LEONE FILM GROUP presenta

THE SON di FLORIAN ZELLER

con HUGH JACKMAN, LAURA DERN, VANESSA KIRBY, ZEN McGRATH, HUGH QUARSHIE con ANTHONY HOPKINS

sceneggiatura di FLORIAN ZELLER e CHRISTOPHER HAMPTON 
tratto dall’opera teatrale ‘Les Fils’ di FLORIAN ZELLER

prodotto da CINÉ@, EMBANKMENT FILMSFILM4, SEE-SAW FILMS

Un’esclusiva per l’Italia LEONE FILM GROUP

Prossimamente nelle sale italiane distribuito da 01 Distribution
Hugh Jackman The Son di Florian Zeller
Hugh Jackman

Dopo lo straordinario successo di The Father – Nulla è come sembra, film rivelazione vincitore di due Premi Oscar®, Florian Zeller torna alla regia con il suo secondo film, THE SON, opera seconda della trilogia di Zeller, che sarà presentato in Concorso alla 79ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. 

Nel cast del film Hugh JackmanLaura DernVanessa KirbyZen McGrathHugh Quarshie e con Anthony Hopkins.

THE SON è prodotto da Ciné@Embankment FilmsFilm4 e See-Saw Films ed è un’esclusiva per l’Italia Leone Film Group.

Distribuito nelle sale italiane da 01 Distribution.

La locandina del film The Son, di Florian Zeller
La locandina del film The Son, di Florian Zeller

Da oggi disponibili TRAILER e MANIFESTO UFFICIALI di
THE SON di Florian Zeller
con Hugh Jackman, Laura Dern, Vanessa Kirby,
Zen McGrath e con Anthony Hopkins 

NELLE SALE DA GIOVEDÌ 9 FEBBRAIO

Hugh Jackman
Sinossi
Due anni dopo il divorzio dei genitori, il diciassettenne Nicholas non può più vivere con sua madre. Il male di vivere che sente è diventato una presenza costante e il suo unico rifugio sono i ricordi dei momenti felici di quando era bambino.
Il ragazzo decide di trasferirsi dal padre Peter, che ha appena avuto un figlio dalla sua nuova compagna.
Peter prova a occuparsi di Nicholas pensando a come avrebbe voluto che suo padre si prendesse cura di lui ma nel frattempo cerca di destreggiarsi tra la sua nuova famiglia e la prospettiva di un’allettante carriera politica a Washington. Tuttavia, mentre cerca di rimediare agli errori del passato, perde di vista il presente  di Nicholas.
THE SON è un racconto destinato a risuonare profondamente in chiunque abbia dovuto lottare per la propria famiglia. Qual è il confine tra ciò che è meglio per noi e le responsabilità che abbiamo verso gli altri e verso i nostri figli?
Zen McGrath, Laura Dern, Hugh Jackman
Zen McGrath, Laura Dern, Hugh Jackman

Ecco il teaser trailer di THE SON di Florian Zeller
con Hugh Jackman, Laura Dern, Vanessa Kirby, Zen McGrath e con Anthony Hopkins 

The Son sarà presentato in Concorso alla 79ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia

CAST ARTISTICO
PETER HUGH JACKMAN
KATE LAURA DERN
BETH VANESSA KIRBY
NICHOLAS ZEN McGRATH
DOTTORE HUGH QUARSHIE
NONNO ANTHONY HOPKINS

CAST TECNICO
REGIA DI FLORIAN ZELLER
SCRITTO DA FLORIAN ZELLER, CHRISTOPHER HAMPTON
ORGANIZZAZIONE GENERALE CASS MARKS
FOTOGRAFIA BEN SMITHARD BSC
SCENOGRAFIA SIMON BOWLES
MONTAGGIO YORGOS LAMPRINOS, ACE
MUSICA HANS ZIMMER
COSTUMI LISA DUNCAN
TRUCCO E ACCONCIATURE KAREN HARTLEY THOMAS
SUPERVISIONE MUSICALE IAN NEIL
CASTING NICOLA CHISHOLM
CO-PRODUTTORE NICKY EARNSHAW
PRODOTTO DA JOANNA LAURIE, p.g.a., IAIN CANNING, p.g.a., EMILE SHERMAN, p.g.a., FLORIAN ZELLER, p.g.a., CHRISTOPHE SPADONE
PRODUTTORI ESECUTIVI SIMON GILLIS, PHILIPPE CARCASSONNE, HUGH JACKMAN, DANIEL BATTSEK, OLLIE MADDEN, LAUREN DARK, PETER TOUCHE, CHRISTELLE CONAN, HUGO GRUMBAR, TIM HASLAM
UN’ESCLUSIVA PER L’ITALIA LEONE FILM GROUP
DISTRIBUITO DA 01 DISTRIBUTION

FLORIAN ZELLER

Florian Zeller è uno scrittore, commediografo, sceneggiatore e regista francese. Il Times lo ha definito “il più interessante commediografo dei nostri tempi”. Ha scritto oltre 10 lavori teatrali, fra cui The Father, The Mother, The Truth, The Lie, The Height of the Storm e il recente The Son, presentato a Londra nel 2019. I suoi lavori sono stati rappresentati nei teatri di oltre 45 paesi di tutto il mondo.

The Father, uno dei lavori teatrali di maggior successo degli ultimi anni, è stato definito dal Guardian “il più acclamato play degli ultimi dieci anni” e ha vinto numerosi premi a Parigi, Londra e New York. L’adattamento cinematografico di THE FATHER ha costituito il suo esordio alla regia di un lungometraggio. Scritto in collaborazione con Christopher Hampton, e interpretato da Anthony Hopkins e Olivia Colman, THE FATHER (2020) ha ricevuto l’Oscar per la Migliore sceneggiatura e per il Migliore attore (Hopkins); il film è stato nominato ad altre quattro statuette fra cui quella per il Miglior film.

