Edizione speciale della Notte della Ricerca di Ca’ Foscari: 28 settembre – 4 ottobre

TORNA VENETONIGHT E SI FA INVISIBILE

Una settimana di apertura per accogliere le scuole, tema INVISIBILE, organizzazione con Science Gallery Venice. In programma mostre ed eventi collaterali, visite speciali ai musei e attività per tutti negli Spazi Espositivi di Ca’ Foscari

Lead Angels Scopitone Festival 2014 ©Studio Frederik De Wilde

VENEZIA – Venerdì 28 settembre l’Università Ca’ Foscari aprirà le porte della ricerca al grande pubblico con una edizione della Notte della Ricerca piena di novità.

DURATA: DAL 28 SETTEMBRE AL 4 OTTOBRE

La tradizionale serata di incontro e scambio tra ricercatrici, ricercatori e la popolazione veneziana, alla quale l’ateneo veneziano partecipa assieme alle Università di Padova e Verona e con il contributo di Fondazione di Venezia e Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, viene estesa ad una settimana (sabato 29 ore 10-13, domenica chiuso, da lunedì a giovedì 10-18), aprendo così le porte anche alle scuole primarie e alle secondarie di primo e secondo grado.

 

TEMA: L’INVISIBILE

Ca’ Foscari ha scelto un tema trasversale che porta alla luce aspetti della ricerca che non si palesano ai sensi ma che sono ugualmente significativi e con un forte impatto sulle nostre vite, sulla società e sul pianeta. Il fil rouge scelto è l’INVISIBILE, un tema sfidante per Ca’ Foscari e per il Distretto Veneziano Ricerca e dell’Innovazione (DVRI) che partecipa all’iniziativa mostrando come l’invisibile diventa visibile nella scienza, nell’arte, nella letteratura e nella cultura. 

ATTIVITÀ: SPERIMENTAZIONI CON I RICERCATORI E ITINERARI NEI MUSEI

Le attività presentate indagano, in modo molto partecipativo, alcuni aspetti cruciali delle Global Challenges di Ca’ Foscari – team di ricerca interdisciplinari che affrontano tematiche chiave di oggi – quali i cambiamenti climatici, le relazioni tra culture diverse, il diritto all’accessibilità per disabili, la conservazione dei beni culturali, i sistemi complessi e molti altri spunti di riflessione per tutta la cittadinanza.

Cosa si nasconde tra i granelli di sabbia delle nostre spiagge? Sono sicuri i siti web dove inseriamo i dati delle carte di credito? Con quali microrganismi conviviamo tutti i giorni? È possibile ammirare l’arte al buio? Che movimenti compie l’aria calda? Vorresti spostare un oggetto con la forza del pensiero? Queste sono solo alcune delle domande che troveranno spazio per un dibattito tra ricercatori e cittadini durante Venetonight.

Non mancheranno inoltre le attività proposte dal centro Europe Direct del Comune di Venezia, grazie alle quali i bambini potranno sentirsi a pieno “giovani cittadini europei”.

Con i ricercatori nei musei

Grazie alla collaborazione tra l’ateneo e la Fondazione Musei Civici di Venezia, il pubblico di Venetonight potrà entrare in contatto con opere e storie poco note, raccontate dai ricercatori. Alcuni “Marie Curie” fellow, giovani studiosi premiati con un prestigioso finanziamento europeo, saranno guide d’eccezione a Ca’ Pesaro – Galleria Internazionale d’Arte Moderna, al Museo Correr e a Palazzo Ducale.

Visite speciali riguarderanno le sedi dell’Archivio di Stato, l’Istituto veneziano per la storia della Resistenza e l’Ateneo Veneto.

Prenotazioni su www.unive.it/venetonight

 

INAUGURAZIONE: 28 SETTEMBRE ORE  17

17:00 Opening

saluti istituzionalicampiello Squellini

Michele Bugliesi, Rettore dell’Università Ca’ Foscari

Massimo Inguscio, Presidente del CNR, Consiglio Nazionale delle Ricerche

Anna Puccio, Executive Director di Science Gallery Venice

Marco Sgarbi, Prorettore alla Comunicazione e Promozione di Ateneo e Head of Project Delivery di Science Gallery Venice

18:00 Life in Waiting – storie e racconti di cittadini invisibili, con Igiaba Scego e Alberto Toso Fei

performance e dibattito pubblico, cortile piccolo

Performance a cura dell’artista Attilia Cometti, organizzata dall’International Center for the Humanities and Social Change in collaborazione con il padiglione USA della Biennale Architettura 2018.

