25 Febbraio 2016
1024px-Reqê_sêlane
Scavi presso Kavuşan Höyük, nella Provincia di Diyarbakır (Turchia meridionale), hanno evidenziato l’utilizzo di tartarughe, testuggini e tartarughe palustri nei costumi funerari di epoca post-Assira. Di particolare rilevanza sarebbero in particolare i resti di tartaruga dal guscio molle dell’Eufrate (Rafetus euphraticus), che si distinguono per quantità e trattamento.
Diyarbakir_in_Turkey.svg
In particolare, una tomba conteneva i resti (aventi oltre 2500 anni) di un bambino di 6-7 anni (il cui sesso non è stato determinato dagli archeologi), di una donna di età compresa tra i 45 e i 55 anni, e di diverse tartarughe macellate. Una fibula in ferro potrebbe indicare che si trattava di una bambina.

Lo studio “Buried with turtles: the symbolic role of the Euphrates soft-shelled turtle (Rafetus euphraticus) in Mesopotamia”, di Rémi Berthon, Yılmaz S. Erdal, Marjan Mashkour e Gülriz Kozbe, è stato pubblicato su Antiquity.
Link: Antiquity; Discovery News
Tartaruga dal guscio molle dell’Eufrate (Rafetus euphraticus), foto di Dûrzan cîrano, da WikipediaCC BY-SA 3.0.
La provincia turca di Diyarbakır, da Wikipedia, CC BY-SA 3.0, caricata da e di TUBS (TUBS Own work This vector graphics image was created with Adobe Illustrator. This file was uploaded with Commonist. This vector image includes elements that have been taken or adapted from this:  Turkey location map.svg (by NordNordWest)).

Write A Comment

Pin It