Roma: The Tempest al Silvano Toti Globe Theatre

SILVANO TOTI GLOBE THEATRE

Direzione artistica Gigi Proietti

5 - 9 ottobre ore 20.45 (domenica ore 18.00)

THE TEMPEST

Testo in lingua originale

Regia di Chris Pickles

In coproduzione con Bedouin Shakespeare Company

Siamo fatti anche noi della materia di cui son fatti i sogni e nello spazio e nel tempo d'un sogno è racchiusa la nostra breve vita”

in-scena-al-silvano-toti-globe-theatre-2009-5

Seguendo la tradizione inaugurata con successo lo scorso anno, chiude la stagione un nuovo spettacolo in lingua inglese: THE TEMPEST con la regia di Chris Pickles, in scena dal 5 al 9 ottobre ore 20.45 (domenica ore 18). Lo spettacolo è coprodotto dalla Bedouin Shakespeare Company.

Leggere di più


Roma: parte la stagione dei Teatri in Comune

Presentate le nuove stagioni teatrali dei TEATRI IN COMUNE:
Teatro Biblioteca Quarticciolo, Teatro del Lido di Ostia, Teatro Tor Bella Monaca e Teatro Villa Pamphilj

SI APRE IL SIPARIO IN TUTTA LA CITTÀ:

PARTE LA STAGIONE DEI TEATRI IN COMUNE

Al via le nuove stagioni

del Teatro Biblioteca Quarticciolo, del Teatro del Lido di Ostia,

del Teatro Tor Bella Monaca e del Teatro Villa Pamphilj

image001-38

Dal Quarticciolo a Villa Pamphilj, da Tor Bella Monaca ad Ostia.  Apre il sipario la nuova stagione dei Teatri in Comune, la rete di spazi per lo spettacolo diffusa sul territorio, prezioso strumento di coesione sociale e fondamentale presidio culturale per i cittadini di tutte le età.

Leggere di più


Milano, teatro: Premio Enriques a Dettori e Lazzarini

Cultura

Del Corno: "Milano orgogliosa per premio Enriques a Dettori e Lazzarini”

dettori_lazzarini_350.jpg

Milano, 29 agosto 2016 – “Milano è orgogliosa e felice che il prestigioso Premio Enriquez, intitolato alla memoria del grande regista, premi quest’anno Giulia Lazzarini e Giancarlo Dettori, due attori milanesi cresciuti alla scuola strehleriana a cui vanno le nostre più vive congratulazioni. Protagonisti di molti spettacoli andati in scena al Piccolo Teatro, Lazzarini e Dettori sono un pezzo importante della storia del teatro italiano e non solo, e rappresentano al meglio la grande professionalità e quell’amore per l’arte antica e sempre viva dell’interpretazione che ha portato la nostra città ad essere il cuore di tante produzioni di successo internazionale”.

Lo dichiara l’assessore alla Cultura Filippo del Corno.

Testo e immagine dal Comune di Milano.


Sonetti d'Amore di Shakespeare al Silvano Toti Globe Theatre di Roma

SILVANO TOTI GLOBE THEATRE

Direzione artistica Gigi Proietti

lunedì 29 agosto, 5, 19 e 26 settembre ore 21

dall’1 al 4 settembre e dall’8 all’11 settembre ore 18

SONETTI D’AMORE

Viaggio tra i più bei versi di William Shakespeare

Ideazione e regia Melania Giglio

Traduzione Alfonso Veneroso, Melania Giglio

Prodotto da Politeama srl

unnamed (9)

Dopo il successo della scorsa stagione tornano al Silvano Toti Globe Theatre i SONETTI D'AMORE con l’ideazione e la regia di Melania Giglio (traduzione di Alfonso Veneroso e Melania Giglio).

Quattro personaggi daranno voce e corpo ai più bei sonetti shakespeariani: Alfonso Veneroso (William Shakespeare), Melania Giglio (la sua Musa), Sebastian Gimelli (il Conte di Southampton), Francesca Mària (la dark lady). E’ prevista una ricca contaminazione musicale: da Marvin Gaye a Amy Winehouse, da Leonard Cohen ad Alanis Morissette.

