Alberto Angela ultimo giorno di Roma

Prima dell'Inferno. "L'ultimo giorno di Roma", il libro di Alberto Angela che dà avvio alla trilogia

Prima dell'Inferno. L'ultimo giorno di Roma, il libro di Alberto Angela che dà avvio alla trilogia

Il 13 maggio 2021 è uscito in libreria L’inferno su Roma, il secondo volume della trilogia che Alberto Angela sta dedicando al famoso incendio che devastò il centro dell’impero Romano nel luglio del 64 d.C.

Per tutti coloro che vogliono farsi trovare preparati all’arrivo di questo secondo episodio, di seguito un breve resoconto sul primo libro L’ultimo giorno di Roma.

Spero possa risultare utile sia al semplice appassionato che non ha ancora incominciato la saga, sia all’irriducibile Angeler che magari necessita di un leggero ripasso.

Alberto Angela racconta Roma al tempo di Nerone. E la racconta attraverso gli occhi di due personaggi che in quella città hanno davvero vissuto e camminato, i vigili del fuoco Vindex e Saturninus. I due vigili sono di ronda nel giorno prima del grande incendio e l’occasione permette all’autore di mostrare direttamente attraverso i loro occhi le meraviglie e le contraddizioni della prima Roma Imperiale.

Il pretesto letterario non è nuovo ad Alberto Angela. Già in altri suoi libri ritroviamo personaggi che parlano, camminano e interagiscono tra loro solo per permettere a noi lettori di dare un’occhiata intorno ai luoghi, agli usi e ai costumi del tempo. Capita ad esempio nel volume I tre giorni di Pompei. Capita in Impero.

Curioso pensare che questa speciale “personalizzazione del racconto”, questo metodo di descrivere un luogo e un tempo a partire da personaggi che presumibilmente hanno vissuto quel periodo, sia presente soprattutto nei suoi libri ambientati nell’antichità romana.

Sembrerebbe quasi una predilezione dell’autore per questi temi.

Ciò tuttavia non sminuisce affatto la veridicità storica del racconto. Anzi, tutti i personaggi che interagiscono nel libro ad esempio, possiedono nomi reali, attinti da stele funerarie coeve. Tutto ciò che viene descritto, inoltre, è poi motivato dallo stesso autore attraverso puntuali citazioni di studiosi, ricercatori e altri autori importanti.

Non sfugge niente. Prova ne è anche la ricca bibliografia alla fine, arricchita dalla scelta di inserire mappe che ricostruiscono in scala i luoghi toccati dai protagonisti.

Alberto Angela riesce quindi a scrivere un libro che ha insieme lo spirito del romanzo e il respiro del saggio. Il lettore è portato continuamente a esercitare la sua curiosità, mentre esplora Roma attraverso gli occhi e i passi dei due vigili del fuoco.

Non è una visione dall’alto, una narrazione imposta dall’autore. È proprio un cammino passo passo.

In questo percorso l’autore è sempre di fianco del lettore. La personalità di Angela trabocca di tanto in tanto, in concomitanza con alcuni simpatici episodi della sua vita personale. Da un lato servono a lui per dare un metro di paragone con il mondo di oggi, dall’altro regalano a chi legge un maggior senso di vicinanza con l’autore stesso.

A proposito di vicinanza e di mondo di oggi.

Angela scrive un libro su Roma antica che è al contempo di estrema attualità. Soprattutto in quei momenti in cui mette a nudo le forti contraddizioni che caratterizzano la città di Nerone, l’autore fa continui riferimenti al presente, alle difficoltà alle quali noi cittadini europei ancora non troviamo una soluzione.

Alberto Angela parla anche di Covid, distanziamento sociale, immigrazione.

Il suo merito consiste soprattutto in questi continui avanti e indietro tra presente e passato. Lo scopo è chiaro: normalizzare il tempo difficile che stiamo vivendo e proiettare speranza nel prossimo futuro.

In questo volume gli uomini e le donne de L’ultimo giorno di Roma ignorano il devastante incendio che divamperà da lì a poche ore. Tuttavia, in qualche modo e non senza dolore, riusciranno ad affrontare ciò che li attende.

L’idea ultima è: se i nostri progenitori sono riusciti a superare sfide così difficili, è nostro compito impegnarci a fondo in ciò che ci attende, per consegnare alle prossime generazioni un mondo che sia semplicemente migliore per tutti.

ultimo giorno di Roma Alberto Angela
Alberto Angela, L'ultimo giorno di Roma. Viaggio nella città di Nerone poco prima del grande incendio, pubblicato nell'ambito de La trilogia di Nerone - Libro I, RAILibri,  da HarperCollins Italia (2021)

Il libro recensito è stato cortesemente fornito dalla casa editrice.


