Israele: centinaia di frammenti di affresco da Zippori

10 Agosto 2016

La testa di un toro, secondo secolo dell'era volgare (Photo: G. Laron)
La testa di un toro, secondo secolo dell'era volgare (Photo: G. Laron)

Centinaia di frammenti di un affresco di epoca romana sono stati ritrovati a Seffori o Zippori (anche nota come Diocaesarea), in Galilea. La città era un importante centro urbano in epoca romana e bizantina.

La scoperta è stata effettuata questa estate: gli affreschi decoravano un edificio monumentale del secondo secolo dell'era volgare, collocato a nord del decumano (la strada colonnata che divideva da est a ovest la città, e che giungeva fino ai piedi dell'Acropoli). I manufatti indicano che si trattava di un importante edificio pubblico, ma la sua funzione non è ancora chiara: si estendeva per una vasta area. Al centro vi erano un cortile pavimentato in pietra e un portico laterale decorato. A nord e a ovest del cortile si sono ritrovati depositi e cisterne d'acqua. Fu smantellato nel terzo secolo, per motivi ancora non chiari, e sostituito da un altro edificio più grande.

Retro di una tigre con coda, secondo secolo dell'era volgare (Photo: G. Laron)
Retro di una tigre con coda, secondo secolo dell'era volgare (Photo: G. Laron)

I frammenti provenivano da un'unica area, probabilmente appartenevano a una delle stanze. Sono variegati e decorati con diversi colori: presentano pattern geometrici (guilloché), motivi floreali, ecc. Particolarmente importanti la testa di un leone, quella di un animale cornuto (probabilmente un toro), un uccello, una tigre. Almeno un frammento comprende un uomo con una clava.

La popolazione di Zippori crebbe solo dopo la Prima Guerra Giudaica, ad indicare un cambiamento da parte degli Ebrei della Galilea verso Roma e la sua cultura. La città ottenne pure lo status di polis. I ritrovamenti sono di grande importanza per l'epoca, non esistendo di simili presso altri siti israeliani dello stesso periodo.

Guilloché, secondo secolo dell'era volgare (Photo: G. Laron)
Guilloché, secondo secolo dell'era volgare (Photo: G. Laron)

Link: AlphaGalileo via Hebrew University of Jerusalem


Israele: la VI Legione Ferrata a Megiddo

7 - 9 Luglio 2015
800px-Tel_megido
Durante il regno dell'Imperatore Adriano, nel nord della Giudea, era stazionata la VI Legione Ferrata. La Legione rimase fino a buona parte del terzo secolo e fu impiegata durante la prima guerra giudaica e la ribellione di Bar-Kokhba.
A partire dall'estate del 2013 sono cominciati gli scavi nei pressi di Tel Megiddo: tra i ritrovamenti un grande muro, stanze e numerosi reperti come monete, tegole in ceramica, frammenti di armature a scaglie. Si sarebbe anche individuata la Via Principalis.
Link: Israel Ministry of Foreign Affairs; The Times of IsraelJezreel Valley Regional Project
Tel Megiddo, foto da WikipediaPubblico Dominio, caricata da Sandik~commonswiki (Created by משתמש:אסף.צ uploaded Daniel.baranek - he-wiki).
 


Bagno di duemila anni fa al di sotto del soggiorno di una casa vicino Gerusalemme

1 Luglio 2015
Jerusalem_District_in_Israel_(+disputed_hatched)_(semi-Israel_areas_hatched).svg
Scoperto in Israele un miqwe, un bagno rituale, assai ben preservato e conforme alle esigenze dell'Halakhah. Il bagno, intagliato nella roccia, risale al primo secolo d. C. e al tempo del Secondo Tempio.
Il bagno misura 3,5 metri di lunghezza per 2,4 di larghezza, ed è profondo 1,8 metri. È stato scoperto al di sotto del soggiorno di una casa, ad Ein Kerem, vicino Gerusalemme. Si tratta anche del luogo dove secondo la tradizione cristiana sarebbe nato Giovanni il Battista. Ritrovate anche ceramiche e contenitori e tracce di un incendio forse risalente alla Prima Guerra Giudaica del 70 d. C.
Link: Israel Antiquities Authority; Israel Ministry of Foreign Affairs; Science Daily via Reuters; The Times of Israel; CBS News via Associated Press; Daily Mail
Il distretto di Gerusalemme in Israele, da Wikipedia, CC BY-SA 3.0, caricata da e di TUBS (TUBS - Own work This vector graphics image was created with Adobe Illustrator. This file was uploaded with Commonist. This vector image includes elements that have been taken or adapted from this:  Israel location map.svg (by NordNordWest).)
 


Ritrovati i resti di un antico arco di Tito a Roma

28 - 29 Maggio 2015
Ritrovati, durante le operazioni di scavo e di restauro presso il Circo Massimo, i resti di un altro grande arco dedicato all'Imperatore Tito nell'anno della sua morte, l'81 d. C. Non poche le difficoltà incontrate dalla Soprintendenza Romana.
L'arco era alto 10 metri e profondo 15, con un'ampiezza di 17 metri. Celebrava la vittoria nella Prima Guerra Giudaica (66 - 73 d. C.) che si concluse con la distruzione di Gerusalemme. Si collocava nel Circo Massimo ed era sovrastato da una quadriga in bronzo. L'opera è precedente l'altro arco ancora visibile sul Palatino, e sempre dedicato all'Imperatore, che fu completato nel 90 d. C.
Link: ANSA 1, 2; RAI NewsRepubblica Roma; Arte.it; ilGiornale; Il Messaggero