Russia: teschio allungato da Arkaim, e non si tratta di alieni

27 Luglio 2015
1024px-Chelyabinsk_in_Russia.svg
Uno scheletro con teschio allungato è stato ritrovato ad Arkaim, vicino Chelyabinsk. Il luogo è anche noto come la Stonehenge russa. I resti appartengono a una donna forse proveniente dalla tribù dei Sarmati e vissuta tra il secondo e il terzo secolo d. C. I Sarmati abitavano l'area tra Ucraina, Kazakhstan e Russia.
Ci sono state molte speculazioni circa il teschio, associato agli alieni in alcune teorie: in realtà, un cranio di questo tipo è tipicamente il risultato di una deformazione praticata artificialmente. La pratica di deformare il cranio è antichissima e diffusa per svariati motivi fino al secolo scorso, tanto nel Vecchio come nel Nuovo Mondo. In questo caso, secondo gli archeologi la deformazione sarebbe stata praticata con una corda applicata alla testa dei bambini, come da tradizione.
Leggere di più


L'idolo Shigir, la più antica statua in legno

22 Ottobre 2014
Большой_шигирский_идол
Nelle ultime ore si è molto parlato dell'idolo di Shigir, una statua in legno alta 2,80 e risalente al Mesolitico. Per alcuni sarebbe databile a 7.500 anni fa, mentre per altri addirittura a 9.500 anni fa.
Scoperta il 24 Gennaio 1894 in una palude di torba, la statua, che sarebbe la più antica conosciuta, si è miracolosamente conservata grazie alle particolarissime condizioni chimico-fisiche del luogo del ritrovamento.
La statua ha 7 teste, sei delle quali solo bidimensionali, e ha il corpo ricoperto da linee orizzontali, spezzate e segni geometrici (o forse addirittura pittogrammi). Non esiste consenso sul valore da attribuire a questi.
Consigliamo molta cautela nell'approcciarsi a video e articoli sull'argomento, in quanto spesso sovrabbondanti in fatto di pensiero pseudoscientifico.
Link: Siberian TimesDaily Mail
Большой шигирский идол, foto da Wikipedia, Public Domain, di e caricata da Фальшивомонетчик