Vasa vasa

Vasa Vasa

Vasa Vasa: il documentario mostra come a Modica, in Sicilia, la Pasqua venga celebrata sotto il segno della Madonna, che ha vissuto inerme la Passione del Figlio.

Il film Vasa Vasa sarà proiettato (fuori concorso) durante la X edizione della Rassegna del Documentario e della Comunicazione Archeologica di Licodia Eubea, durante la serata finale di domenica 18 Ottobre, a partire dalle ore 19:30, nell'ambito di una Finestra sul documentario siciliano.

Vasa Vasa

Nazione: Italia

Regia: Alessia Scarso

Durata: 12’

Anno: 2017

Produzione: Arà

Sinossi:

A Modica, in Sicilia, la Pasqua viene celebrata sotto il segno della Madonna, che ha vissuto inerme la Passione del Figlio. Un rosario di sguardi, lacrime, preghiere. Il buio di una chiesa, dove il rito, inaccessibile, della vestizione della Madonna ha il senso definitivo del lutto. Un mantello nero, aprendosi, racconta l’emozione della vita, che dalla morte rinasce nel bacio di Maria al Figlio Risorto. Dodici, intensi, minuti di dolore, canto, devozione. Dodici, come l’ora dodicesima, quella in cui la Madonna vede Gesù trionfare sulle tenebre. E allora sveste il manto del lutto per inondare d’azzurro il popolo accorso.

Trailer:

https://youtu.be/dItIYnKvkPc

Partecipazioni ad altri film festival e/o proiezioni pubbliche:

Italian Film Festival USA, Detroit, Cleveland (USA)

Modica e i corti, Modica (RG)

Festival Internazionale del Cinema di Frontiera, Marzamemi (SR)

Verga Film Fest, Vizzini (CT)

Corti in Cortile, Catania

Adrano Cinema Doc, Adrano (CT)

Castelbuono Cinema Doc, Castelbuono (PA)

Troina Cinema Doc, Troina (EN)

Capizzi Cinema Doc, Capizzi (ME)

39° Festival Internazionale Cinema e Donne, Firenze

BangkokThai International Film Festival, Bangkok (Thailandia)

Johannesburg Cinema Doc, Johannesburg (Sudafrica)

AFC Global Fest, Kolkata (India)

Regional Meeting FIDAPA BPW Italy, Ragusa

International Roma FilmCorto Fest, Roma

Premi e riconoscimenti:

Premio Cerere “Menzione Speciale”, Valguarnera (EN)

Per Corti Alternativi “Menzione Speciale”, Villafranca Tirrena (ME)

Popolo e Religioni Terni Film Festival “Miglior Fotografia”, Terni

Informazioni regista:

Alessia Scarso, classe 1979. Laureata in montaggio al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, la più antica scuola di cinema al mondo e la più importante in Italia. Ha collaborato come montatrice e coordinatrice di post produzione con diversi giornalisti, produttori e registi, lavorando a inchieste giornalistiche, documentari e cortometraggi. Come regista ha diretto numerosi spot e documentari istituzionali. Ha debuttato alla regia di fiction con “Disinstallare un amore“, cortometraggio selezionato a più di cento festival in tutto il mondo e vincitore di decine di premi. Nel 2012 ha firmato il montaggio del film “Come non detto”. Nel 2015 esce nelle sale “Italo”, il suo lungometraggio opera prima, la commovente storia vera del randagio straordinario di Scicli, capace di dare lezioni di umanità a un paese intero. “Italo” viene visto in Italia da più di 4 milioni di persone tra sala cinema e programmazione televisiva su Sky e prima serata Rai 1, e partecipa a numerosi di Festival di tutto il mondo. Stati Uniti, Canada, Australia, India, Cina, Indonesia, Singapore, Argentina, Messico, Colombia, Russia, Bielorussia, Israele, Croazia, Albania, Portogallo. L’ultimo suo lavoro, di cui è anche produttrice, è il corto documentarioVasa Vasa” sulla Madonna di Modica, che dopo l’esordio negli Stati Uniti è in corso di programmazione presso festival nazionali e internazionali.

