12 Ottobre 2015

SIGLATO PROTOCOLLO D’INTESA CON ADPB PER IPOGEO SANTA CANDIDA

DECARO: “IL PRIMO PASSO VERSO IL PARCO DEGLI IPOGEI” 12-10-15 foto firma protocollo

Questa mattina il sindaco Antonio Decaro, il presidente dell’AdBP e assessore regionale Giovanni Giannini e il segretario generale dell’AdBP Antonio Rosario Di Santo hanno siglato il protocollo tra l’Autorità di Bacino della Puglia e il Comune di Bari finalizzato ad effettuare una serie di studi e di rilievi sull’ipogeo di Santa Candida.

Il progetto di studio, finanziato dal PO-FESR 2007-2013 – Linea di Intervento 2.3 – Azione 2.3.6 “Miglioramento del sistema dell’informazione, del monitoraggio e del controllo nel settore della Difesa del suolo”, intervento: “Monitoraggio dei dissesti di carattere geomorfologico del territorio pugliese”, prevede la realizzazione di rilievi laser scanner all’interno di alcune delle cavità prescelte nel territorio, di sondaggi geognostici a carotaggio continuo, il prelievo di campioni per analisi geotecniche e petrografiche di laboratorio e l’installazione nelle cavità di strumentazione per il monitoraggio. Il Comune di Bari, siglando l’accordo, si è impegnato a consentire l’accesso al sito da parte del personale dell’Ufficio Rischi Geologici e l’esecuzione dei lavori di studio, a fronte dell’impegno dell’Autorità di bacino di riferire una serie di informazioni utili alla tutela e alla valorizzazione del bene.
 
“La realizzazione di un parco degli Ipogei che da Ceglie del Campo arrivasse fino a San Marcello è un obiettivo che abbiamo dichiarato sin dalla campagna elettorale – ha dichiarato il sindaco di Bari a margine della firma del protocollo -. Un punto del programma elettorale e delle linee programmatiche presentate in Consiglio comunale parlava di un distretto culturale metropolitano realizzato per ampliare le opportunità, migliorare le politiche culturali e valorizzare il nostro paesaggio rurale partendo proprio dagli ipogei e dalle lame. Coerentemente con questa finalità l’amministrazione comunale, poco dopo il suo insediamento, si è messa al lavoro per chiedere alla Regione Puglia che nel progetto già in itinere fossero inseriti due ipogei di Bari, Villa Giustiniani e Santa Candida, che presentano un particolare interesse in relazione alla loro localizzazione, alla loro storia e al loro valore archeologico. Ringrazio la Regione e l’Autorità di Bacino per aver preso in considerazione la nostra richiesta e per aver dato concretezza a questo percorso. Ovviamente è il primo passo di una strada lunga, che mira a inserire Bari in un circuito turistico e culturale molto ampio, ma crediamo fortemente nelle potenzialità della nostra città, e crediamo anche sia nostro compito quello di dare alla città e ai baresi l’opportunità di mostrarsi agli occhi dei tanti turisti che arriveranno nel nostro territorio anche in virtù dell’appuntamento di Matera 2019. Non vogliamo inventarci niente, vogliamo solo valorizzare quello che abbiamo e che forse neanche noi cittadini conosciamo fino in fondo. Spero che potremo avviare presto gli stessi studi per l’ipogeo di Villa Giustiniani una volta terminata la procedure di acquisizione del bene”.
“Ringrazio il sindaco di Bari per essersi reso protagonista di un’iniziativa di alto valore come questa – ha dichiarato l’assessore regionale alle infrastrutture Giannini-. Attraverso questa intesa recupereremo pezzi importanti della città da rendere quanto prima disponibili alla fruizione di cittadini e turisti. Allo stesso tempo lavoriamo su un altro aspetto fondamentale, quello della tutela del suolo e della prevenzione di dissesti che assumono sempre più rilevanza nell’agenda politica degli amministratori locali. Peraltro, sono particolarmente legato alla vicenda di Villa Giustiniani che ho curato personalmente quando ero assessore del Comune di Bari, anche se non sono riuscito a concludere l’operazione. Sono certo che, dopo la riqualificazione del sito, diventerà un vero e proprio punto di riferimento storico e archeologico per la città di Bari”.

Testi e immagine dall’Ufficio Stampa Comune di Bari

Write A Comment

Pin It