Carabinieri Messico tre reperti archeologici

I Carabinieri TPC restituiscono al Messico tre reperti archeologici

I Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale restituiscono al Messico tre reperti archeologici illecitamente trafugati

Carabinieri Messico tre reperti archeologici
I Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale restituiscono al Messico tre reperti archeologici illecitamente trafugati

Questa mattina, 29 ottobre 2021, presso l’Ambasciata degli Stati Uniti Messicani a Roma, un vaso globulare di origine preispanica (300 a.C.–600 d.C.) e due testine fittili antropomorfe della cultura di Teotihuacan risalenti al periodo Classico (250-600 d.C.) sono stati restituiti dal Comandante dei Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale (TPC), Gen. B. Roberto Riccardi, all’Ambasciatore S.E. Carlos Garcìa de Alba, alla presenza del Ministro degli Esteri, On. Marcelo Ebrard, in qualità di testimone d’onore.

Carabinieri Messico tre reperti archeologici
I Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale restituiscono al Messico tre reperti archeologici illecitamente trafugati

I reperti, ritenuti patrimonio storico della Nazione messicana, sono stati recuperati dai militari del Nucleo TPC di Torino e di Ancona. Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torino e condotte dai due Nuclei tra il 2020 e il 2021, hanno accertato l’esportazione illecita dal territorio degli Stati Uniti del Messico.

Carabinieri Messico tre reperti archeologici
I Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale restituiscono al Messico tre reperti archeologici illecitamente trafugati: un vaso globulare e due testine fittili

Il recupero è stato possibile, per le due testine fittili, grazie alle attività di controllo e di monitoraggio dell’e-commerce che i militari del Reparto specializzato dell’Arma dei Carabinieri svolgono quotidianamente; il vaso globulare è stato recuperato in seguito ad attività investigative finalizzate al contrasto della commercializzazione illecita di opere d’arte, per cui una persona è stata deferita in stato di libertà al Tribunale di Torino non avendo fornito alcuna documentazione sulla provenienza e l’acquisto.

I Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale restituiscono al Messico tre reperti archeologici illecitamente trafugati

Testo e foto dall’Ufficio Stampa Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale


Cipro: nuovi ritrovamenti dal relitto di Mazotos

28 Gennaio - 7 Febbraio 2016
Larnaca_in_Cyprus.svg
Nuovi ritrovamenti dal relitto di Mazotos: resti di tre ancore e della chiglia, legni della struttura, manufatti in piombo, noccioli di olive. L'attenzione degli archeologi è pure rivolta al carico della nave: 500 anfore che contenevano vino sono visibili sul fondo marino.
Il relitto di Mazotos è relativo a una nave mercantile del tardo periodo classico (quarto secolo a. C.) che trasportava anfore contenenti vino dall'isola di Chio. La nave è importante per comprendere materiali e tecniche di costruzione dell'epoca.
Link: University of Cyprus; Cyprus Mail; Cyprus Reporter
Il Distretto di Larnaca, da WikipediaCC BY-SA 3.0, caricata da e di TUBS (TUBS Own work This vector graphics image was created with Adobe Illustrator. This file was uploaded with Commonist. This vector image includes elements that have been taken or adapted from this:  Cyprus location map.svg (by NordNordWest)).