25 Febbraio 2016
figure1
Un pendente con incisioni e risalente al Mesolitico è stato ritrovato a Star Carr, nello Yorkshire settentrionale. Il pendente di forma triangolare risale data a 11 mila anni fa ed è stato ricavato da un pezzo singolo della roccia sedimentaria nota come shale.
Il reperto è piccolo (31×35 mm) e fragile, e costituisce la prima testimonianza artistica per il Mesolitico in Gran Bretagna. Su di esso è possibile vedere una serie di linee che rappresenterebbero un albero, una cartina, una foglia o persino un conteggio. Le incisioni erano appena visibili al momento della scoperta: si sono perciò utilizzate diverse tecniche di microscopia digitale per generare immagini ad alta risoluzione. Potrebbe essere stato proprietà di uno sciamano o utilizzato per fini di protezione spirituale.
Si tratta di un reperto unico, visto che motivi prodotti con incisioni su pendenti del Mesolitico sono estremamente rari, e non vi sono altri pendenti di questo tipo che siano stati prodotti con questo materiale. Reperti con simili decorazioni provengono dall’area del Mare del Nord, e dalla Scandinavia meridionale: possono perciò parlarci di connessioni culturali tra questi gruppi alla fine dell’Era Glaciale. Nel sito di Star Carr si sono pure recuperati grani di collane (sempre in roccia shale), un pezzo di ambra perforata e due denti animali perforati.

Lo studio “A Unique Engraved Shale Pendant from the Site of Star Carr: the oldest Mesolithic art in Britain”, di Nicky Milner, Michael Bamforth, Gareth Beale, Julian C. Carty, Konstantinos Chatzipanagis, Shannon Croft, Chantal Conneller, Ben Elliott, Laura C. Fitton, Becky Knight, Roland Kröger, Aimée Little, Andy Needham, Harry K. Robson, Charlotte C.A. Rowley, Barry Taylor, è stato pubblicato su Internet Archaeology.
Link: Internet ArchaeologyEurekAlert! via University of York
Fotografia del pendente del Mesolitico da Star Carr, con tenui incisioni. Da Internet Archaeology, CC BY 3.0. Image copyright: PostGlacial project.