Pasqua e Pasquetta nei siti archeologici statali dell’Emilia-Romagna

Domenica 27 e Lunedì 28 marzo tra arte e cultura nei siti archeologici di Marzabotto, Russi e Veleia

Pasqua e Pasquetta a Marzabotto, Russi e Veleia (nella foto)
Pasqua e Pasquetta a Marzabotto, Russi e Veleia (nella foto)

Le vestigia monumentali di Veleia romana, l’unicità della città etrusca di Marzabotto o la vita laboriosa nella villa rustica di Russi.
Ce n’è davvero per tutti i gusti per chi volesse trascorrere il week-end di Pasqua visitando le zone archeologiche statali dell’Emilia-Romagna che, tra l’altro, beneficiano di 60 minuti di luce in più per il passaggio all’ora legale.
Come già da qualche anno, anche il giorno di Pasqua e Pasquetta le aree archeologiche osserveranno il normale orario di apertura per consentire a cittadini e turisti di apprezzare i propri scavi e reperti.
L’antica città di Kainua e il Museo Nazionale Etrusco “Pompeo Aria” di Marzabotto rinunciano alla chiusura del lunedì restando aperti in entrambi i giorni dalle 9 alle 17.30 (il museo) e dalle 8 alle 17.30 (gli scavi).
La Villa Romana di Russi è aperta il giorno di Pasqua dalle 14 a un’ora prima del tramonto e a Pasquetta dalle 9 a un’ora prima del tramonto.
Le porte della città romana di Veleia sono aperte in entrambe le giornate dalle 9 a un’ora prima del tramonto (indicativamente alle 18.30)

Maggiori informazioni sul sito della Soprintendenza Archeologia o direttamente ai musei:
Antica città di Kainua e Museo Nazionale Etrusco “Pompeo Aria”
Via Porrettana Sud 13, Marzabotto (BO)
tel. 051.932353, ingresso € 3,00
Area archeologica della città romana di Veleia
Strada Provinciale 14, località Veleia Romana, Lugagnano Val d’Arda (PC)
tel. 0523.807113, ingresso € 2,00
Complesso archeologico della Villa Romana
Via Fiumazzo, Russi (RA)
tel. 0544.581357, ingresso  € 2,00
Come da MiBACT, Redattrice Carla Conti

Write A Comment

Pin It