THE SON, interpretato da Hugh Jackman, Vanessa Kirby e Laura Dern è il secondo film di Zeller.

HUGH JACKMAN

Hugh Jackman ha ricevuto numerosi riconoscimenti, fra cui il Tony Award, il Golden Globe e una nomination agli Oscar®. Dal ruolo del cantante anni ’70 Peter Allen, che lo ha consacrato a Broadway, a quello del super eroe Wolverine con gli iconici artigli di metallo nel blockbuster X-MEN, Jackman ha dato prova di essere uno degli attori più versatili dei nostri tempi.

Nato in Australia, ha recitato nella serie X-MEN, interpretando Wolverine, un ruolo che ha incarnato con grande successo anche nei sequel X2 e X-MEN: THE LAST STAND. In seguito è stato il protagonista di X-MEN ORIGINS: WOLVERINE e THE WOLVERINE. Nel 2014 ha ritrovato la squadra degli X-Men in X-MEN: DAYS OF FUTURE PAST.

Jackman ha ottenuto una nomination agli Oscar® come Migliore attore, per il ruolo di Jean Valjean in LES MISÉRABLES, di Tom Hooper; questa interpretazione gli è valsa anche un Golden Globe Award come Migliore attore in una commedia/musical, nonché una nomination agli Screen Actors Guild (SAG) Awards® sia nella categoria Best Ensemble che Migliore attore protagonista, e una nomination ai BAFTA Award. È stato nominato ai Golden Globes per il suo ruolo di P.T. Barnum in THE GREATEST SHOWMAN.

Ha recitato in LOGAN, l’ultimo capitolo del personaggio Wolverine, al fianco di Patrick Stewart. Altri crediti cinematografici comprendono: PRISONERS, REAL STEEL di Shawn Levy, AUSTRALIA di Baz Luhrmann, THE PRESTIGE di Christopher Nolan, THE FOUNTAIN di Darren Aronofsky, SCOOP di Woody Allen; DECEPTION, SOMEONE LIKE YOU, SWORDFISH, VAN HELSING e KATE & LEOPOLD, per cui ha ricevuto una candidatura ai Golden Globes 2002. Inoltre, ha doppiato i film d’animazione HAPPY FEET, FLUSHED AWAY e RISE OF THE GUARDIANS.

A Broadway è stato apprezzato per la sua performance di The Man in The River. Nel 2011 ha riscosso grande successo sulla Great White Way di Broadway con il suo one-man show, Hugh Jackman – Back on Broadway. Per il suo importante contributo artistico e umanitario a Broadway, nel 2012 ha ricevuto un premio speciale da parte del Comitato di Amministrazione dei Tony Awards.

Nel 2009, il pubblico teatrale lo ha ammirato in A Steady Rain di Keith Huff, al fianco di Daniel Craig. Per il suo ritratto del cantautore degli anni ‘70 Peter Allen in The Boy From Oz, nel 2004, ha ricevuto il Tony Award come Migliore attore in un musical, nonché premi da parte del Drama Desk, Drama League, Outer Critics Circle e Theatre World. Altri suoi crediti teatrali comprendono: Carousel al Carnegie Hall; Oklahoma! al National Theatre di Londra, che gli è valso una candidatura agli Olivier Awards; Sunset Boulevard, che gli ha meritato il prestigioso ‘MO’ Award in Australia; e Beauty and the Beast, per cui è stato nominato ai ‘MO’ Awards.

La sua carriera è iniziata in Australia nei film indipendenti PAPER BACK HERO e ERSKINEVILLE KINGS. La sua performance in quest’ultimo film gli è valsa il premio come Migliore attore da parte dell’Australian Film Critics’ Circle e una nomination da parte dell’Australian Film Institute. Nel 1999 è stato nominato Australian Star of the Year presso l’Australian Movie Convention.

Recentemente è stato il protagonista del film di Jason Reitman FRONT RUNNER e del lungometraggio apprezzato dalla critica BAD EDUCATION, al fianco di Allison Janney. È attualmente impegnato a Broadway in The Music Man in cui recita il ruolo di Harold Hill, un personaggio che desiderava interpretare fin da quando era giovanissimo.

LAURA DERN

L’attrice vincitrice dell’Oscar®, dell’Emmy e del Golden Globe Laura Dern, ha conquistato critica e pubblico con le sue interpretazioni intense e toccanti. Per la sua performance in MARRIAGE STORY, ha ricevuto diversi premi fra cui l’Academy Award, il Golden Globe, il SAG Award, il Critics’ Choice Award e il BAFTA Award. Nel 2019 è apparsa nell’adattamento di LITTLE WOMEN di Greta Gerwig e ha interpretato il ruolo di Renata nella seconda stagione di Big Little Lies di HBO, che le è valso la sua ottava candidatura agli Emmy awards.

Ha recitato al fianco di Hugh Jackman e Vanessa Kirby in THE SON, la seconda prova di regia dello scrittore- regista Florian Zeller che ha esordito al cinema con THE FATHER, premiato con un BAFTA award e nominato agli Oscar. A breve la vedremo di nuovo nell’iconico ruolo di Ellie Sattler in JURASSIC WORLD: DOMINION, diretto da Colin Trevorrow; il film sarà distribuito nel 2022.