I Sonetti d’amore andranno in scena lunedì 29 agosto, lunedì 5, 19 e 26 settembre ore 21 e dall’1 al 4 settembre e dall’8 all’11 settembre ore 18

Leggere di più


Il Racconto d'Inverno al Silvano Toti Globe Theatre

SILVANO TOTI GLOBE THEATRE

Direzione artistica Gigi Proietti

26 agosto – 11 settembre ore 21.00

lunedì riposo

IL RACCONTO D’INVERNO

Regia e adattamento di Elena Sbardella

Prodotto da Politeama Srl

Racconto d'inverno (2)

Dal 26 agosto all’11 settembre ore 21.00 il Silvano Toti Globe Theatre presenta IL RACCONTO D’INVERNO (regia e adattamento di Elena Sbardella), una delle ultime opere scritte da Shakespeare, che contiene e sviluppa i temi presenti nelle opere precedenti. Qui la giustizia invade un terreno privato, quello della fiducia e della relazione matrimoniale tra Ermione e Leonte. Si susseguono la gelosia, la disperazione, l’allontanamento, il dolore, la morte, per poi vedere il ritorno della gioia più allegra e sfrenata e della vita: vince l’amore.

La stagione 2016 del Silvano Toti Globe Theatre di Roma - unico teatro elisabettiano d’Italia, nato nel 2003 grazie all’impegno dell’Amministrazione Capitolina e della Fondazione Silvano Toti per una geniale intuizione di Gigi Proietti - è promossa da Roma Capitale con la produzione di Politeama srl, organizzazione e comunicazione di Zètema Progetto Cultura. Anche quest’anno nelle sere di spettacolo sarà attivo il Globar.

Racconto d'inverno (5)

Leggere di più


Sogno di una notte di mezza estate al Silvano Toti Globe Theatre

SILVANO TOTI GLOBE THEATRE

Direzione artistica Gigi Proietti

Dal 10 al 21 agosto 2016 ore 21.15

Lunedì riposo

SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE

regia di Riccardo Cavallo

traduzione di Simonetta Traversetti

Prodotto da Politeama Srl

Claudia Balboni e Gerolamo Alchieri
Claudia Balboni e Gerolamo Alchieri

Per il decimo anno consecutivo torna l’appuntamento cult del Silvano Toti Globe Theatre: il SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE, a firma dell’indimenticabile Riccardo Cavallo (traduzione di Simonetta Traversetti) che quest’anno andrà in scenda dal 10 al 21 agosto ore 21.15. Una storia che non smette mai di emozionare e che continua a far sognare grandi e piccoli raccontando il tempo breve della felicità con un sottile sottofondo di malinconia. L’opera è stata scritta in occasione di un matrimonio e rappresenta, come una scatola cinese, un mondo stregato in cui dominano il capriccio e il dispotismo. Linguaggi diversi che si intrecciano: quello delle fate che alterna al verso sciolto, canzoni e filastrocche, e quello degli artigiani, in cui la prosa di ogni giorno è interrotta dalla goffa parodia del verso raffinato.

Foto ©MarcoBorrelli
Foto ©MarcoBorrelli

La stagione 2016 del Silvano Toti Globe Theatre di Roma - unico teatro elisabettiano d’Italia, nato nel 2003 grazie all’impegno dell’Amministrazione Capitolina e della Fondazione Silvano Toti per una geniale intuizione di Gigi Proietti - è promossa da Roma Capitale con la produzione di Politeama srl, organizzazione e comunicazione di Zètema Progetto Cultura. Anche quest’anno nelle sere di spettacolo sarà attivo il Globar.

