Call for papers: “Atena e Minerva. Tra Iconografia e Letteratura”

Atena e Minerva. Tra Iconografia e LetteraturaCome da tradizione, anche per l’estate 2020 il Museo delle Religioni promuoverà due incontri di studi internazionali che si terranno ai Castelli Romani tra i mesi di giugno e luglio.

Qui potete trovare la call for papers del convegno internazionale “Atena e Minerva. Tra Iconografia e Letteratura” (Velletri, 3-6 giugno 2020). Una sessione del convegno sarà dedicata alla Pallade Veliterna, statua rinvenuta a Velletri nel 1797 e conservata oggi a Parigi, al Museo del Louvre. Vi sarò grato se potrete diffondere la call tra gli studiosi che ritenete possano essere interessati.

Nel mese di luglio, invece, si terrà a Nemi il primo seminario internazionale dedicato all’editio maior del Ramo D’Oro di James Frazer. L’attenzione sarà posta sul primo volume dell’editio maiorThe Magic Art and the Evolution of Kings. La call del seminario verrà ufficializzata a gennaio 2020.

a presto

Call for papers “Atena e Minerva. Tra Iconografia e Letteratura” (Velletri, 3-6 giugno 2020):

 

Museo delle Religioni “Raffaele Pettazzoni”

 

Atena e Minerva

tra Iconografia e Letteratura

3-6 giugno 2020

Velletri (Roma)

Call for Papers

 

 

Due sono le finalità del presente convegno:

1) L’analisi della documentazione antica, letteraria come iconografica, delle tradizioni mitiche e di tutti quei racconti aventi per protagoniste le dee Atena e Minerva. Sarà parimenti oggetto d’analisi come questi racconti vengano poi rielaborati nell’arte e nella letteratura delle epoche seguenti, dal medioevo all’età contemporanea.

2) Le motivazioni per le quali le due divinità sono state identificate nell’Antichità. Quali sono le caratteristiche che hanno indotto a questa identificazione? Come questa si presenta nella documentazione? Quali le differenze tra le due dee? Quali invece i tratti peculiari?

Nell’insieme, il convegno intende porsi come un’occasione di confronto interdisciplinare che favorisca il dialogo tra i diversi approcci di analisi alla documentazione e le relative discipline: antropologia, archeologia, filologia classica, storia, storia dell’arte, storia della letteratura, storia delle religioni.

Una specifica sezione del convegno sarà dedicata all’analisi storico-artistica e alla storia della Pallade Veliterna, statua rinvenuta a Velletri nel 1797 e conservata oggi a Parigi, al Museo del Louvre.

Comitato Scientifico: Igor Baglioni (Museo delle Religioni “Raffaele Pettazzoni”), Giuseppe Capriotti (Università degli Studi di Macerata), Massimiliano Di Fazio (Università degli Studi di Pavia), Rachele Dubbini (Università degli Studi di Ferrara), Andrea Ercolani (Istituto di Studi Sul Mediterraneo - Napoli), Andrzej Gillmeister (University of Zielona Góra), Valeria Merola (Università degli Studi dell’Aquila), Marco Nocca (Accademia di Belle Arti di Roma), Francesco Ursini (Sapienza Università di Roma).

Segreteria organizzativa: Igor Baglioni (Museo delle Religioni “Raffaele Pettazzoni”).

Gli studiosi interessati a presentare un contributo possono inviare un abstract di non più di una pagina (max 2.000 battute) al dott. Igor Baglioni ([email protected]) entro e non oltre il giorno 1 aprile 2020.

All’abstract dovranno essere allegati: il titolo del paper; l’area prescelta; una breve nota biografica degli autori; un recapito di posta elettronica; un recapito telefonico.

Le relazioni potranno essere presentate nelle seguenti lingue: francese, inglese, italiano, spagnolo.

L’accettazione dei papers sarà comunicata (via posta elettronica) alle persone interessate entro il 10 aprile 2020.

