1° maggio di cultura in Puglia

29 Aprile 2015

1° maggio di cultura in Puglia

In occasione del  Primo Maggio, Festa dei lavoratori,  il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo ha promosso le aperture straordinarie dei luoghi della cultura statali per offrire una preziosa occasione di conoscenza o di  riscoperta dell’inestimabile patrimonio culturale del Paese.
In Puglia numerosi musei, complessi monumentali, aree archeologiche, biblioteche e archivi ubicati in sedi monumentali  saranno fruibili al pubblico.
c7d7e6d99764d90231f8d39aa62aafb3e63ca
A Bari la Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio per le province di Bari, Barletta-Andria-Trani e Foggia, apre la sede monumentale dell’ex convento di San Francesco della Scarpa, dove, tra l’altro, saranno proposte visite guidate al   Laboratorio di restauro, dotato di strumenti ad alta tecnologia. Nel corso di visite guidate programmate nella mattinata e nel pomeriggio i tecnici della Soprintendenza illustreranno ai visitatori alcuni esempi di restauro su materiali diversi .
144fd2fd5da8d319efbc63744ce927db6e962d0
Leggere di più


Archivio di Stato di Caserta: apertura Straordinaria 1 Maggio 2015 e mostra sulle donne

27 Aprile 2015

Archivio di Stato di Caserta: apertura Straordinaria 1 Maggio 2015 e mostra sulle donne

L'Archivio di Stato di Caserta partecipa all'iniziativa ministeriale con l'apertura straordinaria del 1 Maggio 2015, al fine di promuovere e incentivare la conoscenza del proprio patrimonio documentario. Saranno effettuate visite guidate al deposito in cui è conservato il ricco fondo notarile il cui documento più antico risale al 1470. Sarà, inoltre, possibile prendere visione della Mostra documentaria "La storia delle donne: le fate ignoranti" allestita nel mese di marzo 2015, in occasione della giornata internazionale delle donne, di cui si è, per l'occasione, prorogata l'apertura. I documenti esposti ripercorrono il faticoso adattamento della legge Casati del 1859 sulla scuola pubblica per tutto il territorio Nazionale. Nelle province meridionali l'analfabetismo tocca livelli da record, specialmente tra le donne. Si evidenzia come l'istruzione maschile sia affidata, in quel periodo, quasi sempre alla scuola pubblica, mentre quella femminile ad Istituti religiosi, nei quali si insegnano prevalentemente i cosiddetti "lavori donneschi": ricami, cucito, tessitura, filatura ecc. Emerge una figura femminile con le "mani di fata", apprezzata per le varie manifatture, ma fondamentalmente ignorante nel leggere, scrivere e far di conto. Si precisa che l'apertura straordinaria è articolata in un solo turno dalle 8,00 alle ore 14,00.

Come da MIBACT, Redattrice Daniela Spadaro


Domenica di Carta: 5 Ottobre apertura straordinaria di Archivi e Biblioteche Statali

4 Ottobre 2014
DOMENICA DI CARTA: 5 OTTOBRE APERTURA STRAORDINARIA DI ARCHIVI E BIBLIOTECHE STATALI
4f70f9a204f214356a8eb7fc5dc0a31688475
Anche quest’anno si terrà la manifestazione nazionale "Domenica di Carta 2014: la voce della storia": pertanto durante la giornata di domenica 5 Ottobre 2014 sarà possibile visitare Archivi di Stato e Soprintendenze archivistiche, accedendo a palazzi ed edifici di grande pregio architettonico, dove sono conservati manoscritti, documenti, pergamene, libri, giornali, riviste, disegni, stampe, fotografie, carte geografiche, materiali audiovisivi, incisioni e pezzi di grande rarità, oggetti fisici: una varietà di materiali praticamente inesauribili che stimola non solo l'interesse dello studioso, ma anche la curiosità dell'utente occasionale.
Leggere di più


Domenica di Carta 2014 - La Voce della Storia e dei Libri

24 Settembre 2014
DOMENICA DI CARTA 2014: LA VOCE DELLA STORIA E DEI LIBRI - Progetto di apertura straordinaria Biblioteche pubbliche, Archivi di Stato e Soprintendenze archivistiche
4f70f9a204f214356a8eb7fc5dc0a31688475

Domenica 5 Ottobre 2014 si tiene la manifestazione nazionale "Domenica di Carta 2014: la voce della storia" in occasione del progetto di apertura straordinaria delle biblioteche e degli Istituti archivistici.
Durante tutta la giornata e con modalità diverse, sarà possibile visitare Archivi di Stato, Soprintendenze archivistiche e Biblioteche pubbliche statali.
La manifestazione è promossa dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per valorizare non solo i musei con le statue e i dipinti, le aree archeologiche dei reperti preziosi, ma anche i monumenti di carta patrimonio altrettanto imponente e ricco, conservato negli archivi e nelle biblioteche.
Dunque una rete di 46 Biblioteche pubbliche statali e di 135 Archivi di Stato che aderendo offrono un’occasione speciale per visitare anche i palazzi e gli edifici di grande pregio architettonico – scrigni dove sono conservati manoscritti, documenti, pergamene, libri, giornali, riviste, ma anche disegni, stampe, fotografie, carte geografiche, incisioni e pezzi di grande rarità - partecipando a visite guidate, mostre, incontri, proiezioni e spettacoli teatrali e musicali.
Come da Comunicato Stampa MIBACT, Redattore Renzo De Simone