InGriD, progetto di digitalizzazione dei graffiti tedeschi

1 Marzo 2016

Photo: Universität Paderborn
Photo: Universität Paderborn

I graffiti sono ovunque e dividono nel giudizio, tra coloro che li considerano vandalismo e coloro che invece li vedono come espressione creativa nel grigio paesaggio urbano. I graffiti però sono anche per molte discipline scientifiche  un'interessante materia di ricerca e studio.
Un nuovo progetto di digitalizzazione, iniziativa del Karlsruher Instituts für Technologie (KIT) e dell'Università di Paderborn, il cui nome è “Informationssystem Graffiti in Deutschland” – InGriD (sistema informativo sui graffiti in Germania), permetterà ora di accedere a più di 120 mila graffiti in tutta la Germania.
Photo: Universität Paderborn
Photo: Universität Paderborn

Sarà dunque possibile studiare i graffiti grazie al volume di dati ora disponibile, e per il quale si programma un'estensione tanto geografica che temporale. Mannheim, ad esempio, costituisce un caso molto interessante, di città nella quale alcuni graffiti datano agli anni novanta del secolo scorso. Sarà pure possibile individuare le attività dei vari artisti, oltre che di potenziali aree conflittuali nelle città.
Photo: Universität Paderborn
Photo: Universität Paderborn

Link: AlphaGalileo 1, 2 via Karlsruhe Institute of Technology 1, 2


Milano: a Palazzo Reale le prossime tre edizioni del Premio Cairo

Cultura

A Palazzo Reale le prossime tre edizioni del Premio Cairo

Nato nel 2000 è il trampolino per i giovani talenti dell'arte contemporanea. L'anno scorso vinse Alessandro Piangiamore

palazzo-reale.jpg

Milano, 15 febbraio 2016 – Le prossime tre edizioni del prestigioso PREMIO CAIRO e dell’annesso Premio Arte si spostano nelle storiche sale di Palazzo Reale in vista di una collaborazione triennale tra Comune di Milano e Cairo Editore dal 2016 al 2018.
Nato nel 2000 dalla volontà e dalla passione dell’editore Urbano Cairo a sostegno della giovane arte italiana, il PREMIO CAIRO è un importante trampolino di lancio per i nuovi talenti italiani, un‘esperienza grazie alla quale si possono consolidare nel mondo dell’arte contemporanea a livello nazionale ed internazionale.

Leggere di più


Milano: presentata la 21esima edizione del miart

Miart

Del Corno: “Milano si conferma città ideale per la produzione dell'arte contemporanea”

Presentata a Palazzo Marino la 21esima edizione del miart 2016, che si svolgerà dall'8 al 10 aprile 2016, a cui parteciperanno 154 gallerie d'arte provenienti da 16 paesi

produzione_arte_contemporanea_630.jpg

Milano, 26 gennaio 2016 – Dall' 8 al 10 aprile Fieramilanocity accoglierà 154 gallerie internazionali per il miart 2016, la ventunesima edizione della fiera internazionale d’arte moderna e contemporanea di Milano organizzata da Fiera Milano. A Milano sarà presente il meglio dell’arte moderna, contemporanea e del design a edizione limitata proveniente da 16 paesi (Austria, Belgio, Corea, Danimarca, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Irlanda, Italia, Norvegia, Repubblica Slovacca, Spagna, Stati Uniti, Svizzera, Uruguay). Stamattina in Sala Alessi, a Palazzo Marino, è stata presentata la nuova edizione del miart.
La novità per il 2016 è rappresentata dalla sezione Decades, che con le sue 9 gallerie propone un percorso lungo il Ventesimo secolo secondo una scansione per decenni. Decades traccia un racconto che enfatizza le due anime che definiscono miart – quella legata all’arte moderna e quella legata all’arte contemporanea – sostenendo in particolar modo l’arte storica di qualità in un momento di forte attenzione del mercato internazionale per l’arte del secondo dopoguerra, in particolare italiana.

Decades si aggiunge alle quattro sezioni che caratterizzano miart dal 2013: Established, che raccoglie 98 espositori - suddivisi nelle sottosezioni Master, per le gallerie che propongono artisti storicizzati, e Contemporary, dedicata alle gallerie specializzate nel contemporaneo; Emergent, dedicata a 16 gallerie internazionali focalizzate sulla ricerca delle giovani generazioni, di cui 11 straniere; THENnow, che presenta 8 coppie di gallerie nelle quali sono messi in dialogo un artista storico e uno appartenente a una generazione più recente; e infine Object, dedicata a una selezione di 15 gallerie attive nella promozione di oggetti di design contemporaneo concepiti in edizione limitata e fruiti come opere d’arte.

