Cultura

Le note di Arlecchino

Palazzina Liberty in musica presenta un concerto animato, canovaccio di commedia dell’arte a cura di La sala dei Tanti con la Civica orchestra di fiati di Milano. Martedì 15 marzo 2016, alle ore 9:30 in Largo Marinai d’Italia

marcella_bassanesi_sala_tanti.jpg

Milano, 8 marzo 2016 – Dopo il successo del concerto animato “Favole al sassofono” dello scorso autunno, La sala dei Tanti e la Civica orchestra di fiati di Milano tornano in Palazzina Liberty in musica con lo spettacolo “LE NOTE DI ARLECCHINO” nell’ambito del progetto didattico “Teatro in musica”, promosso da Comune di Milano | Cultura, Settore Spettacolo.

Il concerto animato “Le note di Arlecchino”,  Canovaccio di commedia dell’arte, con recita in Palazzina Liberty in Musica il 15 marzo 2016 alle ore 9:30, rientra nella stagione Teatro musicale de La sala dei Tanti, specializzata in spettacoli artistici di educazione musicale rivolti a bambini e ragazzi di diverse età, senza però escludere il pubblico adulto.

“Si può ridere a crepapelle durante un concerto di musica classica? Possono dei ragazzini ascoltare brani di musica classica e ricordare poi ogni nota? La risposta è si” – ci spiega Marcella Bassanesi, Presidente de La sala dei Tanti e attrice-danzatrice della compagnia omonima – “Gli spettacoli sono infatti definiti concerti animati, perché in essi nessun’arte è al servizio di un’altra, ma tutte costruiscono insieme un tessuto unico, concertando teatro, musica dal vivo, danza, mimo, testi recitati e luci”.

Le “Note di Arlecchino”, per la regia di Gianni Coluzzi, si incentra principalmente su una sinergia teatro-­musica che unisce due importanti tradizioni della cultura italiana: le maschere della Commedia dell’Arte e la musica del Cinquecento.
Sul canovaccio delle maschere – l’innamorato Arlecchino, la scaltra Colombina, il vanaglorioso bullo Capitano, l’invidiosa Strega – si costruisce un avvincente percorso interattivo che utilizza, oltre alle consuete prassi teatrali, tecniche cinematografiche quali movimenti in camera lenta, fermo immagine, parallelismo di scene.

palazzina_liberty_630a.jpg

Lo spettacolo è attraversato da una forte valenza pedagogica, poiché le maschere rappresentano, secondo una voluta stereotipia ereditata dal Rinascimento, la natura dei sentimenti che proprio in gioventù dominano e affiorano nell’essere umano: l’amore, la gelosia, l’invidia, la tracotanza, la paura.

Ad accompagnare “Le note di Arlecchino” è la Civica orchestra di fiati di Milano, il complesso bandistico nato nel 1859, due anni prima dell’Unità d’Italia e oggi fra i più importanti nel panorama nazionale. In programma brani di celebri compositori rinascimentali quali Claudio Monteverdi (1567-1643), John Dowland (1563-1626), Giovanni Gabrieli (1557-1612), Michael Praetorius (1571-1621), Samuel Scheidt (1587-1654) e di altri meno noti quali Tielman Susato (1510/15-1570), Fabrizio Caroso (1526-31-1605 ca.), Giorgio Mainerio (1535-1582), Giovanni Giacomo Gastoldi (1555-1609).
Le musiche, arrangiate da Marcela Pavia per quintetto di ottoni e percussioni, si rifanno a partiture originali, ma sono anche frutto di elaborazioni firmate da compositori contemporanei.

palazzina_liberty_musica_450.jpg

SCHEDA SPETTACOLO

LA SALA DEI TANTI e CIVICA ORCHESTRA DI FIATI DI MILANO
Le note di Arlecchino
Canovaccio di commedia dell’arte
Musiche di C. Monteverdi, G. Mainerio, F. Caroso, G.G. Gastoldi, S. Scheidt, T. Susato, G. Gabrieli, M. Praetorius, J. Dowland, arrangiate per quintetto di ottoni e percussioni
Gianni Coluzzi, regia
Marcella Bassanesi, Gianni Coluzzi, Silvia Ferretti, Sasha Oliviero, attori
Marcella Bassanesi, danzatrice
Emanuele Cavalcanti, luci
Civica Orchestra di Fiati di Milano
Marcela Pavia, direzione musicale e arrangiamenti
Ingresso unico: € 8

15 marzo – ore 9:30
Palazzina Liberty in Musica
Largo Marinai d’Italia, Milano

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI
+39 338 2377008 | [email protected]

PALAZZINA LIBERTY IN MUSICA

Comune di Milano | Cultura
Settore Spettacolo, Ufficio Musica
Comunicazione
Telefono +39 02 884 62330 – 62003
[email protected]
www.palazzinalibertyinmusica.it

palazzina_liberty_630b.jpg

Testo e immagini dal Comune di Milano

Write A Comment

Pin It