23-25 Settembre 2014
Katerina Peristeri, a capo degli scavi della tomba di Anfipoli, spiega che entro Natale (o forse prima) si saprà di più sull’occupante della tomba.
Nel frattempo, l’ipotesi che si tratti di Olimpiade d’Epiro, madre di Alessandro Magno, viene riproposta con forza da Andrew Chugg, autore del libro “The Quest for the Tomb of Alexander the Great”, che la ritiene la candidata più probabile, seguita da Rossane. Chugg si era già espresso sul tema nelle settimane precedenti, sottolineando come sfingi e pavimento fossero in linea con le sepolture delle regine macedoni precedenti. Oggi l’autore pone in parallelo le cariatidi (da relazionarsi all’Orfismo) con quelle della nonna del Macedone.
Chugg risponde quindi a varie obiezioni, tra queste quella che il leone, simbolo di Anfipoli, sarebbe maschio a causa della criniera. L’animale troverebbe spiegazione nel passaggio di Plutarco che vede Filippo porre il sigillo del leone sul ventre della madre (Vite parallele, Alessandro, II, 1-5, visionabile ad es. dal volume Loeb presso Loebolus, pagg. 226-227, pagg. 242-243 dell’e-text).
Oltre alle ipotesi che abbiamo segnalato qui e nei post precedenti, per Anfipoli ci sono state anche teorie tra le più fantasiose e svariate.
Link: Greek Reporter 1 & 2; Discovery NewsArchaeology News Network; Protothema 1, 2, 3.

Write A Comment

Pin It