Egitto: gruppo di tombe della Diciottesima Dinastia in Assuan

30 Marzo 2016

Scoperto gruppo di tombe in Assuan ————————————————————————————————————

12400987_477585325779950_1187386668492531733_n
Il Direttore delle Antichità Egiziane, dott. Mahmoud Afify ha annunciato la scoperta di un gruppo di Tombe della Diciottesima Dinastia, una piccola cappella e alcuni ritrovamenti archeologici sulla riva orientale, nell'area di Gebel el-Silsila, Assuan. La scoperta è stata effettuata nell'ambito dei lavori di scavo compiuti dalla Missione dell'Università di Lund (Svezia) presso l'area diretta dalla dott.ssa Maria Nilsson e dal dott. John Ward. 12809714_477585255779957_8220325215376867730_n

Nonostante gli studi preliminari delle tombe scoperte - ha chiarito il dott. Afify - si è dimostrato che contenevano ossa di uomini, donne e bambini di età diversa, una situazione che indica che il sito era abitato durante quell'epoca.
12919789_477585199113296_945767604227057289_n
Afify ha aggiunto che le tombe sono state molto probabilmente riutilizzate durante la Diciannovesima Dinastia, e sono scavate nella roccia, con cripte e constano di una o due stanze prive di iscrizioni. Alcune delle tombe scoperte avevano scale che conducevano a una stanza a pianta quadrata e poi un'entrata principale. Vi erano sentieri su entrambi i lati dell'entrata, sigillati da un'enorme pietra.
12472729_477585259113290_9159649555606892783_n
D'altra parte, il Direttore Generale delle Aree di Assuan e della Nubia, Nasr Salama, ha affermato che questa è la prima volta che si ritrovano tombe con scale nell'area, una caratteristica che accresce l'importanza della scoperta. Riguardo la cappella, Salama ha chiarito che è una piccola struttura scavata nella roccia e contenente due stanze ben preservate, e che la sua entrata è decorata col disco solare alato.
Salama ha infine aggiunto che la Missione Svedese, che ha cominciato i suoi lavori presso il sito dal 2012, ha effettuato i lavori primari di pulizia per le tombe scoperte, rimuovendo la sabbia dall'interno. Salama ha infine sottolineato che il sito è in un cattivo stato di conservazione a causa dell'erosione e degli elevati livelli della falda acquifera.

Link: Ministry of Antiquities – Egypt
Traduzione dal Ministero delle Antichità Egizie. © Ministry of Antiquities, Ufficio Stampa: scritto da Asmaa Mostafa, tradotto da Eman Hossni. Il Ministero delle Antichità Egizie non è responsabile dell’accuratezza della traduzione in Italiano. Foto dal Ministero delle Antichità Egizie.


Murale del Nuovo Regno rimpatriato in Egitto dalla Gran Bretagna

8 Ottobre 2015

Murale del Nuovo Regno rimpatriato in Egitto dalla Gran Bretagna

———————————————————————————————————

11147225_429558793915937_733007687590545775_n
"Il Ministero delle antichità è riuscito a rimpatriare un murale dell'era del Nuovo Regno dalla Gran Bretagna; questo reperto è stato trasferito illegalmente dall'Egitto, in conseguenza di lavori di scavo illegali". Così nell'annuncio del dott. Mamdouh Eldamaty.
Leggere di più


Egitto: nuove scoperte presso al-Matareyya (Eliopoli)

6 Ottobre 2015

Il Ministero delle Antichità annuncia una nuova scoperta a Matareyya

—————————————————————————————————

12122704_429258910612592_6426713742986047936_n
La Missione Archeologica Egiziana e Tedesca, al lavoro nell'area di al-Matareyya (Eliopoli) ha dissotterrato blocchi di uno dei santuari di Nectanebo I della Trentesima Dinastia. La scoperta è stata effettuata durante gli scavi in corso, da parte della missione nell'area dell'antica città Iunu - Ain Shams. Così ha annunciato il dott. Mamdouh Eldamaty, Ministro delle Antichità.
La Missione è riuscita anche a scoprire piccoli resti calcarei delle antiche colonne, così come quelli del soffitto del Tempio di Nectanebo I, che ancora portano la forma delle stelle - ha aggiunto Eldamaty.
12112368_429258940612589_1863637848948402944_n
Leggere di più


Scoperta cappella ad Eliopoli

14 Aprile 2015
Scoperta una cappella del Faraone della trentesima dinastia Nectanebo I (379/8 - 361/0 a. C.), nell'antica capitale egizia di Eliopoli. Presente anche una statua del faraone della diciannovesima dinastia Merenptah (1213 - 1203 a. C.).
Link: Archaeology News Network; Phys.org via AFP