Alberto Angela torna in libreria con una trilogia su Nerone

Alberto Angela e Nerone. Il noto divulgatore torna ad affascinare il pubblico con una nuova fatica lavorativa, la pubblicazione per la casa editrice Harper Collins di una trilogia dedicata tutta a Roma e ad uno dei personaggi più controversi della storia: Nerone.

La narrazione parte da un grande episodio che sconvolse l’Urbe nel 64 d.C. e cioè il grande incendio attribuito dall’eclettico imperatore ai cristiani e che ha dato, nei secoli a venire, il via ad una cruenta persecuzione che sconvolse il regno di molti principi romani.

Alberto Angela, per la prima volta, ricostruisce, in una dialettica semplice e accurata, cosa accadde in quei giorni nella città e accompagna il lettore in un viaggio affascinante tra vicoli e storia alla scoperta di uno dei periodi più significativi dell’impero.

Alberto Angela libro Nerone. Foto: Barbara Ledda

Seguendo due vigiles, Vindex e Saturninus, si narrerà di una Roma ben lontana dallo splendore marmoreo a cui ci ha abituato nel corso dei secoli. Roma era in gran parte fatta di legno con botteghe affacciate su strade rumorose e spesso anche maleodoranti, viva, colorata, movimentata e questo lo raccontano le fonti, la storia, gli archeologi di cui Angela si è circondato per ricostruire un quadro quanto più preciso e corretto del mondo antico e del periodo che andrà a raccontare nella trilogia.

"Roma è ancora addormentata, e ad accompagnare i nostri pensieri ci sono solo i canti di alcuni usignoli che nidificano sui tetti, il rivolo d’acqua di una fontana, l’abbaiare di un cane chissà dove e le esclamazioni lontane e indecifrabili degli ultimi carrettieri che durante la notte hanno rifornito le botteghe. È la quiete prima di una nuova giornata caotica e frastornante...

Come si articolerà il racconto? Un solo libro non sarebbe bastato e il racconto storico sarà articolato in tre momenti centrali corrispondenti a tre diversi libri.

  • Il giorno prima dell’incendio (primo libro)
  • I giorni della tragedia (secondo libro)
  • I giorni della ricostruzione (terzo libro)

Di Nerone non conosciamo una buona fama attraverso autori, senatori e personaggi che hanno vissuto o studiato il suo principato. Ma oggi, possiamo rivalutare un personaggio così controverso ma allo stesso tempo affascinante?

“L’ultimo giorno di Roma. Viaggio nella città di Nerone poco prima del grande incendio”  uscirà in libreria il 24 novembre 2020 ed è in collaborazione con Rai Libri.

 

 


Meraviglie. Ecco il nuovo libro di Alberto Angela

Dopo il grande successo televisivo di “Meraviglie. Alla scoperta dei tesori”, Alberto Angela annuncia l’uscita del suo nuovo libro scritto sulla scia dell'amata trasmissione in onda su Rai 1. Dalle Alpi alla Valle dei Templi in Sicilia, passando per le ricche architetture e opere sparse sulla penisola, frutto dei geni dell’arte che l’Italia ha da sempre ospitato, il noto divulgatore ripercorre le tappe da nord a sud d'Italia alla riscoperta delle meraviglie e dei tesori che ogni giorno ci circondano e che ormai diamo per scontate, abituati come siamo a conviverci. Ma se ci soffermiamo a riflettere, probabilmente, nessun altro stato del mondo respira tanta bellezza come l'Italia. Attualmente ben 55 siti in Italia sono stati dichiarati Patrimonio Mondiale dall’UNESCO, comprendendo opere di ogni secolo, con una densità che non ha eguali in nessun altro paese del mondo.

Alberto Angela

Il libro di Alberto Angela si propone come viaggio nello spazio e nel tempo alla ricerca delle meraviglie italiane, della nostra identità e alla consapevolezza della responsabilità che ne consegue di proteggere, tutelare e conservare i luoghi in cui abitiamo che raccontano le nostre radici più profonde.

Come afferma il divulgatore più famoso d’Italia dalla sua Fan Page ufficiale su FB, il libro si basa sul lavoro corale che ha impegnato per tanti mesi tante straordinarie professionalità nella produzione del programma e nella sua post-produzione. All’interno del libro ci saranno le foto e le descrizioni dei siti che sono stati esplorati durante la messa in onda del programma televisivo, arricchiti da curiosità e contenuti inediti. Inoltre, vi sarà la possibilità grazie al codice QR, di vedere sul cellulare le immagini relative ai siti in questione. Questi non sono stati inseriti in ordine geografico nella pubblicazione ma sono stati messi in ordine dal punto di vista cronologico, partendo dalle civiltà più antiche che hanno abitato la nostra penisola fino ad arrivare ai giorni nostri.

Con l’acquisto del libro si contribuirà al restauro di un’opera che è stata salvata dal terremoto del 2016 a Castelluccio di Norcia: la Madonna Adorante risalente alla fine del Quattrocento.