Leggere di più


Artline Milano: gli otto artisti vincitori del concorso

Cultura

Artline Milano, ecco gli otto artisti vincitori del concorso

Le opere ideate da under 40 saranno esposte al Parco d’Arte Contemporanea presso City Life. Nel percorso, visitabile da aprile, saranno visibili anche lavori di artisti di fama internazionale. I progetti sono in mostra fino al 10 gennaio a Palazzo Reale con ingresso libero

artline.jpg

Milano, 4 gennaio 2016 – Riccardo Benassi (1982 - Italia), Rossella Biscotti (1978 - Italia), Linda Fregni Nagler (1976 - Italia), Shilpa Gupta (1976 - India), Adelita Husni-Bey (1985 - Italia), Wilfredo Prieto (1978 - Cuba), Matteo Rubbi (1980 - Italia) e Serena Vestrucci (1986 - Italia). Questi gli otto artisti vincitori del concorso Artline Milano, le cui opere faranno parte del percorso espositivo permanente del futuro “Parco d'Arte Contemporanea” di Milano, che prenderà vita a partire da aprile 2016 nel nuovo quartiere di CityLife, quando sarà posizionata la prima opera.

Leggere di più


Mostra Umberto Passeretti, un presente antichissimo ai Mercati di Traiano di Roma

MERCATI DI TRAIANO MUSEO DEI FORI IMPERIALI

1 Dicembre 2015 - 17 Febbraio 2016

  Passeretti IMMAGINE WEB

UMBERTO PASSERETTI

un presente antichissimo

 a cura di Gabriele Simongini

Leggere di più


“Arte alla Luce”, al via il progetto con ragazzi di Palermo, Bari e Gioiosa Jonica

“ARTE ALLA LUCE”
Al via il progetto di Save the Children e MiBACT con ragazzi di Palermo, Bari e Gioiosa Jonica Coinvolti gli artisti Massimo Grimaldi, Domenico Mangano, Adrian Paci

1448468223041_save-the-children

Secondo i dati contenuti nell’Atlante dell’infanzia di Save the Children, non c’è solo la povertà economica a colpire i bambini ma anche la povertà educativa, cioè la mancanza di opportunità formative e ricreative fondamentali per il pieno sviluppo di un bambino e adolescente.
In Italia circa 2 minori su 3 (il 64%) fra 6 e 17 anni non hanno visitato una mostra o museo, un sito archeologico, non sono andati a concerti o a teatro, non hanno letto un libro, non fanno attività fisica regolare, non usano tutti i giorni Internet, vivono quindi una condizione di deprivazione culturale e ricreativa 1 .
Percentuali che salgono ulteriormente in Sicilia (79%), Calabria (78,4%) e Puglia (74%).
Prendendo in esame il solo dato sulla fruizione artistica, emerge come il 55,2% dei minorenni 6-17 anni nel nostro paese non ha fatto visita a un museo o mostre e il  69,4% a un sito archeologico, nell’arco di un anno.
In Sicilia è il 72% dei minorenni 6-17 anni che non ha visitato, neanche una volta in 12 mesi, una mostra o museo e il 77,6% un sito archeologico. In Puglia e Calabria il 69% di bambini e adolescenti non è entrato in un museo e, rispettivamente, il 75,4 e 78,6% a non aver visitato in un sito archeologico e monumenti, nell’arco di un anno 2 .
Per contrastare questa deprivazione e dare a tanti bambini e adolescenti la possibilità di conoscere e sperimentare l’arte, è stato lanciato oggi - alla presenza del Ministro dei beni culturali e del turismo Dario Franceschini - il progetto “Arte alla luce” che nasce dal Protocollo d’intesa fra Save the Children e il Mibact-Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane.
Il progetto coinvolgerà circa 50 ragazzi e ragazze dai 13 ai 17 anni, delle città di Palermo, Gioiosa Jonica e Bari: 3 artisti - Massimo Grimaldi, Domenico Mangano e Adrian Paci - li accompagneranno, per tre giorni in ciascuna città, nella elaborazione di un percorso artistico. Il workshop sarà preceduto da due settimane di incontri e formazione.

