10 Agosto 2016

Direzione dello sviluppo della dentina in un molare umano. Credit: Beaumont et al. (2016)
Direzione dello sviluppo della dentina in un molare umano. Credit: Beaumont et al. (2016)

Un nuovo studio, pubblicato su PLOS One, ha utilizzato l’analisi degli isotopi sui denti degli individui colpiti dalla Grande Carestia Irlandese del diciannovesimo secolo. In questo modo, è possibile investigare i cambiamenti fisiologici e nella dieta, e quindi individuare coloro che morirono di fame all’epoca.

I ricercatori hanno individuato il passaggio dalle patate al mais – importato dall’America per fornire sollievo durante la carestia – e pure i segni dello stress fisiologico negli scheletri di adulti e giovani.

Lo studio “The Great Irish Famine: Identifying Starvation in the Tissues of Victims Using Stable Isotope Analysis of Bone and Incremental Dentine Collagen”, di Julia Beaumont, Janet Montgomery, è stato pubblicato su PLOS One.

Link: PLOS One; EurekAlert! via Public Library of Science.