Informazioni casa di produzione:

https://www.arafilm.it/

Scheda a cura di: Fabio Fancello

Vasa vasa


Lu recito

Lu recito

Lu recito: caratteristica a Santo Stefano Quisquina è la cerimonia del Venerdì Santo, con antichi canti in dialetto, molti per l'Addolorata.

Il film Lu recito sarà proiettato durante la X edizione della Rassegna del Documentario e della Comunicazione Archeologica di Licodia Eubea, durante la serata di giovedì 15 Ottobre, dalle ore 21:00, nella sezione #cinemaeantropologia.

Lu recito

Lu recito

Nazione: Italia

Regia: Dario Lo Vullo

Durata: 19’

Anno: 2019

Produzione: Dario Lo Vullo

Sinossi:

Caratteristica a Santo Stefano Quisquina è la cerimonia del Venerdì Santo. In quel giorno, durante la solenne processione, vengono intonati antichi canti in dialetto, per lo più dedicati all'Addolorata. Questi canti sono destinati a scomparire, se non fosse per alcuni giovani che vogliono mantenere viva la tradizione.

Partecipazioni ad altri film festival e/o proiezioni pubbliche:

    • Festival del cinema Città di Spello e dei Borghi Umbri (2020)
    • AmiCorti FF, Peveragno (CN) (2020)
    • International Tour Film Fest, Civitavecchia (Roma) (2020)

Premi e riconoscimenti:

Informazioni regista:

Dario Lo Vullo nasce a Santo Stefano Quisquina in provincia di Agrigento. Si avvicina alla fotografia e al video all'età di 18 anni. Laureato all'Accademia di belle arti di Palermo, nel corso di audio-video e multimedia. Negli anni realizza diversi cortometraggi, videoclip, spot pubblicitari, ma il suo lavoro si concentra soprattutto sul documentario, i cui elementi narrativi e costruttivi sono colti dalla realtà, legati principalmente allo studio della sua terra e delle sue radici.

Informazioni casa di produzione:

Dario Lo Vullo

Altro (articoli dedicati al film, curiosità, approfondimenti):

http://www.quisquinachannel.it/lu-recito-di-dario-lo-vullo-al-festival-del-cinema-di-spello/

Scheda a cura di: Fabio Fancello

Lu recito


Musei Statali aperti per Pasqua e Pasquetta

MUSEI STATALI APERTI PER PASQUA E PASQUETTA
Ingresso gratuito a Pasqua per #domenicalmuseo, al via la campagna social di aprile dedicata ai fiori nell’arte

Domenica 1 e lunedì 2 aprile in occasione delle festività di Pasqua e del Lunedì dell’Angelo i principali musei, parchi archeologici, monumenti e luoghi della cultura statali resteranno aperti, rispettando il normale piano orario e tariffario che prevede, per la sola giornata di Pasqua, l’ingresso gratuito in occasione di #domenicalmuseo. E a Pasqua prende il via la campagna social dei musei italiani per il mese di aprile dedicata ai fiori nell’arte, con l’invito ai visitatori a fotografare e condividere sui social immagini di opere d’arte presenti nelle collezioni raffiguranti le bellezze del regno vegetale.
Dagli Scavi di Ercolano alla Pinacoteca  Brera, dal Castello di Miramare di Trieste al Museo di Capodimonte a Napoli, da Paestum agli Uffizi, dal Parco Archeologico di Ostia Antica al Cenacolo Vinciano, dalla Reggia di Caserta alle Gallerie Nazionali di Arte Antica di Palazzo Barberini e Palazzo Corsini, dai Musei Reali di Torino alla Galleria Nazionale di Arte Moderna e Contemporanea di Roma, dalle Gallerie dell’Accademia di Venezia a Castel Sant’Angelo, dal Museo Archeologico Nazionale di Taranto a quello di Reggio Calabria. Un lungo fine settimana all’insegna della cultura in cui cittadini e turisti potranno visitare le vaste collezioni dei principali musei italiani, cogliendo anche l’opportunità della visita gratuita nel giorno di Pasqua in occasione di #domenicalmuseo.
Su www.beniculturali.it/pasqualmuseo l’elenco completo e tutte le informazioni delle aperture straordinarie di domenica 1 e lunedì 2 aprile.
Roma, 28 marzo 2018
Ufficio Stampa MiBACT

