I tesori di un kurgan Scita da Stavropol

22 - 25 Maggio 2015
1024px-Map_of_Russia_-_Stavropol_Krai_(2008-03).svg
Gli Sciti erano un gruppo di tribù che viveva nelle steppe dell'Eurasia, dalla Mongolia ai Balcani, e che ci hanno lasciato delle sepolture note come kurgan.
In una di queste grandi sepolture a Stavropol, nella Russia meridionale, si sono ritrovati dei reperti in oro: due contenitori a forma di secchio, tre coppe, un anello per le dita e due per il collo, e un braccialetto. Tra le scene, animali mitici e atti violenti tra un anziano e giovani guerrieri: si possono perfino cogliere dettagli dei vestiti. I reperti provenienti dai kurgan ci permettono di apprezzare l'arte degli Sciti, quando le sepolture non sono saccheggiate: in questo caso  all'interno dei contenitori si son ritrovati anche residui di cannabis e oppio, utilizzati probabilmente a fini rituali, e descritti già da Erodoto.

Link: Digital Journal; The History BlogArchaeology News Network; National Geographic
Il Krai di Stavropol, di Marmelad (Made from Image:Map of Russian subjects, 2008-03-01.svg), da WikipediaCC BY-SA 2.5, caricata da Виктор В.
 


Russia: sciabola in acciaio al crogiolo da Yaroslavl

20 Aprile 2015
Цар_Батий_на_престолі
Ritrovata nella città russa di Yaroslavl una sciabola in acciaio al crogiolo (crucible steel), datata al 1238, e ritrovata in una fossa comune di difensori della città massacrati da Batu Khan. Si tratta del ritrovamento più antico di acciaio prodotto con questa tecnica nell'Europa Orientale, originaria dell'India e riscoperta solo nel diciottesimo secolo. La lama è bruciata e piegata, per motivi probabilmente rituali.
Link: Past Horizons; archaeolog.ru; The History BlogAlphagalileo via Institute of Archaeology of the Russian Academy of Sciences
Batu Khan sul trono dell'Orda D'Oro. Di Rashid-al-Din (Rashid-al-Din, "Storia del Mondo", riproduzione nel testo di Luisetto "Armeniens et autres chretiens d'Orient sous la domination Mongole"- Bibliothèque nationale de France. Département des Manuscrits. Division orientale. Supplément persan 1113, fol. 91r). Da WikipediaPubblico Dominio, caricato da Serge-kazak
 


Prove di commerci precolombiani dall'Alaska

16 Aprile 2015
Ci sarebbero prove di commerci precolombiani, datati a mille anni fa (di molto precedenti Colombo, quindi), e provenienti dall'Alaska. I commerci riguarderebbero la Cina, la Corea e la regione russa della Yakuzia.
Link: LiveScience


Siberia, 4500 anni fa: uno dei primissimi casi di cancro

3-4 Dicembre 2014
journal.pone.0113919.g002
Uno dei casi più antichi e il più antico dell'Asia Nordorientale, quello di uno scheletro di un uomo siberiano che, 4500 anni fa, morì a causa di cancro.
journal.pone.0113919.g003
I resti provengono da un cimitero di cacciatori raccoglitori della prima Età del Bronzo, situato a Gorodishche nella regione siberiana del Cis-Baikal. La malattia, un carcinoma metastatico, si diffuse ben oltre l'area originaria, contribuendo in modo determinante alla morte del soggetto.
journal.pone.0113919.g008
 
Angela Lieverse, a capo del team che ha studiato i resti, ha affermato che ciò che differenzia questo starebbe nel fatto che non si tratta, come in altri casi, di tumori benigni, e che la scoperta è importante anche perché va a modificare la nostra moderna percezione del cancro, come malattia non esistente in antichità.
journal.pone.0113919.g001
Lo studio di Angela R. Lieverse, Daniel H. Temple, Vladimir I. Bazaliiskii, si intitola "Paleopathological Description and Diagnosis of Metastatic Carcinoma in an Early Bronze Age (4588+34 Cal. BP) Forager from the Cis-Baikal Region of Eastern Siberia".
Link: PLOS One; University of SaskatchewanArchaeology News NetworkCBC News; Past Horizons.
Foto e immagini: © 2014 Lieverse et al, CC BY.
Figura 2: Fotografia in situ di Gorodishche II, sepoltura 3. Il nord è alla sinistra del lettore e dello scheletro.
Figura 3: Sepoltura 3: rappresentazione diagrammatica della completezza dello scheletro e distribuzione delle lesioni; a, vista anteriore; b, vista posteriore.
Figura 8: lesioni osteolitiche e miste (blastiche e litiche) dell'osso iliaco sinistro; a, vista mediale dell'intero elemento; b, vista laterale dell'osso iliaco; c, vista posteriore del pube.
Figura 1: Mappa di Cis-Baikal con la collocazione del cimitero di Gorodishche II.
 