Entro il 20 maggio 2020 dovrà essere consegnato (sempre in via posta elettronica) il paper corredato da note e bibliografia. La consegna del paper è vincolante per la partecipazione al convegno.

Date da ricordare:

Chiusura call for papers: 1 aprile 2020.

Notifica accettazione paper: 10 aprile 2020.

Consegna paper: 20 maggio 2020.

Convegno: 3-6 giugno 2020.

 

La partecipazione al convegno è gratuita. I relatori residenti fuori la provincia di Roma saranno ospitati nelle strutture convenzionate al Museo delle Religioni “Raffaele Pettazzoni”, usufruendo di una riduzione sul normale prezzo di listino.

È prevista la pubblicazione degli Atti su Religio. Collana di Studi del Museo delle Religioni “Raffaele Pettazzoni” (Edizioni Quasar) e su riviste scientifiche specializzate. Le relazioni da pubblicare saranno oggetto di un peer review finale.

Sono previste visite serali gratuite ai musei e ai monumenti dei comuni nell’area dei Castelli Romani. Il programma delle visite sarà reso noto contestualmente al programma del convegno.


Velletri: conferenza “Folklore e Tradizioni Popolari”

La conferenza “Folklore e Tradizioni Popolari” si terrà lunedì 22 luglio, alle ore 18:00, presso la sala Tersicore del palazzo comunale di Velletri. L’incontro conclude la manifestazione “Giornate del Folklore Internazionale” che vedrà esibirsi a Velletri, nei giorni precedenti, gruppi folklorici provenienti dall’Isola di Pasqua, Honduras, Bielorussia, Botswana e Italia.

In basso trovate il programma completo della conferenza e link utili per ottenere maggiori informazioni.

Non mancate!

Museo delle Religioni “Raffaele Pettazzoni”

 

Folklore e Tradizioni Popolari

Lunedì 22 luglio 2019

Sala Tersicore del Palazzo Comunale di Velletri

Piazza Cesare Ottaviano Augusto 1, Velletri (Roma)

Saluti:

 

Orlando Pocci, sindaco di Velletri

Romina Trenta, assessore alla cultura

Sabina Ponzo, consigliere comunale

Intervengono:

Alessandra Broccolini (Sapienza Università di Roma), Folklore o patrimonio culturale immateriale? I diversi significati della tradizione nel nuovo millennio

Katia Ballacchino (Università degli Studi di Salerno), Il patrimonio culturale immateriale come risorsa per la comunità

Daniele Parbuono (Università degli Studi di Perugia / Chongqing University of Arta and Sciences), Folklore e folclorismi. Diversi modi di sentirsi locali

Coordina:

Igor Baglioni (Museo delle Religioni “Raffaele Pettazzoni”)

Ore 19:30

Folklore Velletrano

Info

Mail: [email protected]


Il Museo delle Religioni “Raffaele Pettazzoni” attiva una Scuola di Alta Formazione in Studi Storico-Religiosi

A partire dal mese di gennaio 2019 il Museo delle Religioni “Raffaele Pettazzoni” attiverà una Scuola di Alta Formazione in Studi Storico-Religiosi. La Scuola si articolerà in 11 sezioni. In basso, l’elenco esaustivo con l’indicazione dei responsabili di ciascuna sezione, il mese in cui si terranno gli incontri di formazione e, ove già definito, l’argomento dell’incontro. Ciascun incontro consterà di tre giorni di formazione intensiva e di avvio alla ricerca con i maggiori specialisti del settore riguardo ai temi definiti per ogni sezione, con approfondimenti in merito alla documentazione disponibile e alla metodologia di analisi relativa. La Scuola si rivolge principalmente a laureandi in discipline umanistiche, dottorandi e dottori di ricerca nelle medesime discipline e agli insegnanti della scuola secondaria, non escludendo comunque dalla frequenza degli incontri quanti, pur non appartenendo alle categorie sopra menzionate, siano in possesso delle conoscenze di base necessarie alla frequenza del corso.