Come da MiBACT, redattore Renzo De Simone


Milano: Pasqua e Pasquetta ai Musei Civici e alla Fabbrica del Vapore

Cultura

Musei e mostre, le aperture di Pasqua e pasquetta

Il 1° aprile, per “Domenica al museo”, tutti i musei civici aperti con ingresso gratuito

Milano, 28 marzo 2018 – Musei civici e mostre aperte per le vacanze di Pasqua, per consentire ai milanesi rimasti in città e ai moltissimi turisti in visita a Milano un viaggio tra le nostre preziose collezioni e le molte e diverse proposte espositive allestite nelle sedi espositive del Comune.

MUSEI CIVICI

Domenica 1° aprile, giorno di Pasqua, tutti i musei civici saranno aperti con ingresso gratuito per l’iniziativa “Domenica al museo”, che cade ogni prima domenica del mese. Gli orari di apertura sono quelli consueti, tranne che per il MUDEC che estende l’orario serale fino alle 22:30.

Lunedì 2 aprile, invece, resteranno aperti il Museo del Novecento (dalle ore 14:30 alle ore 19:30), la Collezione permanente del MUDEC (dalle ore 9:30 alle 19:30), il Museo d’arte antica e il Museo della Pietà Rondanini al Castello Sforzesco (dalle ore 9:30 alle ore 17:30). Chiusi gli altri musei (i restanti musei del Castello, GAM, Storia naturale, Archeologico, Palazzo Morando, Risorgimento, Acquario, Case museo)

MOSTRE PRESSO LE SEDI ESPOSITIVE DEL COMUNE (PALAZZO REALE, PAC, CASTELLO SFORZESCO, MUDEC)

Domenica 1° aprile, giorno di Pasqua, tutte le mostre nelle sedi espositive del Comune resteranno aperte con gli orari consueti, tranne la mostra “Frida Kahlo” al MUDEC che estenderà l’orario serale fino alle 22:30.

Lunedì 2 aprile (pasquetta): tutte le mostre nelle sedi espositive del Comune saranno aperte eccezionalmente sin dalla mattina alle 9:30 e fino alle 19:30. La mostra “Novecento di carta”, allestita nelle Sale viscontee del Castello, resterà anch’essa aperta a partire dalle ore 9:30 ma fino alle 17:30, con un biglietto speciale ridotto (8 euro) che consentirà di visitare, oltre alla mostra, il Museo d’arte antica e il Museo della Pietà Rondanini.

Come da Comune di Milano.

Fabbrica del vapore

Mostre aperte anche a Pasqua e pasquetta

Ultimo weekend per visitare ‘Che Guevara, tu y todos’ (fino al 2 aprile) e ‘Revolution’ (fino al 4 aprile)

Milano, 29 marzo 2018 – Saranno aperte anche domenica 1 e lunedì 2 aprile le mostre ‘Che Guevara, tu y todos’ e ‘Revolution. Musica e Ribelli 1966-1970, dai Beatles a Woodstock’. Questo sarà l’ultimo weekend per visitare le due esposizioni che da dicembre animano la Fabbrica del Vapore e che saranno visitabili, rispettivamente, fino al 2 e fino al 4 aprile.

Prolunga dunque di un giorno la permanenza di “Che Guevara, tu y todos” (domenica e lunedì, dalle 10 alle 19:30) per approfondire la figura dell’uomo e del personaggio storico a cinquant’anni da quel 9 ottobre 1957 in cui venne assassinato in un piccolo villaggio in Bolivia. La mostra ripercorre gli avvenimenti cruciali e il mito di Ernesto Che Guevara, riscoprendone affetti, ideali e turbamenti, grazie al ricchissimo e in parte inedito materiale di archivio dell’omonimo centro studi cubano e ai linguaggi delle più innovative tecnologie. Ideata e realizzata da Simmetrico Cultura, la mostra è prodotta da Alma, RTV comercial de L’Avana e dal Centro studi Che Guevara e coprodotta dal Comune di Milano, con il patrocinio e la collaborazione scientifica dell’Università degli Studi di Milano e dello IULM. www.mostracheguevara.it