Oltre a una brillante carriera al cinema e in televisione, Dern è anche una prolifica produttrice. Nel 2017 ha fondato la Jaywalker Pictures, una società di produzione con base a Los Angeles, fondata insieme a Jayme Lemons e focalizzata sulla realizzazione di grandi storie cinematografiche e televisive. Jaywalker Pictures di recente ha distribuito il docufilm THE WAY I SEE IT per la Focus Features e MSNBC Films, ottenendo una candidatura agli Emmy nella categoria News & Documentary. La Jaywalker ha prodotto a livello esecutivo il cortometraggio d’animazione premio Oscar IF ANYTHING HAPPENS I LOVE YOU.

Nel 2016 Laura Dern è entrata a far parte del consiglio amministrativo dell’Academy of Motion Pictures Arts and Sciences.

 ZEN MCGRATH (Nicholas)

Zen McGrath è nato a Melbourne, in Australia. È apparso in DIG (2015), ALOFT (2014), RED DOG: TRUE BLUE (2016), e Utopia della ABC (2019).

VANESSA KIRBY

Vanessa Kirby, attrice premiata con il BAFTA award, ha esordito in una serie di ruoli teatrali diretti da David Thacker. È apparsa la prima volta nei panni di Ann in All My Sons di Arthur Miller, che gli è valso il BIZA Rising Star Award al Manchester Theatre, a cui è seguito Ghosts, di Henrik Ibsen. Ha recitato in Women Beware Women al National Theatre e in As You Like It presso la West Yorkshire Playhouse. Nel 2011, il suo ruolo in The Acid Test al Royal Court Theatre è stato elogiato dalla critica, soprattutto dal Guardian e dall’ Independent.

Vanessa Kirby

Poco dopo Vanessa ha esordito in TV in The Hour, della BBC, al fianco di Ben Whishaw e Dominic West. Quindi ha incarnato Estella nell’adattamento della BBC di Great Expectations, insieme a Ray Winstone, Gillian Anderson e Douglas Booth.

Nel 2012, ha recitato la parte protagonista di Alice in Labyrinth, la miniserie di Ridley Scott adattata dal romanzo di Kate Mosse; quindi è apparsa in CHARLIE COUNTRYMAN, al fianco di Shia LeBeouf, Evan Rachel Wood e Mads Mikkelson e in Three Sisters allo Young Vic, con grandi apprezzamenti da parte della critica.

Nel 2013 è apparsa in ABOUT TIME di Richard Curtis al fianco di Domhnall Gleeson, Rachel McAdams e Bill Nighy.

Nel 2014 ha recitato in QUEEN AND COUNTRY, il seguito di HOPE AND GLORY per la regia di John Boorman, con Callum Turner e David Thewlis. Vanessa ha vinto il premio di Migliore attrice non protagonista ai WhatsOnStage awards per la sua interpretazione di Stella in A Streetcar Named Desire al fianco di Gillian Anderson e Ben Foster, in scena allo Young Vic.

All’inizio del 2015, ha recitato nel film dei fratelli Wachowski JUPITER ASCENDING, al fianco di Mila Kunis, Channing Tatum e Eddie Redmayne, e in BONE IN THROAT, presentato al SXSW a marzo di quell’anno; il film è interpretato anche da Ed Westwick, Tom Wilkinson e Neil Maskell. Alla fine del 2015, ha recitato, insieme a Anthony Hopkins e Sir Ian McKellen, in The Dresser, la produzione televisiva basata sull’omonimo play di Ronald Harwood, per la regia di Richard Eyre. Vanessa è apparsa inoltre accanto a Sean Bean in The Frankenstein Chronicles, di ITV.

Nel 2016, ha incarnato la parte di Yelena in Uncle Vanya all’Almeida Theatre, con Jessica Brown Findlay, Tobias Menzies, Paul Rhys, Richard Lumsden, Hilton McRae e Ann Queensberry. Ha ripreso il ruolo di Stella in A Street Car Named Desire a Broadway, ancora una volta al fianco di Gillian Anderson e Ben Foster. È apparsa nel ruolo protagonista di KILL COMMAND e quindi ha lavorato con Emilia Clarke, Sam Claflin e Charles Dance in ME BEFORE YOU di Thea Sharrock.

Nel 2016 e 2017, Vanessa ha vestito i panni della Principessa Margaret nella premiata serie di Netflix, The Crown, che le è valsa una nomination come Migliore attrice non protagonista ai British Academy Television Awards 2017, e poi di nuovo nel 2018, anno in cui si è aggiudicata il premio. È stata nominata come Migliore attrice non protagonista ai Primetime Emmy Awards 2018.

È tornata sul grande schermo con MISSION IMPOSSIBLE: FALLOUT, al fianco di Tom Cruise, Henry Cavill e Rebecca Ferguson. Nel 2018 ha recitato il ruolo protagonista di Julie, di Carrie Cracknell, in scena al National Theatre di Londra.

Nell’agosto 2019, è apparsa in FAST AND FURIOUS PRESENTS: HOBBS AND SHAW, uno spin-off del franchise FAST AND FURIOUS. Nel 2019 ha ultimato le riprese di THE WORLD TO COME, in concorso al festival di Venezia 2020 dove ha vinto il premio “Queer Lion”.

È stata la protagonista di PIECES OF A WOMAN di Netflix, che racconta la storia di una donna che cerca di rifarsi la vita dopo la perdita del suo bambino. Presentato alla biennale di Venezia, per il suo ruolo Vanessa ha vinto la Coppa Volpi come Migliore attrice ed è stata nominata ai Golden Globe Awards, agli Academy Awards, ai BAFTA Awards, ai SAG Awards, ai Critics’ Choice Awards e ai London Film Critics’ Circle Awards.

Di recente ha ultimato le riprese di MISSION: IMPOSSIBLE 7, il nuovo capitolo del noto franchise;

la vedremo con Jake Gyllenhaal nel thriller SUDDENLY, adattato dal noto romanzo francese Soudain Seuls di Isabelle Autissier.

