dell'Impiccato vicino Kostkowice nel massiccio di Jastrzębnik sull'altopiano di Cracovia-Częstochowa.
"I morti le cui ossa sono state trovate nella grotta provenivano probabilmente dalle coste settentrionali del Mar Nero, come evidenziato dalla caratteristica composizione dei depositi collocati in prossimità" - ha spiegato il prof. Aleksander Bursche, coordinatore del progetto NCN Maestro "Migration Period in the Oder and Vistula basin" (Periodo di migrazione nel bacino dell'Oder e della Vistula), sotto il quale gli scavi sono stati condotti. "Potevano includere i rappresentanti di tribù germaniche orientali - Goti" - ha aggiunto lo scienziato.

Pendente in ambra, pendente in oro e un solido con occhiello. Foto di M. Rudnicki
Pendente in ambra, pendente in oro e un solido con occhiello. Foto di M. Rudnicki

All'interno della grotta, gli Archeologi hanno trovato i resti di almeno sei scheletri di questo periodo. Nelle loro vicinanze hanno scoperto pendenti in argento, oro e ambra, denarii e solidi romani, fibbie marroni e in argento e grani di vetro e ambra, così come numerosi frammenti di contenitori e torniti sulla ruota.
Pendenti in argento del quarto secolo, provenienti dal Mar Nero. Foto di M. Rudnicki
Pendenti in argento del quarto secolo, provenienti dal Mar Nero. Foto di M. Rudnicki

Leggere di più


Bulgaria: un tesoro di monete romane in argento da Serdica

4 - 5 Settembre 2015
1024px-Sofia_City_Province_location_map.svg
Un tesoro di 2976 monete romane in argento, datate tra il primo e il secondo secolo d. C., è stata scoperto dagli archeologi durante gli scavi delle rovine dell'antica città trace e romana di Serdica, presso la capitale Sofia.
Le monete sono state ritrovate all'interno di un contenitore ceramico, vicino la Cattedrale di Santa Domenica.

Traduzione e sintesi da Archaeology in Bulgaria. Link: Fanpage Fb del Sindaco di Sofia, Yordanka Fandakova; The History BlogNovinite.
La provincia della città di Sofia in Bulgaria, di NordNordWest, da WikipediaCC BY-SA 3.0, caricata da Пакко.


Galles: tesoro dell'età vichinga da Caernarfon

26 - 28 Agosto 2015
800px-Gwynedd_UK_location_map.svg
Un tesoro di monete e lingotti dell'età vichinga è stato dissotterrato a Caernarfon, in Galles. Le monete, quattordici penny in argento del regno di Sihtric Anlafsson (989-1036), sarebbero state interrate tra il 1020 e il 1030. Coniate a Dublino, otto datano al 995 circa, sei al 1018 d. C.
Link: Wales OnlineThe Daily PostThe History Blog; The Mirror.
Il Gwynedd in Galles, da WikipediaCC BY-SA 3.0, caricata da e di Nilfanion (Contains Ordnance Survey data © Crown copyright and database right).
 


Tesoro di monete medievali da Errested, nella Danimarca Meridionale

24 Agosto 2015
800px-Syddanmark_in_Denmark.svg
165 monete dell'undicesimo secolo sono state ritrovate presso Errested, vicino Haderslev, nella Danimarca Meridionale.
Link: Copenhagen Post
La Danimarca meridionale, da WikipediaCC BY-SA 3.0, caricata da e di TUBS (TUBS - Own work This vector graphics image was created with Adobe Illustrator. This file was uploaded with Commonist. • based on File:Denmark location map.svg by NordNordWest).
 


Pietre oracolari e bellezze mai viste: meraviglie di una collezione cinese inestimabile ora online

22 Luglio 2015

Pietre oracolari e bellezze mai viste: meraviglie di una collezione cinese inestimabile ora online

Una banconota del 1380 con minaccia di decapitazione, una serie di stampe del diciassettesimo secolo, così delicate che non sono mai state aperte, e ‘ossa oracolari’ di tremila anni fa sono ora gratuitamente disponibili perché il mondo possa guardarle nella Cambridge Digital Library.

Pagina dal Manuale di Calligrafia e Pittura
Pagina dal Manuale di Calligrafia e Pittura
I tesori delle collezioni cinesi della Biblioteca dell'Università di Cambridge sono l'ultima aggiunta al sito della Biblioteca Digitale (http://cudl.lib.cam.ac.uk/collections/chinese) che già ospita i lavori di Charles Darwin, Isaac Newton e Siegfried Sassoon, così come collezioni uniche della Board of Longitude e della Royal Commonwealth Society.

Leggere di più


Tesoro di monete al largo della Florida

28 Luglio 2015
800px-Felipe_V_de_España,_Rey_de
Un tesoro di monete, per un valore complessivo di un milione di dollari circa, è stato scoperto presso il sito al largo della Florida, dove si trovano gli 11 relitti della flotta affondata il 31 Luglio 2015. Trecento anni fa, dunque.
Il pezzo pregiato del tesoro è il rarissimo Reale del Trecentenario (Tricentennial Royal), destinato a Filippo V di Spagna, e che da solo varrebbe la metà dell'intero ritrovamento.

Leggere di più