9 Settembre 2014
Continuano a crescere i visitatori delle domeniche gratuite al museo, l’innovazione introdotta dalla rivoluzione del piano tariffario e degli orari d’ingresso varata dal ministro Franceschini. I circa 250 mila visitatori di ieri fanno segnare un +30% rispetto alla domenica gratuita di luglio ed un +6% rispetto a quella di agosto.

Sono dati estremamente positivi che dimostrano come la prima domenica gratuita sia rapidamente diventata un appuntamento fisso nelle abitudini delle famiglie e dei turisti. Grandi e piccoli musei stanno registrando picchi di presenze molto elevate. Nella giornata di ieri il dato più rilevante è quello di Pompei dove si è assistito ad un vero e proprio record di ingressi: 20.815 presenze (+27% rispetto alla prima domenica di agosto), +73% rispetto alla prima domenica di luglio). Sempre in Campania,  particolarmente significativi gli aumenti a: Paestum (+32% rispetto alla domenica gratuita di agosto), Ercolano (+33%), Museo archeologico di Napoli (+47%), Capodimonte (+84), Castel S. Elmo (+65%), circa triplicati i visitatori di Palazzo reale e del Museo S. Martino . Nel Lazio: Terme di Caracalla (+40%), Castel. S. Angelo (+46%), Scavi di Ostia antica (+60%), Villa d’Este (+60%), Villa Adriana (+63%), raddoppiati gli ingressi alla necropoli della Banditaccia a Cerveteri. In Piemonte: Castello di Racconigi (+22%), circuito museale di Torino (+56%). In Puglia, Castello Svevo di Trani (+40%), quintuplicati gli ingressi di Castel del Monte ad Andria. In Toscana: Cappelle medicee (+36%), circuito museale fiorentino (+20%). In Emilia Romagna, raddoppiati i visitatori alla Pinacoteca di Ferrara e triplicati quelli al Castello di Torrechiara a Langhirano e al Teatro Farnese di Parma. In Sardegna: Museo archeologico di Cagliari (+20%). In Veneto, più che raddoppiati gli ingressi nel museo di Villa Pisani a Stra. In Friuli Venezia Giulia:  +40% di ingressi per il Castello di Miramare di Trieste.

Come da Comunicato Stampa MIBACT
 

Write A Comment

Pin It