Parallelamente, durante le attività della Scuola, si svolgeranno anche visite guidate ai musei, alle aree archeologiche e ai centri storici dei comuni dei Castelli Romani.

Sede degli incontri di formazione: Hotel Villa Robinia, viale Fratelli Rosselli 19, Genzano di Roma.

I bandi per ciascuna sezione, con il programma dettagliato degli interventi previsti e l’indicazione delle quote di iscrizione relative, saranno pubblicati di volta in volta nei prossimi mesi. Si precisa che i diversi incontri programmati rientrano nelle iniziative di formazione e aggiornamento dei docenti, secondo la normativa vigente, e danno luogo – per insegnanti di ogni ordine e grado – agli effetti giuridici ed economici della partecipazione alle iniziative di formazione, e sono pertanto finanziabili con la “Carta del docente” prevista dalla L. 107/2015, cosiddetta “La Buona Scuola”.

Leggere di più


Velletri: convegno "Imago Deorum. Culto e Rappresentazione delle Divinità nell’Antica Roma"

Museo delle Religioni “Raffaele Pettazzoni”

 

Imago Deorum.

Culto e Rappresentazione delle Divinità nell’Antica Roma

 

11-12 maggio 2018

Sala Tersicore - Palazzo Comunale di Velletri

Piazza Cesare Ottaviano Augusto 1

 

Venerdì 11 maggio

 

Ore 10:00 - Saluti Istituzionali:

 

Igor Baglioni, Direttore Museo delle Religioni “Raffaele Pettazzoni”

Maria Paola De Marchis, Vicepresidente Consorzio SBCR - Sistema Biblioteche Castelli Romani

Giuliano Cugini, Presidente Calliope Associazione Culturale

Sara di Luzio, Direttore Gruppo Archeologico Veliterno

Lorenzo Bongirolami, Direttore Gruppo Archeologico Latino Colli Albani “Bruno Martellotta”

 

Ore 10:30 - Prima Sessione

 

Marina Piranomonte (Soprintendenza Speciale Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Roma), Anna Perenna, la dea ritrovata

Caterina Mascolo (Sapienza Università di Roma), Armata, matronale o ammaliante? Alcune riflessioni relative alla restituzione iconografica del simulacro di Venere Genitrice

Vito Mazzuca (Sapienza Università di Roma), Iside, la dea multiforme: culto e rappresentazione a Roma

 

Venerdì 11 maggio

 

Ore 15:00 - Seconda Sessione

 

Ginevra Benedetti (Università degli Studi di Siena), Il «dio totale»: Pantheus come risultato delle interpretationes intralinguistiche ed iconografiche del politeismo antico

Elena Santilli (Università degli Studi di Macerata), Apollo violento, Apollo trickster e infine Dio, tra divinità e profetazione sibillina

 

Pausa

 

Claudia Conese (Università degli Studi di Firenze), Il Giano dei Fasti e lo ianus geminus

Francesco Ursini (Sapienza Università di Roma), Le divinità agricole come fattori di stabilizzazione nei Fasti di Ovidio

 

Ore 17:00 - Presentazione del volume

Nel giardino di Pomona. Le ‘Metamorfosi’ di Ovidio e lʼinvenzione di una mitologia in terra dʼItalia, Universitätsverlag Winter, Heidelberg 2017

di Laura Aresi

 

Intervengono:

Igor Baglioni (Museo delle Religioni “Raffaele Pettazzoni”)

Luciana Furbetta (Sapienza Università di Roma)

Laura Aresi (Heidelberg Univesity)

 

Sabato 12 maggio

 

Ore 10:00 - Terza Sessione

 

Valeria Ducatelli (Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”), gli dèi alle porte. Fondazioni cultuali nei pressi di porte urbiche

Fabio Giorgio Cavallero (Sapienza Università di Roma), Le riforme graccane e l’immagine politico-cultuale della Bona Dea Subsaxana

 

Pausa

 

Vittoria Canciani (Università degli Studi di Verona), L’immaginario mitraico romano: presentazione di alcuni dati preliminari