Vanessa è Ambasciatrice Globale di WAR CHILD, un’associazione a scopo benefico che sostiene i bambini vittime di guerre e conflitti in tutto il mondo. www.warchild.org.uk

ANTHONY HOPKINS

Sir Anthony Hopkins è stato premiato con l’Oscar® per la sua performance in THE FATHER (2020) e in THE SILENCE OF THE LAMBS (1991) ed è stato candidato agli Oscar® per i suoi ruoli in THE REMAINS OF THE DAY (1993), NIXON (1995) e AMISTAD (1998). È stato premiato come Migliore attore dai British Academy of Film & Television Arts per THE FATHER e THE REMAINS OF THE DAY e ha ricevuto due Emmy Awards per The Lindbergh Kidnapping Case (1976) in cui ha incarnato Bruno Hauptmann, e The Bunker (1981) in cui ha interpretato Adolph Hitler. Dopo essersi aggiudicato il titolo di ‘Cattivo n. 1’, che gli è stato attribuito dall’American Film Institute, Hopkins ha ripreso il ruolo premio Oscar® di Hannibal Lecter del leggendario THE SILENCE OF THE LAMBS, sia nell’apprezzato prequel del film, RED DRAGON, che nel riuscito sequel HANNIBAL.

In quasi 50 anni di carriera, Hopkins ha recitato in moltissimi film fra cui: HITCHCOCK, WOLFMAN, THE RITE, RED 2, THE MASK OF ZORRO, MEET JOE BLACK, HOWARD’S END, FRACTURE, LEGENDS OF THE FALL, THE ROAD TO WELLVILLE, THE EDGE, SHADOWLANDS, BRAM STOKER’S DRACULA, 84 CHARING CROSS, THE ELEPHANT MAN, THE BOUNTY, ed è stato la voce narrante di DR. SEUSS’S HOW THE GRINCH STOLE CHRISTMAS. Il prolifico attore ha incarnato inoltre: il dio Greco Odino negli adattamenti cinematografici della Marvel Comic THOR; THOR: THE DARK WORLD ed THOR: RAGNAROCK; il personaggio di Methuselah in NOAH di Darren Aronofsky; Re Lear per la BBC. Ha recitato inoltre nel TV movie The Dresser di Richard Eyre, in TRANSFORMERS: THE LAST KNIGHT di Michael Bay; in Westworld di HBO; THE TWO POPES di Netflix; THE FATHER di Florian Zeller; ELYSE di Stella Hopkins.

CHRISTOPHER HAMPTON

Co-sceneggiatore

Christopher Hampton ha iniziato a fare teatro quando studiava francese e tedesco presso l’Università di Oxford; ha scritto la sua prima opera teatrale durante il primo anno di studi, intitolandola When Did You Last See My Mother? La sua successiva produzione per il Royal Court ha riscosso un successo tale da meritare il trasferimento presso il Comedy Theatre; Hampton vanta il record imbattuto di essere lo scrittore più giovane ad aver avuto il privilegio di vedere un proprio lavoro rappresentato in un teatro della West End. Ha dichiarato di ambire anche al record inverso e cioè diventare lo scrittore più anziano con una propria opera rappresentata alla West End, ma per questo ci vorrà ancora del tempo.

Le sue opere e musical hanno ricevuto quattro Tony Awards, tre Olivier Awards, quattro Evening Standard Awards e il Circle Award del New York Theatre Critics; i premi attribuiti al suo lavoro cinematografico e televisivo comprendono due Oscar, tre BAFTA, uno European Film Award, un Writers’ Guild of America Award, il Prix Italia, un premio speciale della giuria al festival di Cannes, il titolo di ‘Hollywood Screenwriter of the Year’ e il Collateral Award al festival di Venezia per il Migliore adattamento letterario.

Le sue creazioni teatrali includono lavori originali (The Killing of Jimmie Lee Jackson, Visit from an Unknown Woman, A German Life, The Talking Cure, White Chameleon, Tales from Hollywood, Treats, Savages, The Philanthropist, Total Eclipse e When Did You Last See My Mother?); e lavori adattati da romanzi ( Youth Without God di Ödön von Horváth, Embers di Sándor Márai, Les Liaisons Dangereuses di Laclos, la novella di George Steiner The Portage to San Cristobal of A.H.); musical (Sunset Boulevard, Dracula: The Musical e più recentemente, Stephen Ward, con Don Black); libretti (Waiting for the Barbarians, The Trial and Appomattox, con il compositore Philip Glass); e diverse traduzioni (Chekhov, Ibsen, Molière, von Horváth, Yasmina Reza, Daniel Kehlmann e un musical tedesco basato sul romanzo Rebecca di Daphne du Maurier). Le sue traduzioni dei lavori teatrali di Florian Zeller comprendono: The Father, The Mother, The Truth, The Lie, The Son, The Height of the Storm e l’ultimo play di Zeller, The Forest.

Hampton ha scritto la sceneggiatura dei seguenti film: THE FATHER (basato sul lavoro teatrale di Zeller che è stato anche cosceneggiatore); ALI AND NINO (basato dal romanzo di Kurban Said), ADORE (basato su The Grandmothers di Doris Lessing ), A DANGEROUS METHOD (basato sul suo The Talking Cure), CHÉRI (basato sul romanzo di Colette), ATONEMENT (basato sul romanzo by Ian McEwan), IMAGINING ARGENTINA (film da lui diretto), THE QUIET AMERICAN (basato sul romanzo Graham Greene), THE SECRET AGENT (basato sul romanzo di Joseph Conrad e da lui diretto), MARY REILLY (basato sul romanzo di Valerie Martin ispirato a Jekyll And Hyde di Robert Louis Stevenson), TOTAL ECLIPSE (basato sul suo omonimo play; nel film appare anche come attore), CARRINGTON (primo film da lui anche diretto), DANGEROUS LIAISONS (basato sul suo play Les Liaisons Dangereuses), THE GOOD FATHER (basato sul romanzo di Peter Prince), THE HONORARY CONSUL (basato sul romanzo di Graham Greene), TALES FROM THE VIENNA WOODS (basato sul play di von Horváth) e A DOLL’S HOUSE (basato sulla sua traduzione del play di Ibsen).

