Domani, giovedì 15 novembre nella Sala della Fortuna vi aspettiamo con il primo appuntamento dei “DIAloghi di archeologia”, progetto curato dalla Fondazione Dià Cultura per valorizzare l’editoria di settore con presentazioni di libri, tavole rotonde e incontri con gli autori.

I DIAloghi si configurano anche come un percorso che, attraverso nove tappe, ci condurrà fino alla decima edizione di “RomArché. Parla l’archeologia”, manifestazione ospitata, anche il prossimo anno, negli splendidi spazi del Museo di Villa Giulia.

Il pomeriggio del 15 novembre si aprirà alle ore 17.00 con la presentazione del numero di Forma Urbis dedicato ai musei archeologici e ai paesaggi culturali, curato da ICOM – Italia, e proseguirà con la premiazione dei 5 archeologi vincitori del Premio Forma Urbis per l’archeologia del 2018, i cui articoli sono pubblicati nel nuovo numero della rivista a loro dedicato.

Sabato 17 novembre torna l’apertura serale straordinaria del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia fino alle ore 23.00. Etrusco di Sera vi offre l’opportunità di partecipare in esclusiva a visite guidate curate dal nostro personale e dedicate alla scoperta di capolavori, storie e curiosità che svelano l’affascinante civiltà etrusca.

Un’occasione unica di vivere il Museo con nuovi occhi, al costo eccezionalmente scontato di 4 euro (ridotto a 2 per i cittadini dell’Unione Europea di età compresa fra i 18 e i 25 anni e gli altri aventi diritto).

I minorenni, e gli altri aventi diritto, oltre ai titolari dello speciale abbonamento al Museo, avranno come sempre accesso gratuito.

Il biglietto, acquistabile dalle 19.30 alle 22.15, comprende le seguenti iniziative:

Ore 20.30

Calcata…una storia di disobbedienza. Visita guidata alla Mostra (a cura di Alessia Argento) Oltre sessanta immagini, fornite da varie istituzioni e da alcune delle persone che da anni vivono a Calcata, per raccontare, da un lato, la storia recente del centro, contrassegnata dall’emanazione del Regio Decreto del 1935, che ne vorrebbe imporre l’abbandono, e per illustrare, dall’altro, le scoperte archeologiche effettuate nel suo territorio e strettamente connesse alla nascita del Museo di Villa Giulia. La mostra è visitabile in Sala Venere fino al 2 dicembre.

Ore 21.30

Le donne in Etruria (a cura di Laura D’Erme)

Lungo il percorso museale incontreremo le donne dell’antichità attraverso i numerosi oggetti che illustrano il mondo femminile in Etruria. Donne come mogli, madri, custodi della casa, dedite alla tessitura e alla filatura; ma anche donne consapevoli della propria bellezza e orgogliose del proprio sapere. Donne riconosciute in un ruolo “alla pari” con quello maschile, come ci appare “fotografato” nell’affettuoso atteggiamento della coppia del famosissimo Sarcofago degli Sposi.