PREMIO STREGA RAGAZZE E RAGAZZI 2022: LE TERNE FINALISTE

Strega ragazze e ragazzi 2022 terne finaliste
Premio Strega Ragazze e Ragazzi 2022: le terne finaliste

Roma, 27 settembre 2022. Il Comitato scientifico del Premio Strega Ragazze e Ragazzi – presieduto da Giovanni Solimine e composto da Marco Bartolomucci, Laura Bellacicco, Flavia Cristiano, Fabio Geda, Grazia Gotti, Maria Greco, Martino Negri, Elena Pasoli, Ilaria Tagliaferri e Virginia Tonfoni – annuncia le terne finaliste della settima edizione per le categorie di concorso: 6+, destinata a lettrici e lettori dai 6 ai 7 anni; 8+, dagli 8 ai 10 anni; 11+, dagli 11 ai 13 anni.

I libri selezionati nelle tre categorie, in modo diverso, spalancano una finestra sulla meraviglia e sulla complessità di quell’avventura che noi chiamiamo vita. – dichiara Fabio Geda – E lo fanno raccontando storie appassionanti, che si muovono in modo sinuoso tra magia e realtà.”

Ecco le terne finaliste con le motivazioni del Comitato scientifico.

Categoria 6+

  • David Almond, La guerra è finita, traduzione di Giuseppe Iacobaci (Salani). David Almond, uno degli scrittori più potenti e incisivi nel mondo dei libri rivolti ai ragazzi, ha dato vita a un racconto vibrante e denso di suggestioni, ambientato negli anni della prima guerra mondiale. I protagonisti sono due bambini apparentemente distanti ma in realtà uniti dallo stesso desiderio di incontro, salvezza, pace.

  • Lisa Lundmark, Jenny lo squalo, tradotto da Lucia Barni (La Nuova Frontiera Junior). Jenny è una bambina che in classe ama stare in silenzio, e in disparte. Si sente “squalo” e non “polpo”, e cerca invano di farlo capire al maestro. Solo la sua amica Amina sembra capirla, e quando stanno insieme ognuna può fare quello che più le piace. Una storia che racconta il tema delicato e complesso della riservatezza con grazia e ironia, dando voce ai bambini che, come Jenny, hanno desiderio e diritto di trovare spazio per la loro natura nella vita di ogni giorno.

  • Jane Riordan, Winnie Puh. C’era una volta un orsetto, tradotto da Giuseppe Iacobaci (Nord-Sud). Non è un’operazione semplice raccontare il prequel di un classico intramontabile come Winnie Puh: in questa storia l’amicizia tra il celebre orsetto, Christopher Robin e gli abitanti del Bosco dei Cento Acri è narrata con lieve tenerezza e grande attenzione al rispetto dello stile e delle atmosfere delle storie di Milne. Quando Christopher Robin chiede a Puh di ricordargli qualcosa del passato, a cominciare dal loro primo incontro, il lettore viene immediatamente accompagnato nel vivo di una storia affascinante e senza tempo, che lascia il segno.

Categoria 8+

  • Antonia Murgo, Miss dicembre e il Clan di luna (Bompiani). Un romanzo d’esordio che gioca con il fantastico e la letteratura classica, che i ragazzi possono incontrare con grande diletto e che anche gli adulti apprezzeranno. Un romanzo dunque per una doppia audience: il grande e piccolo lettore attratti dalla stessa magia del narrare con estro, mestiere e delicatezza.

  • Rieke Patwardhan, La banda della zuppa di piselli. Il mistero della nonna, tradotto da Valentina Freschi (Emons Edizioni). Infanzie tedesche contemporanee che includono bambine e bambini giunti dalla Siria. Un libro che tocca il tema dell’accoglienza e ci aiuta a comprendere, grazie alla irrinunciabile risorsa dell’amicizia, la condizione umana universale. Cambiare paesaggio, cambiare lingua, e a poco a poco trovarsi “a casa”. È così per l’infanzia di oggi come lo è stato per le generazioni passate.

  • Nadia Terranova e Mara Cerri, Il segreto (Mondadori Ragazzi). Ci vuole un talento maturo per dare voce a una protagonista che è al tempo stesso bambina e adulta. Adele è dolore, fatica, ma anche coraggio, consapevolezza, sguardo profondo sulla vita e sulla scrittura che sa mettere in scena la vita. Un lavoro davvero singolare, accompagnato dalla potenza visiva di Mara Cerri.