I suoi copioni televisivi comprendono le miniserie The Ginger Tree (basata sul romanzo di Oswald Wynd), Hôtel du Lac (tratta dal romanzo di Anita Brookner), The History Man (basata sul romanzo di Malcolm Bradbury), Able’s Will, The Thirteenth Tale con Vanessa Redgrave e Olivia Colman e The Singapore Grip (tratta dal romanzo di J.G.Farrell).

BEN SMITHARD

Direttore della fotografia

Il direttore della fotografia Ben Smithard ha lavorato in numerosi lungometraggi, serie televisive e cortometraggi e vanta oltre 40 crediti negli ultimi 20 anni.

Per il cinema, si è occupato di: BLINDED BY THE LIGHT di Gurinda Chadha; THE MAN WHO INVENTED CHRISTMAS di Bharat Nalluri; GOODBYE CHRISTOPHER ROBIN e il premiato MY WEEK WITH MARILYN di Simon Curtis; THE SECOND BEST EXOTIC MARIGOLD HOTEL di John Madden; BELLE di Amma Asante; ALAN PARTRIDGE: ALPHA PAPA di Declan Lowney; THE DAMNED UNITED di Tom Hooper; DOWNTON ABBEY di Michael Engler; e i recenti THE BUBBLE di Judd Apatow e ALLELUJAH di Richard Eyre.

I suoi crediti televisivi comprendono: The Dresser, Esio Trot, The Hollow Crown: Henry IV, True Love, The Trip, Money and The Day of Triffids, nonché la premiata serie TV Cranford e Return To Cranford (che gli è valsa un Primetime EMMY Award).

SIMON BOWLES

Scenografia

Simon Bowles è uno scenografo inglese di fama internazionale, che ha lavorato con alcuni dei più interessanti registi inglesi fra cui Florian Zeller, Neil Marshall, Amma Asante, Armando Iannucci, Oliver Parker, Roger Michell, Edgar Wright e James Watkins.

Il talento di Simon è contraddistinto da fantasia e precisione. I suoi lavori sono apparsi in pubblicazioni prestigiose quali Architectural Digest e Variety; è approdato al cinema dopo una lunga formazione teatrale presso la Scuola del Bristol Old Vic.

All’inizio della sua carriera è stato premiato per aver ideato il labirinto sotterraneo costruito presso i Pinewood Studios per THE DESCENT, che ha vinto riconoscimenti da parte degli Evening Standard British Film Awards, gli Empire Awards, i British Independent Film Awards e il Philadelphia Film Festival.

Nel 2012 ha curato la scenografia degli anni ’30 di HYDE PARK ON HUDSON di Roger Michell, il film sulla famiglia reale inglese in visita negli Stati Uniti presso Franklin Roosevelt, interpretato da Bill Murray. Il film è stato girato in Inghilterra. L’opera artistica di Bowles è stata elogiata da Hollywood Reporter, The Independent, Clare Stewart del British Film Institute. Per le sue scenografie di questo film, Bowles ha vinto il British Film Designers Guild award.

Nel 2014 ha creato le scene di PRIDE, diretto da Matthew Warchus; il film è stato nominato ai Golden Globes e ha vinto un BAFTA per il Miglior regista esordiente.

Simon Bowles ha quindi lavorato per il film drammatico in costume BELLE, ambientato nella Londra del 18° secolo, e diretto da Amma Asante, con cui in seguito ha collaborato in A UNITED KINGDOM, interpretato da David Oyelowo e Rosamund Pike. Il film è stato nominato per la Migliore Scenografia ai British Film Designers Guild awards 2017.

In seguito ha curato la scenografia di CROOKED HOUSE basato sul romanzo di Agatha Christie, per la sceneggiatura di Julian Fellowes e la regia di Giles Paquet-Brenner; il film presenta Glenn Close, Christina Hendricks, Gillian Anderson, Max Irons, Stefani Martini e Terrence Stamp.

Simon Bowles ha vinto un altro British Film Designers Guild award per il suo lavoro in JOHNNY ENGLISH STRIKES AGAIN della Working Title, con Rowan Atkinson; il film è diretto da David Kerr, prodotto da Tim Bevan, Eric Fellner e Chris Clarke.

Le eclatanti creazioni di Simon per la serie TV di Armando Iannucci AVENUE 5, possono essere ammirate su HBO. Il British Film Designers Guild lo ha nuovamente premiato nel 2021 per le sue scenografie della prima stagione della serie.

KAREN HARTLEY THOMAS

Trucco e acconciature

Karen è un’artista del trucco e delle acconciature nominata ai BAFTA e agli Emmy. Nel 2009 è stata candidata ai BAFTA e agli Emmy per il suo lavoro in LITTLE DORRIT della BBC, e nel 2010 ha ricevuto una seconda nomination per il film di Simon Curtis CRANFORD, con Judi Dench e Imelda Staunton. L’anno successivo è stata nominata ai BAFTA Awards per le Migliori creazioni di trucco e capelli per il suo lavoro in ANY HUMAN HEART di Michael Samuels; il film presenta un cast stellare che comprende Jim Broadbent, Haley Atwell, Matthew Macfadyen e Gillian Anderson.

