INAUGURATA OGGI AL MUSEO DEL GIOIELLO DI VICENZA “GIOIELLI E AMULETI. LA BELLEZZA NELL’ANTICO EGITTO” 

·     Fino al 7 maggio 2023 nello spazio museale che IEG gestisce con il Comune di Vicenza, in Basilica Palladiana, oltre ottanta manufatti che testimoniano il rapporto quotidiano degli antichi Egizi con la bellezza e l’ornamento

·     Curata del Museo Egizio, la mostra è collaterale de “I creatori dell’Egitto eterno” e integra la proposta culturale e artistica cittadina anche con laboratori didattici a tema per famiglie

·     Il Museo del Gioiello veicolo di promozione dell’arte orafa e di coinvolgimento delle nuove generazioni verso l’eccellenza del territorio

www.museodelgioiello.it

Vicenza, 22 dicembre 2022 – È stata inaugurata stamani al Museo del Gioiello di Vicenza la mostra temporanea “Gioielli e Amuleti. La bellezza nell’Antico Egitto”, nata dalla collaborazione tra Italian Exhibition Group – che gestisce con il Comune di Vicenza il prestigioso spazio museale all’interno della Basilica Palladiana – e il Museo EgizioAperta al pubblico da domani al 7 maggio 2023 , la mostra racconta attraverso un’ottantina di manufatti e alcuni frammenti il rapporto quotidiano degli antichi Egizi con la cura del corpo, la bellezza, la moda e l’ornamento.

Curata dal direttore del Museo Egizio Christian Greco con la collaborazione dei curatori Paolo Marini e Cédric Gobeil, “Gioielli e Amuleti. La bellezza nell’Antico Egitto” è collaterale alla mostra in Basilica “I creatori dell’Egitto eterno”, e offre un ulteriore livello di lettura sullo stile di vita degli abitanti di Deir el-Medina, villaggio in cui vissero gli artigiani più apprezzati dell’epoca a cui risalgono le tombe reali della Valle dei Re e delle Regine.

Monili utilizzati come ornamento per ostentare lo sfarzo, amuleti dal valore magico e apotropaico, oggetti per la cosmesi e l’igiene. L’esposizione è organizzata in quattro sezioni che offrono l’occasione di ammirare alcuni reperti mai esposti prima. Particolarmente innovativa è la sezione dedicata a KHA e MERIT, coppia illustre vissuta 3600 anni fa che ancora riposa avvolta dalle bende, i cui sarcofaghi furono rinvenuti dal celebre archeologo torinese Ernesto Schiaparelli nel 1905. È la tecnologia, con radiografie e stampe 3D, a svelare oggi, agli occhi dei visitatori del Museo del Gioiello, il loro ricco corredo funebre.

Al Museo del Gioiello la mostra Gioielli e Amuleti. La bellezza nell’Antico Egitto, curata da Christian Greco, direttore del Museo Egizio
Al Museo del Gioiello la mostra Gioielli e Amuleti. La bellezza nell’Antico Egitto, curata da Christian Greco, direttore del Museo Egizio

Dopo i saluti di Marco Carniello, Global Exhibition Director Jewellery & Fashion di IEG, il sindaco di Vicenza Francesco Rucco ha dichiarato: 

“A conferma che la grande mostra in Basilica sull’antico Egitto è stata curata nei minimi dettagli arriva un’esposizione collaterale in grado di aumentare il fascino e la bellezza di questa straordinaria civiltà del passato che ancora oggi sa sbalordire e incantare. Un’appendice che offrirà la possibilità di vedere da vicino le capacità artistiche degli artigiani di migliaia di anni fa, proprio qui nella terra vicentina patria di orafi e gioiellieri. È anche un’occasione per valorizzare, ancora una volta, il Museo del Gioiello, prestigioso spazio museale di Italian Exhibition Group, gestito in collaborazione con il Comune di Vicenza. Un evento che consente di arricchire la già ampia offerta del circuito museale cittadino che tante soddisfazioni ci sta dando in questo 2022 in termini numerici per quanto riguarda i visitatori, superiori anche al periodo pre Covid. Ringrazio il presidente di IEG, il direttore del museo e tutti coloro che hanno lavorato per il raggiungimento di questo importante risultato”.