Foto ©MarcoBorrelli
Foto ©MarcoBorrelli

Note di Regia

La notte di mezz’estate è una notte magica e il titolo ne svela immediatamente l’atmosfera onirica, irreale anche se, come viene precisato, la notte in cui si svolge gran parte dell’azione è quella del calendimaggio, la celebrazione del risveglio della natura in primavera e non in estate. È comunque l’augurio di un risveglio gioioso. Ma è davvero così? Tre mondi si contrappongono: il mondo della realtà (quello di Teseo, Ippolita e della corte), il mondo della realtà teatrale (gli artigiani che si preparano alla rappresentazione) e il mondo della fantasia (quello degli spiriti, delle ombre). Ma i sogni alle volte possono trasformarsi in incubi: il dissidio fra Oberon e Titania che rivela a un certo punto un terribile sconvolgimento nel corso stesso delle stagioni, il rapporto tra Teseo e Ippolita, il conquistatore e la sua preda, la brutalità di certi insulti che gli amanti si scambiano sotto l’influsso delle magie di Puck.

Sogno di una notte di mezza estate”, scritta in occasione di un matrimonio, è come una serie di scatole cinesi. All’esterno dell’opera ci sono la sposa, lo sposo e il pubblico, all’interno le coppie, Teseo e Ippolita, Titania e Oberon e i quattro innamorati e nell’opera dentro l’opera, i teatranti, la vicenda di Piramo e Tisbe. In questo mondo stregato domina il capriccio, il dispotismo di Oberon che attraverso Puck gioca con i mortali e con Titania, per imporre il suo dominio. Si compie quindi su Titania quella violenza che Teseo compie su Ippolita e che Egeo vorrebbe compiere sulla figlia costringendola a un matrimonio che respinge. Si noti la sequenza degli scambi fra gli amanti. Si inizia con Ermia che ama Lisandro e con Elena che ama Demetrio, ma quest’ultimo con l’appoggio di Egeo, padre di lei, vuole invece conquistare Ermia. Si passa, attraverso l’intervento “magico” di Puck, al folle girotondo in cui Ermia insegue Lisandro, Lisandro Elena, Elena Demetrio e Demetrio Ermia. E non è finita. Perché Ermia, alla quale dapprincipio aspiravano entrambi i giovani, sarà abbandonata da tutti e due, innamorati ora di Elena, e solo nel quarto atto dopo un nuovo intervento di Puck, si avrà la conclusione in cui gli amanti formeranno davvero due coppie.

La grandezza di Shakespeare sta nell’aver saputo coinvolgere tre mondi diversi, ciascuno con un suo distinto linguaggio: quello delle fate che alterna al verso sciolto, canzoni e filastrocche, quello degli amanti dominato dalle liriche d’amore e quello degli artigiani, nel quale la prosa di ogni giorno è interrotta dalla goffa parodia del verso aulico.
Il mondo è folle e folle è l’amore. In questa grande follia della natura, l’attimo di felicità è breve. Un richiamo alla malinconia che accompagna tutta la vicenda.

Riccardo Cavallo

Interpreti

(in ordine alfabetico)

Nick Chiappa

GEROLAMO ALCHIERI

Titania

CLAUDIA BALBONI

Elena

FEDERICA BERN

Tassello

ROBERTO DELLA CASA

Demetrio

SEBASTIANO COLLA

Teseo

MARTINO DUANE

Lisandro

MARCO PAPARELLA

Puck

FABIO GROSSI

Ermia

VALENTINA MARZIALI

Tom Beccuccio

CLAUDIO PALLOTTINI

Fata

ANDREA PIROLLI

Oberon

RAFFAELE PROIETTI

Egeo

CARLO RAGONE

Peter Zeppa

ALESSIO SARDELLI

Francis Ciufolo

MARCO SIMEOLI

Francis Ciufolo

ROBERTO STOCCHI

Ippolita

DANIELA TOSCO

COSTUMI

Manola Romagnoli

SCENE

Silvia Caringi e Omar Toni

DISEGNO LUCI

Umile Vainieri

PROGETTO FONICO

Franco Patimo

ASSISTENTI ALLA REGIA

Elisa Pavolini

Testo e immagini da Ufficio Stampa Zètema Progetto Cultura


Il Mercante di Venezia al Silvano Toti Globe Theatre

SILVANO TOTI GLOBE THEATRE

Direzione artistica Gigi Proietti

22 luglio – 7 agosto ore 21.15

lunedì riposo

IL MERCANTE DI VENEZIA

Regia di Loredana Scaramella

Traduzione di Loredana Scaramella

Prodotto da Politeama Srl

Mercante di Venezia (5)

