14 Febbraio 2016

Austin "Chad" Hill, dell'Università del Connecticut, prepara un drone a Fifa in Giordania. Credit: Photo by Morag M. Kersel, courtesy of the Follow the Pots Project
Austin “Chad” Hill, dell’Università del Connecticut, prepara un drone a Fifa in Giordania. Credit: Photo by Morag M. Kersel, courtesy of the Follow the Pots Project

Il drone si sta rivelando uno strumento utilissimo e dalle grandi potenzialità per documentare gli scavi, per la mappatura del paesaggio, per individuare ciò che è stato sepolto. Questi velivoli sono però utilissimi pure per monitorare le distruzioni in atto presso un sito, o i saccheggi.
Velivoli aerei senza pilota – droni – sono stati utilizzati per documentare e monitorare il paesaggio della piana del Mar Morto in Giordania. Ne è risultato che i saccheggi continuano, anche se a un ritmo inferiore rispetto agli anni precedenti. Nel 2013-2014, a Fifa (un sito della prima Età del Bronzo in Giordania), si verificarono 34 episodi di saccheggio. L’anno successivo, per fortuna, le prove in tal senso diventano minime o svaniscono. Chiaramente gli archeologi si interrogano pure su questo: non vi sono più tombe da saccheggiare o i tombaroli hanno trovato fonti più redditizie?
I buchi testimoniano saccheggi a Fifa in Giordania. Credit: Image by Austin "Chad" Hill, courtesy of the Follow the Pots Project
I buchi testimoniano saccheggi a Fifa in Giordania. Credit: Image by Austin “Chad” Hill, courtesy of the Follow the Pots Project

Da anni gli archeologi usano le immagini satellitari per documentare i saccheggi. Il paesaggio lunare di Fifa ha suggerito qui la possibilità di utilizzare invece i droni. Dopo tre stagioni, durante le quali lo strumento è stato utilizzato per questi fini a Fifa, in Giordania, si è dunque dimostrato che il drone è in grado di documentare i danni in corso subiti da un sito.

Morag M. Kersel, assistente di antropologia all’Università DePaul, ha effettuato una presentazione sul drone come strumento per l’archeologia il 14 Febbraio, durante il meeting annuale della American Association for the Advancement of Science.
Altri link:
Follow the Pots Project
http://followthepotsproject.org/
Galilee Prehistory Project
http://galileeprehistoryproject.org
Link: EurekAlert! via DePaul University