Categoria 11+

  • Francesco D’Adamo, Giuditta e l’orecchio del diavolo (Giunti Editore). Francesco D’Adamo orchestra con sensibilità una storia ambientata negli anni della lotta per la liberazione dal nazifascismo, esplora la memoria e la complessità di un passaggio fondante della nostra democrazia facendo emergere dalla pagina gli odori e i rumori della montagna, il freddo delle case e le relazioni tra i protagonisti. 

  • Enne Koens, Sono Vincent e non ho paura, tradotto da Olga Amagliani (Camelozampa). Il romanzo colpisce per la delicatezza e la precisione con cui scava dentro i meccanismi psicologici del bullismo. A convincere è la qualità della scrittura e l’accuratezza della struttura del romanzo, oltre che l’originale veste grafica in verde e nero creata dall’illustratrice Maartje Kuiper che rende il libro, nel suo complesso, un oggetto prezioso.

  • Elle McNicoll, Una specie di scintilla, tradotto da Sante Bandirali (Uovonero). Con ironia e delicatezza Elle McNicoll dipinge il ritratto di Addie, undicenne autistica costretta ad affrontare l’ostilità e la diffidenza della comunità in cui vive e dell’ambiente scolastico che frequenta. Un romanzo che appassiona, coinvolge e fa anche arrabbiare, ma senza mai rinunciare al sorriso. 

Il Premio Strega Ragazze e Ragazzi viene assegnato a libri di narrativa pubblicati in Italia anche in traduzione. Alla scadenza del termine delle candidature, il 28 febbraio scorso, gli editori hanno inviato 26 proposte per la categoria 6+, 37 per la categoria 8+ e 48 per la categoria 11+.

I libri finalisti saranno ora letti e votati da una giuria composta da oltre 2.000 ragazze e ragazzi fra i 6 e i 13 anni di età, appartenenti a 152 gruppi di lettura presso scuole e biblioteche in Italia e all’estero (Monaco, Offenbach am Main, Parigi, Saint-Germain-en-Laye, Vienna).

La cerimonia di proclamazione dei vincitori avrà luogo alla Fiera del Libro di Roma, Più Libri Più Liberi, che si terrà dal 7 all’11 dicembre 2022. Vincono il premio, offerto da Strega Alberti Benevento, gli autori più votati dalle scuole per ciascuna categoria di concorso. Nel caso in cui le opere più votate siano in traduzione, sono previsti premi di pari entità per i traduttori, offerti da BolognaFiere.

BPER Banca consegnerà nell’occasione due premi in denaro, destinati all’acquisto di attrezzature scolastiche, rispettivamente a una scuola che compone la giuria della categoria 6+ e a una della categoria 8+ per le originali attività di lettura svolte a partire dai libri finalisti. Sarà premiato inoltre uno studente della giuria 11+ per la migliore recensione a un libro finalista nella propria categoria di concorso.

Grazie alla rinnovata collaborazione con IBS.it La Feltrinelli, sponsor tecnico del Premio, ciascuno dei giovani giurati ha ricevuto un buono del valore di 5 euro per l’acquisto dei libri selezionati, mentre le scuole coinvolte riceveranno una copia dei libri in gara e dei vincitori a sostegno delle biblioteche d’istituto.

Il 23 marzo, nell’ambito della Bologna Children’s Book Fair, è stato conferito per la prima volta il premio alla migliore narrazione per immagini: tra i 42 titoli proposti dagli editori, è risultato vincitore Peter Van den Ende, autore di Il viaggio (Terre di mezzo).

Per il premio al migliore libro d’esordio è stata proclamata vincitrice il 20 maggio, in occasione del Salone Internazionale del Libro di Torino, Antonia Murgo, autrice di Miss Dicembre e il Clan di luna (Bompiani).

Il Premio Strega Ragazze e Ragazzi è promosso da Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e Strega Alberti Benevento, organizzatori del Premio Strega, con il Centro per il libro e la lettura e Bologna Fiere-Bologna Children’s Book Fair, in collaborazione con BPER Banca e IBS.it La Feltrinelli.

Testo e immagine da Fondazione Maria e Goffredo Bellonci.

Dove i classici si incontrano. ClassiCult è una Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Bari numero R.G. 5753/2018 – R.S. 17. Direttore Responsabile Domenico Saracino, Vice Direttrice Alessandra Randazzo

Write A Comment

Pin It