Tag

Pompei

Browsing

Pompei

Gli scavi archeologici di Pompei, la time capsule per eccellenza, ove tutto sembra essersi fermato agli ultimi, tragici istanti dell’eruzione del Vesuvio del 79 d. C.

Pompei
Foto di Marta (DUOTONE)

Fondata dagli Osci nell’VIII secolo a. C., subì le influenze greche (con la conquista da parte di Cuma nel VI secolo), quindi degli Etruschi e poi dei Sanniti.
Divenne una città ricca e fiorente, e con la conquista romana nel III secolo a. C. continuò a svilupparsi e a crescere, producendo vino e olio.

Oggi la conosciamo soprattutto per le opulenti domus di epoca romana, affrescate con scene mitologiche, di vita quotidiana, agreste e cittadina.

Pompei si stava riprendendo dal sisma del 62 d. C. (che danneggiò anche le vicine Ercolano e Stabia) quando fu seppellita per secoli dalle colate piroclastiche del Vesuvio. La tradizione filologica, che si basa soprattutto sulle lettere di Plinio il Giovane a Tacito, colloca l’eruzione del Vesuvio al 24 agosto del 79 d.C.

Per approfondire, leggi qui: https://www.classicult.it/l-eruzione-del-79-d-c-accaddeoggi/

Pompei rimase seppellita per secoli, nonostante ci si fosse avvicinati ad essa, fino al 1748, quando con Carlo di Borbone, re di Sicilia come Carlo III, si iniziò ad intraprendere quest’opera di scavo per portare prestigio e lustro al regno.

Pompei oggi

Gran parte dei reperti sono oggi conservati all’Antiquarium di Pompei e al Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

Oggi il Parco Archeologico di Pompei è una delle mete più visitate in Italia e attrae turisti da tutto il mondo, e le Aree archeologiche di Pompei, Ercolano e Torre Annunziata sono un bene protetto dall’UNESCO, rientrando nella lista dei patrimoni dell’umanità stilata dall’Organizzazione.

E tu, l’hai già visitata?

Nell’area extramoenia di Pompei, nella necropoli di Porta Sarno, l’équipe di Llorenç Alapont in collaborazione con il Parco archeologico di Pompei ha portato alla luce i resti del liberto Marcus Venerio Secundio. In questa intervista abbiamo chiesto al Professore Alapont dell’Università Europea di Valencia di raccontarci i dettagli della scoperta.

Continue Reading

Aperture straordinarie a Pompei. L’iniziativa partirà il 14 febbraio con nuovi percorsi di visita.

Visitando Pompei spesso ci si chiede cosa si cela all’interno di molte abitazioni chiuse al pubblico con la richiesta frequente di poterle visitare al più presto. Questo sarà possibile grazie ad un progetto di riaperture speciali dal 14 febbraio e poi fino al 31 marzo.

Continue Reading
Pin It