SISMA CENTRO ITALIA, 142 OPERE RECUPERATE A SCAI, FORCELLE, COLLEPOSTA, SOMMATI, PASCIANO E COLLALTO NEL REATINO

Recupero beni a Sommati
I tecnici del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, in collaborazione con i vigili del fuoco, i carabinieri del comando tutela patrimonio culturale, il corpo forestale dello Stato e con l’assistenza di volontari di protezione civile, hanno recuperato 142 opere dalle chiese dell’Annunciata a Forcelle, di Santo Stefano a Scai, di Sant’Egidio a Sommati, di San Silvestro a Pasciano, di San Massimo e della Madonna del Popolo a Collalto, frazioni di Amatrice, e dalla chiesa di Santa Maria delle Grazie a Colleposta, frazione di Accumoli.
Recupero beni a Forcelle Roccasalli Colleposta

Recupero beni a Forcelle Roccasalli Colleposta
Tra i 37 beni recuperati nella chiesa dell’Annunciata a Forcelle, oltre agli oggetti del servizio liturgico, si segnalano la tela d’altare e il gruppo della Madonna e Sant’Anna in cartapesta e gesso. Nella chiesa di Santa Maria a Colleposta è stato recuperato il dipinto di S. Antonio da Padova con il Bambino e S. Longino del XVIII secolo. Dalla chiesa di Sant’Egidio a Sommati è stata estratta una scultura in terracotta policroma del XVI secolo raffigurante la Madonna in trono con bambino insieme alla copertura lignea della nicchia in cui era alloggiata e al dossale dipinto in blu e oro. Tra le 56 opere recuperate dalla chiesa di San Silvestro a Pasciano si segnalano sette dipinti a olio su tela discretamente conservati risalenti al XVII e al XVIII secolo, mentre dalla chiesa di San Massimo e della Madonna del Popolo a Collalto si è potuto ritirare il dipinto centinato dell’altare raffigurante la Madonna col Bambino, la statua in gesso della Madonna del Popolo con il Bambino e diversi arredi liturgici.
Tutti i beni sono stati identificati, fotografati e trasportati al deposito di Cittaducale, tra cui le due campane della Chiesa di S. Stefano di Scai.
Recupero beni a Pasciano e Collalto
Recupero beni a Pasciano e Collalto
Roma, 21 febbraio 2017
Ufficio Stampa MiBACT
Recupero beni a Sommati

Come da MiBACT, Redattore Renzo De Simone


SISMA CENTRO ITALIA, COMPLETATA LA MESSA IN SICUREZZA DEL CAMPANILE DI SANTA MARIA ARGENTEA, CATTEDRALE DI NORCIA

La struttura ancora a terra
È stata completata ieri, la messa in sicurezza del Campanile di Santa Maria Argentea, cattedrale di Norcia. Il lavoro, realizzato sul progetto dell’ing. Stefano Podestà, incaricato dalla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria, consiste nella cerchiatura esterna della Torre Campanaria e nel posizionamento di una struttura di rinforzo esterna che sostiene anche il coronamento del Campanile. Tutto ciò è stato possibile grazie al lavoro di posa in opera delle squadre dei Vigili del Fuoco.
La struttura interna di rinforzo
Roma, 21 Febbraio 2016
Posa della Struttura
Fonte dati:
Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria.
Completamento della posa in opera

Come da MiBACT, Redattore Renzo De Simone
 

Write A Comment

Pin It