20:30 Concerto sinfonico per database

installazione artistica, cortile principale

Installazione a cura del Collettivo D20, La ricerca di Ca’ Foscari anima la sede storica.

21:00 Muovi Ca’ Foscari!

performance di danza, cortile principale

Performance a cura di Debora Petrina. L’artista, muovendosi, instaura un dialogo audio-visivo con Ca’ Foscari . A seguire sarà il pubblico a far muovere Ca’ Foscari.

22:30 fine evento

EVENTI COLLATERALI

Particolarmente nutrito l’elenco di mostre ed eventi collaterali all’iniziativa.

 

Installazione artistica “Lead Angels 1.0” di Frederik De Wilde

L’installazione di arte, scienza e tecnologia a cura dell’artista belga Frederik De Wilde “Lead Angels 1.0” si colloca all’interno delle iniziative mirate a promuovere la  ricerca di Ca’ Foscari che affronta le maggiori sfide globali. Lead Angels 1.0 inaugura il ciclo “Art for Global Challenges”, approccio artistico alle ricerche interdisciplinari nel tipico stile Science Gallery. L’opera, con la quale il visitatore potrà interagire attivamente, interpreta in modo artistico il tema della radiazione, dell’energia, dei numeri casuali, del caos, della vita e della morte.

L’installazione, in collaborazione con INFN e il progetto Art & Science across Italy, sarà inaugurata all’opening di Venetonight e rimarrà aperta al pubblico durante tutta la durata dell’evento  (28 settembre – 4 ottobre). Guarda il VIDEO

 

Lead Angels 1.0_Frederik De Wilde_2014 from frederik de wilde on Vimeo.

Mostra “CYFEST, Weather Forecast: Digital Cloudiness”

Il più grande festival d’arte e tecnologia russo, realizzato dal Cyland Media Art Lab di San Pietroburgo, dopo essere giunto per la prima volta in Italia alla Reggia di Caserta, approderà anche a Venezia. Ca’ Foscari ospiterà la tappa conclusiva dell’XI edizione che cade nell’anno della cultura russa in Italia, con un tour mondiale partito quest’anno da San Pietroburgo. In linea con il tema del Cyfest 2017-2018, “Weather Forecast: Digital cloudiness”, la mostra invita gli artisti a misurarsi con l’influenza delle tecnologie sulla nostra vita.

La mostra sarà inaugurata il 28 settembre alle ore 18.30 e rimarrà aperta fino al 28 ottobre a Ca’ Foscari Zattere, tesa 1. La mattina del 28 dalle ore 10 alle 12 sempre a CFZ, tesa 2, si terrà un workshop sulla mostra con la presenza degli artisti Marco Nereo RotelliAlexandra Dementieva e Vlad Strukov.

Mostra Artico – Viaggio interattivo al Polo Nord

I cambiamenti climatici rappresentano una sfida cruciale per il futuro del Sistema Terra e l’Artico è la regione del Pianeta in cui si manifestano più rapidamente che altrove. Attraverso installazioni multimediali, esperimenti interattivi, apparecchiature scientifiche, ricostruzioni in scala, documenti, oggetti e immagini suggestive, la mostra guida il pubblico alla scoperta di questa regione. Il percorso prosegue mettendo a fuoco le principali attività di ricerca che l’Italia conduce in Artico e in particolare a Ny Ålesund, nelle Isole Svalbard, dove il Cnr gestisce la stazione di ricerca “Dirigibile Italia”. La mostra sarà inaugurata il 28 settembre alle ore 15 presso il campus Scientifico – Edificio Alfa di via Torino.

Testo e immagine da Ufficio Comunicazione Università Ca’ Foscari Venezia