11 – 12 Marzo 2015
Earthlights_dmsp
Antropocene, secondo la definizione di Eugene F. Stoermer è l’era geologica segnata dalle attività umane, il cui impatto sugli ecosistemi del pianeta è rilevante. Ma quando si colloca l’inizio di questa epoca? Uno studio pubblicato su Nature da studiosi dello University College London fissa la data al 1610, o in alternativa al 1964.
Quali cambiamenti occorsero in quegli anni? Con la prima data si segna diminuzione del livello di anidride carbonica e lo scambio di specie tra Vecchio e Nuovo Mondo. Con la seconda, invece, si registra un picco nel decadimento radioattivo, a causa dei test nucleari svoltisi negli anni precedenti.
[Dall’Abstract:] Il tempo è diviso dai geologi per segnare i mutamenti nello stato della Terra. I recenti cambiamenti ambientali globali suggeriscono che il pianeta possa essere entrato in una nuova era geologica dominata dagli uomini, l’Antropocene. Nello studio si ripercorre la genesi dell’idea e si stimano le firme antropogeniche nel registro geologico contro i requisiti formali per il riconoscimento di una nuova epoca. Le prove suggeriscono che tra le varie date proposte, due sembrano conformarsi ai criteri per segnare l’inizio dell’Antropocene: il 1610 e il 1964. La costituzione formale di una Epoca dell’Antropocene segnerebbe un cambiamento fondamentale nelle relazioni tra umani e sistema Terra.
Lo studio “Defining the Anthropocene”, di Simon L. Lewis e Mark A. Maslin, è stato pubblicato su Nature.
Link: Nature; UCL News; Past Horizons

La Terra di notte, un’immagine composita notturna del mondo, durante l’Antropocene (Data courtesy Marc Imhoff of NASA GSFC and Christopher Elvidge of NOAA NGDC. Image by Craig Mayhew and Robert Simmon, NASA GSFC.http://eoimages.gsfc.nasa.gov/ve//1438/land_lights_16384.tif), foto da WikipediaPubblico Dominio, caricata da Tholme.