Ennio Sanzi (Società Italiana di Storia delle Religioni), Iuppiter Optimus Maximus Dolichenus: dalla Commagene a Roma. Osservazioni storico-religiose

 

Ore 12:00 - Presentazione del volume

Maghi Sacerdoti Santi. Un itinerario storico-religioso attraverso le “crisi” dei primi secoli della nostra èra, Lithos editrice, Roma 2015.

di Ennio Sanzi

 

Intervengono:

Igor Baglioni (Museo delle Religioni “Raffaele Pettazzoni”)

Claudia Santi (Università della Campania “Luigi Vanvitelli”)

Ennio Sanzi (Società Italiana di Storia delle Religioni)

 

Ore 15:00 - Quarta Sessione

 

Intervengono:

Clara Di Fazio (Sapienza Università di Roma), Iuppiter Latiaris e Fortuna Primigenia: culto e rappresentazione di due divinità latine a Roma

Paolo Garofalo (Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”), Iuno Sospita Mater Regina: culto e rappresentazione di una divinità tra Lanuvio e Roma

 

Pausa

 

Ore 17:00 - Presentazione del volume

Castor a Roma. Un dio Peregrinus nel foro, Agorà & Co., Lugano 2017,

di Claudia Santi

 

Intervengono:

Igor Baglioni (Museo delle Religioni “Raffaele Pettazzoni”)

Claudia Santi (Università della Campania “Luigi Vanvitelli”)

 

Saluto di chiusura lavori:

Roberto Alessandrini, Presidente Associazione “Legio Secunda Parthica Severiana”

Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/742227449499270/


Velletri: presentazione del libro "Il protagonismo delle donne in terra d’islam"

Museo delle Religioni “Raffaele Pettazzoni”

 Presentazione del libro

Il protagonismo delle donne in terra d’islam

Appunti per una lettura storico-politica

 donne-e-islam-1

a cura di Leila Karami e Biancamaria Scarcia Amoretti

 Sabato 10 dicembre 2016 - ore 10:00

Palazzo Romani - sede Università Telematica “Pegaso”

Corso della Repubblica 253 - Velletri (Rm)

 

Saluti istituzionali:

Maria Paola De Marchis - Presidente Fondazione “Museo delle Religioni Raffaele Pettazzoni”

 

Introduce e modera:

Igor Baglioni - Direttore del Museo delle Religioni “Raffaele Pettazzoni”

 

Presentano il volume le curatrici dell’opera:

Leila Karami (Sapienza Università di Roma)

Biancamaria Scarcia Amoretti (Sapienza Università di Roma)

Interverranno tra gli altri:

Claudia Borgia - fotografa

Sonia Dosti - Economista, esperta in migrazione e sviluppo

Marisa Paolucci - giornalista e scrittrice

Raoul Villano - docente di lingua e letteratura araba all’Università degli Studi di Roma Tre

 
Facebook: https://www.facebook.com/events/1417876315186807/
Scheda del libro:
http://www.ediesseonline.it/catalogo/sessismoerazzismo/il-protagonismo-delle-donne-terra-dislam


Spettacolo "Mira la rondondella" - Musica, Storie e Storia dai Castelli Romani: 23 aprile

20 Aprile 2015

Mira la rondondella - Musica, Storie e Storia dai Castelli Romani

Spettacolo tratto dall’omonimo libro di Sandro Portelli, Squilibri Ed.2012

Casa della Memoria e della Storia - 23 aprile 2015 ore 17.30

Mira la Rotondella
 Quattro musicisti e due attori mettono in scena l’esito di una quarantennale ricerca sul campo che ha interessato Albano, Ariccia, Genzano, Lanuvio, Lariano, Marino, Rocca di Papa e Velletri, toccando anche Frascati e Grottaferrata. Lo spettacolo ricostruisce una memoria storica e una cultura musicale forgiate dalla vicinanza con Roma e dal rapporto con la terra, nell’originale intreccio di cultura contadina ed echi urbani.
Leggere di più