11-3 Settembre 2014
800px-All_Gizah_Pyramids
JSTOR-Daily rilancia (anche con l’account Twitter) una nuova teoria riguardante la costruzione delle Piramidi. Una delle difficoltà maggiori nello spiegarci la costruzione di queste risiede, infatti, nel peso dei singoli blocchi utilizzati (anche 2,5 tonnellate), in mancanza di ruote e animali da traino.

La ricerca in questione mostrerebbe come l’aggiunta di acqua alla sabbia la rende non solo coesa (come nei castelli di sabbia), ma riduce anche l’attrito di oggetti tirati sulla stessa: in questo caso, slitte di legno in grado di portare i suddetti blocchi.
Lo studio  “Sliding Friction on Wet and Dry Sand”, di A. Fall, B. Weber, M. Pakpour, N. Lenoir, N. Shahidzadeh, J. Fiscina, C. Wagner, e D. Bonn, è stato pubblicato su Physical Review Letters 112, 175502 in data 29 Aprile 2014.
Link: JSTOR-Daily; Physics.asp.org
Foto di tutte le Piramidi di Gizah, da Wikipedia, CC BY-SA 2.0, di Ricardo Liberato e caricata da Ikiwaner.