Dopo oltre 40 anni torna a splendere il mosaico della palestra occidentale delle Terme di Caracalla

f560b467f6d5793af6a6caffe12f5236c4535c63
Roma, 21 giugno 2016
Il Soprintendente speciale per il Colosseo e l’area archeologica centrale di Roma Francesco Prosperetti e l’Amministratore Delegato di Bulgari Jean-Christophe Babin hanno annunciato oggi il completamento del restauro della prima parte del mosaico policromo della palestra occidentale di Caracalla. Alla luce dei risultati, Babin ha espresso la volontà di Bulgari di finanziare la prosecuzione dei lavori nella seconda parte del mosaico ancora non restaurata.
Avviati alla fine del 2015, i lavori sono stati realizzati dalla Soprintendenza grazie a una donazione di Bulgari facilitata dall’Art Bonus, e hanno riportato alla luce dei mosaici pavimentali in pregiati marmi policromi, caratterizzati da un raffinato motivo geometrico a ventaglio, e che da oltre 40 anni non erano visibili ai visitatori perché coperti con un tessuto e uno stato di terra per proteggerli dal possibile degrado.

Sensibilizzata dalla Soprintendenza, Bulgari ha sostenuto con entusiasmo questo complesso progetto, legato a un tesoro archeologico che in passato aveva affascinato i designer della Maison: infatti per Bulgari il restauro rappresenta il tributo a un luogo che è stato fonte di ispirazione primaria per la collezione di gioielli Divas’ Dream, il cui disegno riprende proprio le linee pure e perfette dei mosaici delle Terme di Caracalla.
«Questo intervento –ha spiegato il Soprintendente Francesco Prosperetti– conferma il rapporto privilegiato che Bulgari ha voluto instaurare negli anni con le Terme di Caracalla. La preziosità dei decori architettonici e gli sfarzi delle Terme costituiscono da sempre una fonte di ispirazione per la creazione, come è anche accaduto a Bulgari, che con generosità oggi ci ha annunciato un nuovo finanziamento per proseguire il restauro. L’Art Bonus si è rivelato anche in questo caso uno strumento efficace per la valorizzazione del nostro patrimonio».
Jean Christophe Babin, Amministratore Delegato di Bulgari, ha così commentato: «Oggi festeggiamo la conclusione di un restauro perfettamente eseguito ma anche l’inizio di un nuovo restauro su un’area adiacente e altrettanto significativa. Le Terme di Caracalla sono un gioiello archeologico nel cuore della Città Eterna, un luogo nel quale si respira tutta la grandezza della storia di Roma. Per un gioielliere come Bulgari, che pone la ricerca del Bello al centro della propria passione creativa, contribuire a valorizzare lo splendore racchiuso in un luogo così suggestivo è un motivo di grande orgoglio. È stato quindi naturale rinnovare il nostro sostegno a un progetto che restituirà alla città e a questo monumento un tesoro rimasto celato per tanti anni».
Il restauro, curato da Marina Piranomonte e Anna Borzomati, si è articolato in diverse fasi: dopo una pulitura preliminare si è proceduto al consolidamento del piano del mosaico e ad altri interventi finalizzati a evitare cedimenti; questa fase ha permesso il recupero di numerose tessere interrate, cosicché la reintegrazione del mosaico è avvenuta con pezzi originali; infine la pulitura definitiva, delicata per la presenza di incrostazioni minerali e diversificata tra le tipologie dei marmi, è stata completata dalla stesura di un velo protettivo.
Soprintendenza Speciale per il Colosseo e l’area archeologica centrale di Roma
Luca Del Fra
Valentina Catalucci
Ufficio Stampa Bulgari Italia
Documentazione: Il restauro del mosaico di Caracalla
Come da MiBACT, Redattrice Sandra Terranova

Write A Comment

Pin It