Altri crediti televisivi comprendono: LONGFORD di Tom Hooper con Jim Broadbent e Samantha Morton; THE SHADOW LINE di Hugo Blick, con Chiwetel Ejiofor; THE LOST HONOUR OF CHRISTOPHER JEFFERIES di Peter Morgan, diretto da Roger Michell con Jason Watkins come protagonista; THE CHILD IN TIME del regista Julian Farino; l’apprezzato PATRICK MELROSE con Benedict Cumberbatch, per la regia di Edward Berger; THE HOLLOW CROWN: HENRY VI & RICHARD III diretto da Dominic Cooke con Benedict Cumberbatch, Judi Dench e Sophie Okonedo; THE NORTH WATER, una serie TV diretta da Andrew Haigh per See-Saw Films, con Colin Farrell e Jack O’Connell; e ADULT MATERIAL di Channel 4, scritto da Lucy Kirkwood e diretto da Dawn Shadworth, con Hayley Squires nel ruolo protagonista.

Al cinema, ha lavorato per: BERBERIAN SOUND STUDIO di Peter Strickland; LE WEEK-END di Roger Michell, con Jim Broadbent e Lindsay Duncan; THE CORRUPTED con Sam Claflin, Timothy Spall; Hugh Bonneville e THE PERSONAL HISTORY OF DAVID COPPERFIELD di Armando Iannucci, con Dev Patel, Ben Wishaw, Tilda Swinton e Hugh Laurie; ON CHESIL BEACH con Saoirse Ronan e Billy Howle e THE COURIER con Benedict Cumberbatch e Jessie Buckley; THE DUKE di Roger Michell, con Jim Broadbent e Helen Mirren.

I suoi prossimi progetti comprendono: PERSUASION per Netflix, diretto da Carrie Cracknell e interpretato da Dakota Johnson, Cosmo Jarvis e Henry Golding; THE SON diretto da Florian Zeller, con Hugh Jackman, Laura Dern e Vanessa Kirby; GOLDA diretto da Guy Nattiv con Helen Mirren; e GREATEST DAYS diretto da Coky Giedroyc, con Aisling Bea.

LISA DUNCAN

Costumi

Lisa Duncan è una costumista attiva al cinema, in televisione e a teatro.

I film recenti in cui ha lavorato, comprendono: MEN, BEEN SO LONG e CROWHURST di Alex Garland.

Per la TV ha curato i costumi di: Mangrove – Small Axe, Chimerica – Channel 4, Informer – BBC1 e Hang Ups per Channel 4.

Nel 2021 ha creato i costumi di Get Up Stand Up The Bob Marley Musical e The Normal Heart al National Theatre.

YORGOS LAMPRINOS

Montaggio

Yorgos Lamprinos è un montatore di origine greca, che vive e lavora a Parigi dal 1999.

Collaboratore di lunga data della KG Productions, la casa di produzione del rinomato regista Costa Gavras e del produttore Michele Ray Gavras, Yorgos ha lavorato come assistente al montaggio in:

AMEN, THE AX (LE COUPERET), BLAME IT ON FIDEL (LA FAUTE A FIDEL), OUR DAY WILL COME (NOTRE JOUR VIENDRA) prima di iniziare a lavorare con Costa-Gavras in CAPITAL (LE CAPITAL).

Ha lavorato in lungometraggi, documentari, serie TV, pubblicità e video musicali con una varietà di registi fra cui Xavier Legrand, Panos H. Koutras, Evangelia Kranioti, Rachida Brakni, Mehdi Charef, Johan Renck, Fleur Fortuné.

La sua collaborazione con Xavier Legrand ha generato il cortometraggio nominato agli Oscar JUST BEFORE LOSING EVERYTHING (AVANT QUE DE TOUT PERDRE) e il lungometraggio CUSTODY (JUSQU’A LA GARDE) che si è aggiudicato il César per il Migliore montaggio e per il Miglior film. Ha vinto due volte l’Iris award dell’Accademia del Cinema Greco, per il film XENIA e il documentario OBSCURO BARROCO.

La sua recente collaborazione con Florian Zeller in THE FATHER è stata elogiata dai critici di tutto il mondo, dopo la premiere del film al Sundance film festival. Yorgos è stato premiato per il miglior montaggio anche da parte della Los Angeles Film Critics Association e dei British Independent Film Awards; ha ricevuto inoltre una nomination ai BAFTA e agli Oscar.

HANS ZIMMER

Compositore

Hans Zimmer ha composto la musica di oltre 500 progetti, incassando oltre 28 miliardi di dollari nei botteghini di tutto il mondo. Ha ricevuto due Academy Awards®, tre Golden Globes®, quattro Grammy®, un American Music Award e un Tony® Award. Le sue musiche più note riguardano i film: DUNE, NOT TIME TO DIE, GLADIATOR, THE THIN RED LINE, AS GOOD AS IT GETS, RAIN MAN, la trilogia di THE DARK KNIGHT, INCEPTION, THELMA AND LOUISE, THE LAST SAMURAI, 12 YEARS A SLAVE, BLADE RUNNER 2049 (composta insieme a Benjamin Wallfisch) e DUNKIRK; di recente ha composto la colonna sonora di TOP GUN, WONDER WOMAN 1984 e THE SPONGEBOB MOVIE: SPONGE ON THE RUN. Zimmer ha vinto l’Oscar® per DUNE. Nel 2019 ha composto la musica del remake live-action di THE LION KING, per cui ha ricevuto una candidatura ai Grammy® nella categoria ‘Migliore colonna sonora per i media visivi’.