Ha sottolineato il direttore del Museo Egizio Christian Greco: “La mostra ‘Gioielli e Amuleti. La bellezza nell’Antico Egitto’ è frutto di una collaborazione sinergica che ha mosso i primi passi nei nostri magazzini torinesi. Con piacere oggi presentiamo al pubblico questi tesori, accompagnati nell’allestimento da alcune scene tratte da pitture parietali e papiri antico egiziani che li mostrano nel loro contesto d’uso”.

Per il curatore Paolo Marini: “Gli ornamenti e gli amuleti selezionati per il Museo del Gioiello nascondono, nella loro minuzia, un valore inimmaginabile oggi. Essi non sono solo la rappresentazione di uno status symbol o la manifestazione della perizia tecnica egizia, ma esprimono anche i sentimenti, i timori e le speranze di un popolo antico attraverso la scelta di forme e materiali dai forti valori simbolici e performativi. Nelle quattro sezioni proposte nel percorso espositivo, questi monili ci parlano di bellezza, cosmesi, religione e magia, ambiti dai limiti indefiniti e lontani dalle categorizzazioni moderne”.

“Siamo felici di aprire le porte del Museo del Gioiello ai vicentini e ai turisti in arrivo in città e presentare il risultato della bella collaborazione con il Museo Egizio – ha evidenziato Michela Amenduni, direttore gestionale del Museo del Gioiello e responsabile marketing Jewellery & Fashion di Italian Exhibition Group -. Il Museo del Gioiello nasce infatti per arricchire e ampliare l’offerta culturale e artistica del Comune e di Vicenza e questo progetto si colloca esattamente in questa prospettiva. Inoltre, assieme a IEG e Vicenzaoro, rappresenta un omaggio all’eccellenza orafa del territorio ed è riferimento per l’intero settore. Grazie a proposte didattiche e laboratoriali mira infatti a coinvolgere sempre di più le nuove generazioni nell’affascinante mondo dell’arte orafa”.

Marco Carniello – Global Exhibition Director Jewellery & Fashion di IEG, Michela Amenduni – direttore gestionale del Museo del Gioiello e responsabile marketing Jewellery & Fashion di Italian Exhibition Group,  Simona Siotto – assessore alla cultura Comune di Vicenza, Francesco Rucco – Sindaco di Vicenza, Christian Greco – direttore del Museo Egizio, Paolo Marini – curatore del Museo Egizio e della mostra

“Gioielli e Amuleti. La bellezza nell’Antico Egitto” sarà al centro dei prossimi laboratori per famiglie in programma al Museo del Gioiello (prenotazioni già aperte per “Nefer = bello”, mercoledì 28 dicembre, 15:30 – 17:00).

Già parte del circuito dei musei vicentini visitabili con il biglietto unico Vicenza Card, il Museo del Gioiello si inserisce sinergicamente nell’offerta culturale e artistica di valorizzazione del territorio del Comune di Vicenza. Nelle nove sale tematiche è allestita la permanente “Gioielli Italiani” che celebra le migliori storie orafe nazionali con pezzi iconici che esprimono la creatività e l’abilità di artisti, artigiani, designer e maison da tutti i distretti orafi della penisola: Vicenza, Valenza, Arezzo e Torre del Greco.

Orari di visita Museo del Gioiello: dal martedì al venerdì dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 18:00, sabato e domenica dalle 10:00 alle 18:00. Maggiori informazioni su www.museodelgioiello.it.

FOCUS ON ITALIAN EXHIBITION GROUP
Italian Exhibition Group S.p.A., società con azioni quotate su Euronext Milan, mercato regolamentato organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A., ha maturato negli anni, con le strutture di Rimini e Vicenza, una leadership domestica nell’organizzazione di eventi fieristici e congressuali e ha sviluppato attività estere – anche attraverso joint-ventures con organizzatori globali o locali, come ad esempio negli Stati Uniti, Emirati Arabi Uniti, Cina, Messico, Germania, Singapore, Brasile – che l’hanno posizionata tra i principali operatori europei del settore.

 

Testo e immagini dall’Ufficio Stampa Fondazione Museo delle Antichità Egizie di Torino.

Dove i classici si incontrano. ClassiCult è una Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Bari numero R.G. 5753/2018 – R.S. 17. Direttore Responsabile Domenico Saracino, Vice Direttrice Alessandra Randazzo

Write A Comment

Pin It