Il sequenziamento dell'umano moderno più antico parla anche dei Neanderthal

22 Ottobre 2014
Ritrovati frammenti di DNA di Neanderthal nel genoma di un umano moderno di 45 mila anni fa dalla Siberia. I segmenti di DNA in questione son più lunghi di quelli ritrovati tra attualmente nella nostra specie, permettendo quindi di affermare che la mescolanza tra le due specie sarebbe avvenuta tra i 50 mila e i 60 mila anni fa.
Lo studio "Genome sequence of a 45,000-year-old modern human from western Siberia", di Qiaomei FuHeng LiPriya MoorjaniFlora JaySergey M. SlepchenkoAleksei A. BondarevPhilip L. F. JohnsonAyinuer Aximu-PetriKay PrüferCesare de FilippoMatthias MeyerNicolas ZwynsDomingo C. Salazar-GarcíaYaroslav V. KuzminSusan G. KeatesPavel A. KosintsevDmitry I. RazhevMichael P. RichardsNikolai V. PeristovMichael LachmannKaterina DoukaThomas F. G. HighamMontgomery SlatkinJean-Jacques HublinDavid Reich et al., è stato pubblicato sul numero 514 di Nature.
Link: Nature.com; Live Science; Max Planck Gesellschaft; Archaeology News NetworkThe Guardian; Corriere Scienze; Dienekes Blog


L'idolo Shigir, la più antica statua in legno

22 Ottobre 2014
Большой_шигирский_идол
Nelle ultime ore si è molto parlato dell'idolo di Shigir, una statua in legno alta 2,80 e risalente al Mesolitico. Per alcuni sarebbe databile a 7.500 anni fa, mentre per altri addirittura a 9.500 anni fa.
Scoperta il 24 Gennaio 1894 in una palude di torba, la statua, che sarebbe la più antica conosciuta, si è miracolosamente conservata grazie alle particolarissime condizioni chimico-fisiche del luogo del ritrovamento.
La statua ha 7 teste, sei delle quali solo bidimensionali, e ha il corpo ricoperto da linee orizzontali, spezzate e segni geometrici (o forse addirittura pittogrammi). Non esiste consenso sul valore da attribuire a questi.
Consigliamo molta cautela nell'approcciarsi a video e articoli sull'argomento, in quanto spesso sovrabbondanti in fatto di pensiero pseudoscientifico.
Link: Siberian TimesDaily Mail
Большой шигирский идол, foto da Wikipedia, Public Domain, di e caricata da Фальшивомонетчик
 
 


Una lista della spesa di settecento anni fa

18 Ottobre 2014
Una nota proveniente da Veliky Novgorod (non troppo lontana da San Pietroburgo), nella Russia, e datata al quattordicesimo, mostra la quotidianità della vita nel periodo.
640px-St._Nicholas_Cathedral,_Novgorod
Il padre chiede al figlio una maglietta, asciugamano, calzoni, redini e tessuto per la sorella. C'è anche dell'ironia nel finale: "se sarò ancora vivo, ti pagherò". Vi sono molti altri documenti di questo tipo però, più di un migliaio, ritrovati nel fango della cittadina, paragonata all'italiana Pompei.
Link: The New York Times
St. Nicholas Cathedral, Novgorod, foto da WikipediaCC BY-SA 2.5, di e caricata da Alaexis.


La sorte della Mummia dell'Altai

14-18 Ottobre 2014
Mummy_of_the_Ukok_Princess
Dopo le ultime analisi, tra le quali la scansione MRI, ci sono novità sulla sorte della Mummia dell'Altai (anche nota come Principessa dell'Altai o Principessa Ukok), ritrovata in un tumulo tipico della cultura Kurgan nel 1993, e datata a circa 2500 anni fa.
La situazione non è in realtà particolarmente chiara: la giovane donna (morta tra i 20 e i 30 anni) avrebbe sofferto di cancro al seno, infezione delle ossa e avrebbe inoltre subito poco prima della morte una serie di fratture, plausibilmente dovute a una brutta caduta. Si pensa perciò che la giovane donna fiutasse la cannabis ritrovata nella sepoltura per alleviare il dolore.
La mummia di Altai è anche nota per i tatuaggi, ritrovati sulla sua pelle in uno straordinario stato di conservazione. I suoi resti sono conservati in un apposito museo a Gorno-Altaisk.
Link: Siberian Times; Rawstory; Archaeoblog
Mummia della "Principessa Ukok", foto da WikipediaPublic Domain, original uploader Original Kobsev, uploaded by Hardscarf.