Leggere di più


Nasce "Arte alla Luce" per promuovere l'Arte Contemporanea tra i giovani

PERIFERIE: NASCE "ARTE ALLA LUCE", PROGETTO SAVE THE CHILDREN E MIBACT PER PROMUOVERE L'ARTE CONTEMPORANEA TRA I GIOVANI

1448468223041_save-the-children

Lunedì 30 novembre a Roma alle ore 11.00 presso il Salone del Ministro del MiBACT in via del Collegio Romano 27 alla presenza del Ministro Dario Franceschini verrà presentato il progetto “Arte alla luce” che nasce dal Protocollo d’intesa fra Save the Children - organizzazione internazionale indipendente dedicata dal 1919 a salvare i bambini e difendere i loro diritti - e il Mibact-Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane.

Il progetto si propone di promuovere la conoscenza dell’arte contemporanea tra i bambini e i ragazzi quale fattore determinante per lo sviluppo armonioso di ciascun individuo, con il coinvolgimento diretto di affermati artisti.
L’iniziativa si dispiega all’interno di alcuni Punti Luce di Save the Children, strutture socio-educative aperte dall’Organizzazione in varie regioni, per contrastare la povertà educativa dei bambini, offrendo attività formative, ricreative ed espressive.
La selezione degli artisti, curata dalla Direzione generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane, ha coinvolto in questo primo progetto pilota gli artisti: Massimo Grimaldi, Domenico Mangano, Adrian Paci.
Alla conferenza stampa parteciperanno inoltre: Federica Galloni, Direttore Generale per l’Arte e l’Architettura contemporanee e le Periferie urbane, Raffaela Milano, Direttore Programmi Italia-Europa Save the Children, gli artisti Domenico Mangano e Massimo Grimaldi.

Leggere di più


Milano: “Sette punti celesti” di Ignazio Gadaleta alla Casa museo Boschi Di Stefano

Cultura

“Sette punti celesti” di Ignazio Gadaleta alla Casa museo Boschi Di Stefano

Questa nuova opera d’arte contemporanea andrà temporaneamente a sostituire “Fiori” di Giorgio Morandi

Milano, 25 novembre 2015 – “Sette punti celesti”, l’opera di Ignazio Gadaleta, entra a far parte della collezione della Casa Museo Boschi Di Stefano, in linea con il progetto di incremento della raccolta d’arte dei coniugi Boschi.

Questa nuova opera d’arte contemporanea andrà temporaneamente a sostituire “Fiori” di Giorgio Morandi (1890- 1964) in mostra a Tokyo dall’8 dicembre 2015 al 5 giugno 2016.

Leggere di più


"Il Grande Canale della Pace" al Teatro Villa Pamphilj a Roma

IL GRANDE CANALE DELLA PACE

TEATRO VILLA PAMPHILJ

Dal 28 novembre al 20 dicembre

800px-Villa_Doria_Pamphili

Un progetto internazionale, a cura di Multiolistica, per dare voce all’arte di tutto il mondo contro la guerra. Un percorso all’insegna della cultura e dei diritti umani con mostre, concerti, spettacoli, letture, laboratori per adulti e bambini per sensibilizzare il pubblico e renderlo un attivo e partecipe messaggero di pace.

Il progetto è proposto dal Municipio III con il patrocinio di Roma Capitale e del Ministero dei Beni Culturali.

Leggere di più


Milano: la 'Mela reintegrata' di Pistoletto sarà prontamente ripristinata

Cultura

La 'Mela reintegrata' di Pistoletto sarà prontamente ripristinata

Expo_2015_-_Michelangelo_Pistoletto_-_Third_Paradise_-_The_Reinstated_Apple_(17946999286)

Milano, 6 novembre 2015 - "La 'Mela reintegrata', l'opera d'arte pubblica di Michelangelo Pistoletto che è attualmente installata nel Parco Sempione sarà prontamente ripristinata". Così ha dichiarato l'Assessore alla Cultura Filippo Del Corno con riferimento all'opera che è stata danneggiata da  ignoti nelle scorse ore. "Un gesto di inciviltà che sarà subito riparato per restituire alla Città un'opera che il Maestro Pistoletto ha generosamente donato per essere ammirata da tutti, a testimonianza di una cultura che ama condividere sapere e bellezza", ha concluso l'assessore Del Corno.

Testo dal Comune di Milano

La Mela Reintegrata di Michelangelo Pistoletto, foto di sbamueller (Milan), da WikipediaCC BY-SA 2.0, caricata da SunOfErat.