È arrivata invece nella Cattedrale di Fabbrica del vapore il 2 dicembre scorso, direttamente dal Victoria and Albert museum di Londra, “Revolution. Musica e ribelli 1966-1970, dai Beatles a Woodstock” (domenica dalle 10 alle 20 e lunedì dalle 15 alle 20). La mostra racconta le storie, i protagonisti, i luoghi di quel breve e densissimo periodo, tra il 1966 e il 1970, che cambiò per sempre le vite di una generazione intera e, a cascata, quelle di tutti noi. La mostra è promossa e coprodotta da Comune di Milano e Avatar – Gruppo MondoMostreSkira, in collaborazione con il museo londinese. www.mostrarevolution.it

Come da Comune di Milano.


Roma: le festività pasquali nelle ludoteche comunali

LE FESTIVITÀ PASQUALI NELLE LUDOTECHE COMUNALI

Info e prenotazioni allo 060608 (dalle 9.00 alle 19.00)

TECHNOTOWN

www.technotown.it

 

CASINA DI RAFFAELLO

www.casinadiraffaello.it

 

Trascorrere le festività pasquali nella ludoteca scientifica di Technotown sarà un’esperienza unica. Nel giorno di Pasqua e durante l’apertura straordinaria del lunedì di Pasquetta saranno a disposizione dei visitatori, grandi e piccoli, numerose attività didattiche: dalla fotografia con Impronte di luce, agli Effetti speciali, passando per la creazione musicale con il laboratorioVedere la musica, l’arte della robotica con Missioni Robotiche e Spazio Creatività Lego fino ad arrivare alla conoscenza della biodiversità con il laboratorio Biodetective

 

  Casina di Raffaello vi attende nei giorni di festa con le consuete attività didattiche per i bambini fino ai 14 anni. Durante il giorno di Pasqua e, eccezionalmente, nel giorno di Pasquetta sarà possibile frequentare i laboratori d’ispirazione munariana e si potranno apprendere i metodi dipreparazione di un erbario. Nelle sale del primo piano sarà visitabile la mostraPLASTICA & VINILE. Giochi e Giocattoli degli anni ’70/’80. L’esposizione, realizzata in collaborazione con il museo Demoantropologico del Giocattolo di Zagarolo, racconta l’Italia degli anni ’70 e ’80 attraverso i giochi e i vinili più rappresentativi di quelle epoche (fino al 6 maggio 2018).

 

 

 Testo e immagine da Ufficio Stampa Zètema Progetto Cultura


Musei Statali aperti per Pasqua e Pasquetta

MUSEI STATALI APERTI PER PASQUA E PASQUETTA
On-line tutte le informazioni delle aperture di domenica 16 e lunedì 17

Domenica 16 e lunedì 17 aprile in occasione delle festività di Pasqua e del Lunedì dell’Angelo i principali musei, aree archeologiche e luoghi della cultura statali resteranno aperti, rispettando il normale piano orario e tariffario.

Dagli Scavi di Pompei alla Pinacoteca  Brera, dal Castello di Miramare di Trieste al Museo Nazionale Archeologico di Napoli, da Paestum agli Uffizi, dal Parco Archeologico di Ostia Antica al Cenacolo Vinciano, dalla Reggia di Caserta al Colosseo, dalla Galleria Nazionale di Arte Moderna e Contemporanea di Roma ai Musei Reali di Torino, dal Museo d’Arte Orientale di Venezia a Castel Sant’Angelo, dal Museo Archeologico Nazionale di Taranto a quello di Reggio Calabria.
Un lungo fine settimana all’insegna della cultura in cui cittadini e turisti potranno visitare le vaste collezioni dei principali musei italiani.