JOANNA LAURIE

Produttrice, See-Saw Films

Joanna Laurie è entrata a far parte della See-Saw Films nel 2020, dopo aver trascorso più di dieci anni presso la Number 9 Films dove è stata capo della produzione al fianco di Stephen Woolley e Elizabeth Karlsen, prima di diventare produttore indipendente. Presso la See-Saw, i progetti imminenti di Joanna comprendono: ONE LIFE, con Anthony Hopkins, e A SPECIAL RELATIONSHIP, con Rachel Weisz. I suoi crediti di produzione comprendono HYENA, il film acclamato dalla critica dello scrittore regista Gerard Johnson, che ha inaugurato il festival internazionale di cinema di Edimburgo e ha vinto l’ambito premio Fantàstic Òrbita a Sitges; e THE LIMEHOUSE GOLEM scritto da Jane Goldman, diretto da Juan Carlos Medina e interpretato da Bill Nighy e Olivia Cooke. Joanna è stata produttore associato del film coprodotto da Number 9 Films e Indigo Films, YOUTH, diretto da Paolo Sorrentino e interpretato da Michael Caine e Harvey Keitel, nonché di BYZANTIUM diretto da Neil Jordan, con Gemma Arterton e Saoirse Ronan. I suoi crediti come capo di produzione per Number 9 Films comprendono CAROL, THEIR FINEST, ON CHESIL BEACH e COLLETTE.

IAIN CANNING

Produttore, See-Saw Films

Nel 2008 Iain Canning, produttore che vanta riconoscimenti prestigiosi fra cui l’Oscar®, il BAFTA e l’Emmy, ha co-fondato, con Emile Sherman, la See-Saw Films, una società di produzione cinematografica e televisiva con sedi a Londra e a Sydney. Canning ha prodotto THE POWER OF THE DOG, nominato a dodici premi Oscar®, scritto e diretto da Jane Campion e interpretato da Benedict Cumberbatch, Kirsten Dunst e Jesse Plemons; LION, nominato a sei Oscar®, con Dev Patel, Nicole Kidman e Rooney Mara, nonché THE KING’S SPEECH, nominato a dodici Academy Awards® di cui ne ha vinti quattro, fra cui quello come Miglior film. I film recenti di Canning comprendono: OPERATION MINCEMEAT, diretto da John Madden, con Colin Firth, Matthew Macfadyen e Kelly Macdonald; THE STRANGER, scritto e diretto da Thomas M Wright, con Joel Edgerton e Sean Harris; FOE, scritto da Iain Reid e Garth Davis, diretto da Garth Davis e interpretato da Saoirse Ronan, Paul Mescal e Aaron Pierre; WIZARDS! scritto e diretto da David Michôd, con Pete Davidson, Orlando Bloom, Naomi Scott, Franz Rogowski e Sean Harris; e THE ROYAL HOTEL, diretto da Kitty Green, scritto da Kitty Green e Oscar Redding e interpretato da Julia Garner, Jessica Henwick e Hugo Weaving.

È stato produttore esecutivo della multipremiata prima stagione del film di Jane Campion ‘Top of the Lake’ e della seconda stagione ‘Top of The Lake: China Girl’, con Elisabeth Moss, Nicole Kidman e Gwendoline Christie, presentata a Cannes nel 2017 e nominata ai Golden Globes. È stato produttore esecutivo di ‘State of the Union’, scritto da Nick Hornby, diretto da Stephen Frears e interpretato da Rosamund Pike e Chris O’Dowd; il film è stato presentato in premiere mondiale al Sundance Film Festival 2019 e ha vinto tre Emmy Awards. Progetti recenti comprendono le serie: ‘The North Water’ di BBC Two, scritta e diretta da Andrew Haigh con Colin Farrell, Jack O’Connell e Stephen Graham; ‘Slow Horses’ per Apple TV+, scritta da Will Smith, diretta da James Hawes, interpretata da Gary Oldman, Jack Lowden e Kristin Scott Thomas; la seconda stagione di ‘State of the Union’, scritta da Nick Hornby, diretta da Stephen Frears e interpretata da Brendan Gleeson, Patricia Clarkson e Esco Jouléy; ‘The Essex Serpent’ per Apple TV+, diretta da Clio Barnard, scritto da Anna Symon con Claire Danes e Tom Hiddleston; ‘Heartstopper’ per Netflix, scritta da Alice Oseman, diretta da Euros Lyn e interpretata da Kit Connor e Joe Locke; di questa serie sono state confermate altre due stagioni.

Prima di fondare la See-Saw, Canning è stato produttore esecutivo dei premiati film HUNGER di Steve McQueen e CONTROL di Anton Corbijn.

Iain è ambasciatore per Stonewall, l’associazione a scopo benefico per i diritti LGBT+.

EMILE SHERMAN

Produttore, See-Saw Films

Sherman, produttore che ha ricevuto importanti riconoscimenti fra cui l’Oscar®, il BAFTA e l’Emmy, ha co-fondato la See-Saw Films con Iain Canning nel 2008, una società di produzione cinematografica e televisiva con sedi a Londra e a Sydney. Sherman ha prodotto THE POWER OF THE DOG, nominato a dodici premi Oscar®, scritto e diretto da Jane Campion e interpretato da Benedict Cumberbatch, Kirsten Dunst e Jesse Plemons; LION, nominato a sei Oscar®, con Dev Patel, Nicole Kidman e Rooney Mara, nonché THE KING’S SPEECH, nominato a dodici Academy Awards® di cui ne ha vinti quattro, fra cui quello come Miglior film. I film recenti di Sherman comprendono OPERATION MINCEMEAT, diretto da John Madden, con Colin Firth, Matthew Macfadyen e Kelly Macdonald; THE STRANGER, scritto e diretto da Thomas M Wright, con Joel Edgerton e Sean Harris; FOE, scritto da Iain Reid e Garth Davis, diretto da Garth Davis e interpretato da Saoirse Ronan, Paul Mescal e Aaron Pierre; WIZARDS! scritto e diretto da David Michôd, con Pete Davidson, Orlando Bloom, Naomi Scott, Franz Rogowski e Sean Harris; e THE ROYAL HOTEL, diretto da Kitty Green, scritto da Kitty Green e Oscar Redding e interpretato da Julia Garner, Jessica Henwick e Hugo Weaving.

