La città sannita del Curino di Alfedena e il Sannio: ricerche antiche e moderne

8e5999950ddff476941e4cd58eacabc96f7659
Il convegno che si svolge il 12 marzo con inizio alle 15 presso il Museo Archeologico “A.De Nino” di Alfedena(AQ) offre l’occasione per presentare i risultati delle prospezioni magnetometriche eseguite dall’Università di Roma “La Sapienza” dal 2012 al 2014 finalizzate a rilevare e definire i resti archeologici presenti nel sottosuolo dell’area archeologica di Alfedena e per ripercorrere le ricerche archeologiche condotte dalla Soprintendenza Archeologia dell’Abruzzo sulle necropoli protostorica di Alfedena e su quelle dell’Alto Sangro. La giornata di studi è finalizzata anche a presentare il progetto del Parco Archeologico dell’Alto Sannio, sostenuto dal Comune di Alfedena  che confida nel reperimento di fondi europei per valorizzare il patrimonio archeologico. Il programma del convegno organizzato in collaborazione tra il Comune di Alfedena, l’Università  di Roma “la Sapienza” e la Soprintendenza Archeologia dell’Abruzzo prevede, dopo i saluti di Massimo Scura, Sindaco di Alfedena, interventi di  Paola Piana Agostinetti e Alessandro Vanzetti della Università di Roma “La Sapienza”; Andrea Di Renzoni del CNR – ISMA; Amalia Faustoferri della Soprintendenza Archeologia dell’Abruzzo; Stéphane Bourdin dell’ Ècole Francaise de Rome; Francesco di Gennaro, Soprintendente per l’archeologia dell’Abruzzo; Alberto Savastano dell’Associazione Alto-Sannio; coordina i lavori Silvano Agostini della Soprintendenza Archeologia dell’Abruzzo.
Come da MiBACT, Redattore Giuseppe Labriola