Leggere di più


Milano: ‘Cristo di Gaudenzio Ferrari e il manigoldo’ al Castello Sforzesco

Castello Sforzesco

Pasqua, straordinaria esposizione del ‘Cristo di Gaudenzio Ferrari e il manigoldo’ proveniente dal Sacro Monte di Varallo

Presso il Museo delle sculture lignee l’opera dialoga con una ‘Maddalena’ appena acquistata dal Comune e con altre opere coeve

cristo_gaudenzio_ferrari_450.jpg

Milano, 26 marzo 2016 – Una piccola ma straordinaria esposizione presso il Museo delle Sculture Lignee al Castello Sforzesco accompagna la Pasqua dei milanesi. Al centro della sala XVII del Museo si trova infatti allestito un gruppo di due splendide statue policrome a grandezza naturale: si tratta del  ‘Cristo di Gaudenzio Ferrari e il Manigoldo’, coppia di sculture in legno provenienti dalla Cappella XXXII Sacro Monte di Varallo, un complesso monumentale tutelato dall’UNESCO che si snoda lungo un percorso di 45 cappelle popolate da oltre 800 statue dipinte a grandezza naturale, rappresentando idealmente il percorso di ascesa al Calvario di Gesù.

Le due statue, che rappresentano la scena di un Cristo flagellato e sanguinante trascinato con una corda da un furfante, sono poste in dialogo con altre due opere delle Raccolte Civiche in modo da poterne indagare affinità e differenze: una statua lignea della ‘Maddalena’ da poco acquistata dal Comune di Milano per ricongiungersi con quella di un ‘Nicodemo’ al fine di ricomporre un ‘Compianto sul Cristo morto’ realizzato da Giovanni Angelo del Maino (Pavia, 1470 circa - 1536), che viene esposta per la prima volta al pubblico; e una ‘testa’ lignea, anch’essa attribuita a Gaudenzio Ferrari.

Oggetto a Milano di un accuratissimo restauro che ha rinnovato colori e ripristinato tessuti e capigliatura, le due sculture resteranno esposte al Castello Sforzesco fino al 3 aprile e poi, fino all’8 maggio, presso Casa Testori a Novate. Si deve infatti a Giovanni Testori l’attribuzione della statua del Cristo a Gaudenzio Ferrari ­(1470 circa, Valduggia – 1546, Milano), artista attivo a cavallo tra Quattrocento e Cinquecento e dunque contemporaneo di Leonardo e Bernardino Luini. Successivamente, le statue torneranno a Varallo per riunirsi al percorso di quello che Testori stesso definì ‘il gran teatro montano’.

cristo_gaudenzio_ferrari_630.jpg

Leggere di più


Polo Museale della Calabria: apertura luoghi della cultura statali durante le festività pasquali 2016

POLO MUSEALE DELLA CALABRIA

Apertura luoghi della cultura statali durante le festività pasquali 2016

Il Polo Museale della Calabria, in occasione delle festività pasquali 2016, comunica i seguenti orari di apertura e i giorni di chiusura dei luoghi della cultura statali di propria competenza.

Chiesa di San Francesco d’Assisi – Gerace (Reggio Calabria)

Orari di apertura al pubblico: ore 9.30-12.30; 15.30-17.30 (Pasqua e Lunedì dell’Angelo)

Cosenza - Palazzo Arnone

Galleria Nazionale di Cosenza

Orari di apertura al pubblico: ore 10.00 -18.00 (Pasqua e Lunedì dell’Angelo)

La Cattolica - Stilo  ingresso

La Cattolica – Stilo (Reggio Calabria)

Orari di apertura al pubblico: ore 8.00 -18.00 (Pasqua e Lunedì dell’Angelo)

Castello di Le Castella - scorcio con Torre

Le Castella – Isola Capo Rizzuto (Crotone)

Orari di apertura al pubblico: ore 10.00-13.00; ore 15.00 -17.00 (Pasqua); ore 10.00 - 17.00 (Lunedì dell’Angelo)

Vibo

Museo Archeologico Nazionale “Vito Capialbi” – Vibo Valentia

Orari di apertura al pubblico: ore 9.00 - 20.00 (Pasqua e Lunedì dell’Angelo)

Museo Crotone

Museo Archeologico Nazionale di Crotone

Orari di apertura al pubblico: ore 9.00 - 19.30 (Pasqua e Lunedì dell’Angelo)

Sibari Museo Ingresso

Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide – Cassano all’Ionio (Cosenza)

Orari di apertura al pubblico: ore 9.00 -19.30 (Pasqua e Lunedì dell’Angelo)

Museo Archeologico e Parco Archeologico dell’antica Kaulon – Monasterace (Reggio Calabria)

