Domenica di carta 2016 – “Una marcia in più: La Cultura. Esperienze di fabbrica, di archivio… di storia dell’Isotta Fraschini di Saronno

1024px-varese_vista_aerea

Anche quest’anno l’Archivio di Stato di Varese partecipa all’ apertura straordinaria  “Domenica di Carta” con una conferenza  sulle vicende di una fabbrica automobilistica  poi impegnata a fornire i propri motori ai diversi settori meccanici( marina, trasporti agricoltura), un marchio che ha reso famosa l’area industriale milanese e di Saronno: l’Isotta Fraschini.
L’Archivio venuto a conoscenza attraverso il coinvolgimento presso la propria sala studio di un gruppo di anziani ex dipendenti dell’azienda ha ritenuto estremamente importante diffondere gli esiti del loro impegno  nel recuperare la documentazione storica e i manufatti di questa prestigiosa ditta che ha attraversato dagli inizi del ‘900 fino al 1990 la storia economico- politica dell’Italia.

Come da MiBACT, Redattore Claudio Critelli

Varese, vista aerea. Foto di Vale93b (Italia 150°), da WikipediaPubblico dominio.
————————————————————————————-

Domenica di Carta 2016 – L’anomalia del sentimento

Nell’ambito della manifestazione “Domenica di Carta 2016”, promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, la Soprintendenza Archivistica e Bibliografica dell’Abruzzo e del Molise effettuerà, nella giornata di domenica 9 ottobre, un’apertura straordinaria delle due sedi di Pescara e Campobasso, con l’organizzazione di eventi che di seguito si illustrano.
Nella sede di Pescara sarà allestita la mostra storico documentaria L’anomalia del sentimento, che traccia la storia dell’Ospedale S. Antonio di Teramo, dalla sua istituzione alla trasformazione in ospedale psichiatrico. In tale occasione sarà proposta anche la visione del documentario “La città negata” realizzato dalla UNITE in collaborazione con la Soprintendenza Archivistica, che ci accompagnerà in un viaggio all’interno dell’ex ospedale psichiatrico Sant’Antonio Abate di Teramo.
Nella sede di Campobasso saranno proiettati alcuni documentari, curati dal personale dipendente per far conoscere e promuovere il lavoro svolto negli anni nell’espletamento dell’attività di tutela del bene culturale archivio.
L’orario di apertura delle due sedi sarà dalle ore 10,00 alle ore 18,00.
Come da MiBACT, Redattore Roberto Dante