Emile Sherman è stato produttore esecutivo della multipremiata prima stagione di ‘Top of the Lake’ di Jane Campion e della seconda stagione ‘Top of The Lake: China Girl’ con Elisabeth Moss, Nicole Kidman e Gwendoline Christie, presentata a Cannes nel 2017 e nominata ai Golden Globe.

È stato produttore esecutivo di ‘State of the Union’, scritto da Nick Hornby, diretto da Stephen Frears e interpretato da Rosamund Pike e Chris O’Dowd; il film è stato presentato in premiere mondiale al Sundance Film Festival 2019 e ha vinto tre Emmy Awards. Progetti recenti comprendono le serie: ‘The North Water’ di BBC Two, scritta e diretta da Andrew Haigh con Colin Farrell, Jack O’Connell e Stephen Graham; ‘Slow Horses’ per Apple TV+, scritta da Will Smith, diretta da James Hawes, interpretata da Gary Oldman, Jack Lowden e Kristin Scott Thomas; la seconda stagione di ‘State of the Union’, scritta da Nick Hornby, diretta da Stephen Frears e interpretata da Brendan Gleeson, Patricia Clarkson e Esco Jouléy; ‘The Essex Serpent’ per Apple TV+, diretta da Clio Barnard, scritto da Anna Symon con Claire Danes e Tom Hiddleston; ‘Heartstopper’ per Netflix, scritta da Alice Oseman, diretta da Euros Lyn e interpretata da Kit Connor e Joe Locke; di questa serie sono state confermate altre due stagioni.

Prima di fondare la See-Saw, Sherman ha prodotto vari film con la sua società precedente, la Sherman Pictures, fra cui il film che ha ricevuto il FIPRESCI award al Toronto International Film Festival, DISGRACE, basato sul romanzo di J.M.Coetzee e interpretato da John Malkovich; il film d’animazione $9.99 nominato come Miglior film agli Annie Awards, e i premiati film CANDY, con Heath Ledger e Geoffrey Rush, e RABBIT PROOF FENCE di Phillip Noyce di cui è stato produttore esecutivo. Nel 2009 Emile è stato eletto Independent Producer of the Year da parte della Screen Producers Association of Australia. Oltre all’incarico di amministratore delegato presso la See-Saw Films, occupa il ruolo di direttore di Fulcrum Media Finance, in cui si distingue come esperto finanziatore di cinema e televisione; è inoltre direttore di Voiceless, un istituto che si occupa della protezione degli animali, e fa parte del Consiglio Direttivo del Centro Etico.

CHRISTOPHE SPADONE

Produttore

Nato nel 1967, Christophe Spadone è un imprenditore svizzero che vive a Ginevra. Gestisce, da solo o in partnership, tre società di produzione francesi. Collabora frequentemente con Philippe Carcassonne con cui ha coprodotto diversi film della regista francese Anne Fontaine (MARVIN; BLANCHE COMME NEIGE; POLICE; PRESIDENTS) nonché MAIGRET di Patrice Leconte, la cui uscita è prevista nel 2022.

Inoltre, è stato il principale finanziatore del film pluripremio Oscar® di Florian Zeller, THE FATHER.

PHILIPPE CARCASSONNE

Produttore esecutivo

Philippe Carcassonne dirige la Ciné[email protected], una società di produzione cinematografica francese indipendente nata nel 1986.

La società era precedentemente affiliata alla PolyGram (con il nome di Cinéa, dal 1993 al 1997) e alla Pathé (Ciné B, dal 1998 al 2006).

Nell’arco di 35 anni, ha prodotto e coprodotto oltre 70 lungometraggi, lavorando spesso con importanti filmmaker: A HEART IN WINTER di Claude Sautet, AL DI LA’ DELLE NUVOLE di Michelangelo Antonioni, READ MY LIPS di Jacques Audiard’s, RIDICULE e MAN ON THE TRAIN di Patrice Leconte, THE AGE OF IGNORANCE di Denys Arcand, THE CONFESSIONAL di Robert Lepage, THE ILLUSIONIST di Sylvain Chomet, A SINGLE GIRL di Benoit Jacquot, COCO BEFORE CHANEL e THE INNOCENTS di Anne Fontaine, CAMILE REWINDS di Noémie Lvovsky, FLORIDA di Philippe Le Guay, CARRINGTON di Christopher Hampton, ROMUALD AND JULIETTE di Coline Serreau, FIN AOUT, DEBUT SEPTEMBRE di Olivier Assayas, LE FILS PREFERE di Nicole Garcia, e il recente THE FATHER di Florian Zeller.

Oltre a occuparsi di produzione, Philippe Carcassonne ha svolto numerosi incarichi all’interno dell’industria cinematografica francese, presso la Commission d’Avance sur Recettes, la Cinémathèque Française, Unifrance e ACE (Ateliers du Cinéma Européen).

 

Testo, video e foto dall’Ufficio Stampa Echo Group.

Dove i classici si incontrano. ClassiCult è una Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Bari numero R.G. 5753/2018 – R.S. 17. Direttore Responsabile Domenico Saracino, Vice Direttrice Alessandra Randazzo

Write A Comment

Pin It