Il Museo è chiuso per lavori di ristrutturazione; il Parco è visitabile dalle ore 9.00 fino alle ore 18.00 (Pasqua e Lunedì dell’Angelo)

museo capo colonna

Museo e Parco Archeologico Nazionale di Capo Colonna (Crotone)

Orari di apertura al pubblico: Museo ore 9.00 -13.00; 15.00 -19.00 (Pasqua e Lunedì dell’Angelo). L’area archeologica è visitabile dalle ore 8.30 fino ad 1 ora prima del tramonto (Pasqua e Lunedì dell’Angelo)

Museo e Parco Archeologico Nazionale di Locri (Reggio Calabria)

Orari di apertura al pubblico: Museo ore 9.00 - 19.30 (Pasqua e Lunedì dell’Angelo). Il Parco archeologico è visitabile dalle ore 9.00 fino ad 1 ora prima del tramonto (Pasqua e Lunedì dell’Angelo)

Scolacium

Museo e Parco Archeologico Nazionale di Scolacium – Roccelletta di Borgia (Catanzaro)

Orari di apertura al pubblico: Museo ore 9.00 -13.00 (Pasqua e Lunedì dell’Angelo). Il Parco è visitabile dalle ore 8.30 fino ad 1 ora prima del tramonto (Pasqua e Lunedì dell’Angelo)

Museo Statale di Mileto – Vibo Valentia

Orari di apertura al pubblico: Chiuso (Pasqua e Lunedì dell’Angelo)

Testo e immagini dall’Ufficio Stampa Polo Museale della Calabria.


Paestum: apertura straordinaria del Tempio di Nettuno il 26-27 Marzo

PAESTUM: TEMPIO DI NETTUNO
Entra nella Casa degli Dei. Il 26 e il 27 marzo, dopo 20 anni apertura straordinaria

c5ca71e87451852518dd1f266758dc4d362bbfc8

Sabato 26 e domenica 27 marzo di Pasqua, il tempio di Nettuno a Paestum sarà aperto al pubblico. Per la prima volta i visitatori muniti di regolare biglietto d'ingresso, potranno ammirare dall’interno il tempio greco meglio conservato della penisola, costruito nel V sec. a.C., e apprezzare, da una nuova prospettiva, l’architettura dorica che incantò Piranesi, Goethe e molti altri illustri viaggiatori.
L’orario è quello dell’area archeologica, regolarmente aperta in base ai nuovi orari ampliati, dalle 8:30 fino 18:00.
v1-paestum-logo-basic

Festività di Pasqua e del Lunedì dell’Angelo siti comunali della città di Catania

Festività di Pasqua e del Lunedì dell’Angelo siti comunali della città di Catania

800px-Catania-Etna-Sicilia-Italy-Castielli_CC0_HQ1
In occasione delle prossime festività di Pasqua e del Lunedì dell’Angelo i musei  comunali di Catania    resteranno aperti, osservando i seguenti orari:
Domenica   27 MARZO  PASQUA    
- Castello Ursino,       ore 9 ,00/22,00
  Il servizio di biglietteria termina un’ora    prima
  Visitabile la mostra “Chagall – Love and Life”
- Palazzo della Cultura,   ore 16,00/21,00
  Il servizio di biglietteria termina mezzora prima
  Visitabile la mostra Fino all'Ultimo Respiro Una generazione stellare
- Museo Emilio Greco, ore 9,00/13,00
- Museo  Belliniano     ore 9,00/13,00
- Chiesa Monumentale di S. Nicolò l’Arena  ore 9 ,00/13,00
LUNEDÌ 28 dell’ANGELO
- Castello Ursino,    ore 9 ,00/19,00
  Il servizio di biglietteria termina un’ora    prima
  Visitabile la mostra “Chagall – Love and Life”
- Palazzo della Cultura, ore 9 ,00/19,00
  Il servizio di biglietteria termina mezzora prima
  Visitabile la mostra Fino all'Ultimo Respiro Una generazione stellare
- Museo Emilio Greco, ore 9 ,00/13,00
- Museo   Belliniano  ore 9 ,00/13,00
- Chiesa Monumentale di S. Nicolò l’Arena  ore 9 ,00/1300