9 Ottobre 2014
Segnaliamo l’articolo odierno di Essie Fox su Virtual Victorian, riguardante il culto dei morti in epoca  Vittoriana. Allora, i tassi di mortalità erano molto elevati (sia a livello infantile che in seguito) e non c’era un servizio sanitario nazionale.
A colpire oggi però sono soprattutto le fotografie, che rappresentano i morti e i vivi, non di rado raffigurati (volutamente) in modo etereo o addirittura come ectoplasmi.
Link: The Virtual Victorian

Write A Comment

Pin It