Lo stadio universale: presentazione del libro di Stefano Savella a cura dell’autore e di Anita Malagrinò Mustica

La pratica sportiva ha esercitato fin dall’antichità un forte richiamo in campo poetico. Ma è soltanto a partire dal Novecento che lo sport è stato descritto in relazione al contesto esterno: come un vero e proprio fenomeno di massa.

Nella prima sezione de Lo stadio universale vengono presentati testi poetici che precedono, seppur di poco, gli anni Trenta. Sono versi in cui sembra cogliersi, in nuce, quella modernità legata al gesto sportivo – o al contesto sociale che ne fa da contorno – che esploderà dopo i Giochi di Los Angeles e di Berlino, o dopo i Mondiali di calcio del 1930.

Successivamente, si affronta il contributo dei Giochi olimpici, da Stoccolma 1912 ad oggi, nella produzione poetica sullo sport, con una particolare attenzione alle ricadute che le vite di campioni sportivi o alcune edizioni delle Olimpiadi hanno avuto sulla Storia. Dopo la Seconda guerra mondiale, in particolare, ogni edizione ha consentito di accendere i riflettori sullo stato della democrazia e sui diritti umani dei paesi partecipanti. Un aspetto che si è intensificato a partire dai conflitti sociali della fine degli anni Sessanta.

La terza sezione del libro raccoglie le poesie di sedici poeti italiani del ‘900, da Dino Campana a Giovanni Raboni, passando per una delle cinque poesie per il giuoco del calcio di Umberto Saba e altri ancora.

Infine, il calcio. Poeti di ogni parte del mondo hanno reso immortali momenti e personaggi legati tanto alla loro storia personale quanto a quella del loro paese. In quest’ultima sezione, aperta dai magnifici versi del poeta spagnolo Rafael Alberti dedicati a Platko, portiere ungherese e bandiera del Barcellona degli anni Venti, ritroviamo alcuni grandi calciatori del secolo scorso, da Puskas a Garrincha a Van Basten.

Lo stadio universale Stefano Savella
La copertina dell’antologia poetica di Stefano Savella, Lo stadio universale, pubblicata da Stilo Editrice (2021)

Giovedì 30 Giugno ore 19:00: Anita Malagrinò Mustica dialoga insieme a Stefano Savella per parlare di poesia e sport, protagonisti del suo libro Lo stadio universale (Stilo Editrice, 2021).

La diretta sarà ospitata sulla pagina Facebook di ClassiCult e della Wunderkammer, sul canale YouTube di ClassiCult e della Wunderkammer, sui canali Twitter e LinkedIn di ClassiCult, sul canale Twitch della Wunderkammer.

Link all’evento Facebook: https://www.facebook.com/events/544299387479587/

Dove i classici si incontrano. ClassiCult è una Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Bari numero R.G. 5753/2018 – R.S. 17. Direttore Responsabile Domenico Saracino, Vice Direttrice Alessandra Randazzo

Write A Comment

Pin It