Dal 22 luglio al 7 agosto ore 21.15 sul palco del Silvano Toti Globe Theatre va in scena IL MERCANTE DI VENEZIA (regia e traduzione di Loredana Scaramella) un testo dai toni contrastanti, in cui si affronta il tema della tolleranza e lo scontro fra clemenza e giustizia. Loredana Scaramella presenta un allestimento che vuole mantenere il carattere di commedia, allontanandosi dai toni drammatici delle più recenti messe in scena del testo. Lo fa puntando sul racconto di una grande storia sull'amore e spostando l'ambientazione negli anni a cavallo fra la fine dell'Ottocento e i primi del Novecento, anni euforici, pieni di cambiamenti di costume, di novità e luminosi progressi, che accolgono però i germi silenziosi di un buio futuro.

La stagione 2016 del Silvano Toti Globe Theatre di Roma - unico teatro elisabettiano d’Italia, nato nel 2003 grazie all’impegno dell’Amministrazione Capitolina e della Fondazione Silvano Toti per una geniale intuizione di Gigi Proietti - è promossa da Roma Capitale con la produzione di Politeama srl, organizzazione e comunicazione di Zètema Progetto Cultura. Anche quest’anno nelle sere di spettacolo sarà attivo il Globar.

Leggere di più


“Il Mercante di Venezia” di scena in Laguna

Dal 26 al 31 luglio l’opera di Shakespeare viene per la prima volta messa in scena in Campo del Ghetto a Venezia dove è idealmente ambientata. Il 12 luglio a Ca’ Dolfin il convegno “The Ghetto as Global Metaphor. An international Symposium”

“IL MERCANTE DI VENEZIA” DI SCENA IN LAGUNA

SEI SPETTACOLI DAL 26 LUGLIO ALL’1 AGOSTO

Da un’idea dell’Università Ca’ Foscari e Compagnia de’ Colombari in partnership con il Comune di Venezia e il brand The Merchant of Venice. Biglietti in vendita sul sito http://www.themerchantinvenice.org

Cà_Foscari_from_San_Toma'

VENEZIA –  Shylock ‘ritorna’ nel Ghetto, 500 anni dopo, e si fa in cinque. Il quartiere ebraico più antico del mondo, a Venezia, diventa un esclusivo palcoscenico, per cinque magiche notti di luglio, eospiterà per la prima volta nel Ghetto (dove l'opera è idealmente ambientata) Il Mercante di Venezia, la celebre opera di Shakespeare scritta alla fine del Cinquecento. Per il personaggio principale, l’ebreo Shylock, la regista Karin Coonrod metterà in scena cinque diversi attori in cinque differenti scene.

Leggere di più


Roma: Gigi Proietti in Omaggio a Shakespeare e Intestamè

8-9-12-13-15-16-17 luglio ore 21.15

Gigi Proietti in

OMAGGIO A SHAKESPEARE

brani da EDMUND KEAN di Raymund FitzSimons

Adattamento e regia Gigi Proietti

Regista assistente Loredana Scaramella

lunedì 11 luglio ore 21.15

INTESTAMÈ

di Carlo Ragone e Loredana Scaramella

Omaggio a Shakespeare GIGI PROIETTI (3)
Leggere di più


Anghelos: danzateatro al Casale di Malborghetto - Arco di Costantino

MDA Produzioni Danza

ANGHELOS

danzateatro

Testo Maurizio Donadoni

Regia e Coreografia Aurelio Gatti

Con Sebastiano Tringali, Carlotta Bruni, Rosa Merlino

 

PRIMA NAZIONALE

6 LUGLIO 2016

Ore 21,15

CASALE MALBORGHETTO– ARCO DI COSTANTINO

Via Malborghetto, 3 (Via Flaminia – Stazione Sacrofano/Roma)

tringali Anghelos
Inaugura la rassegna Teatri di Pietra Lazio, presso l’Area Archeologica di Malborghetto, in prima nazionale: “Anghelos”, testo di Maurizio Donadoni, regia e coreografia di Aurelio Gatti.
Leggere di più