24 Marzo 2016
800px-Innenhof_des_Palazzo_della_Sapienza
Per la settimana prossima, si segnalano i seguenti eventi di carattere culturale presso l’Università La Sapienza a Roma (ove non indicato diversamente):

Seminario/Politica
Il Bel Paese e la Costituzione più bella del mondo
mercoledì 30 marzo 2016, ore 11.00
aula Mauro Wolf
sede di via Salaria 113/117
Mercoledì 30 marzo si tiene il quinto ed ultimo appuntamento del ciclo di seminari “Sistemi politici comparati” organizzato dal dipartimento di Comunicazione e ricerca sociale e dalla Fondazione Nova Spes. L’incontro, dal titolo “Il Bel Paese e la Costituzione più bella del mondo”, prevede un dibattito sul modello italiano, le sue peculiarità e le affinità con i maggiori sistemi politici occidentali. Intervengono Marcello Fedele, Michele Prospero e Paola Marsocci della Sapienza. Il seminario è riconosciuto dall’Ordine dei giornalisti del Lazio per l’acquisizione dei crediti formativi obbligatori.
 
 
Riforma del Senato e del titolo V della Costituzione?
mercoledì 30 marzo 2016, ore 15.00
sala delle Lauree – edificio di Scienze politiche
piazzale Aldo Moro 5, Roma
Mercoledì 30 marzo, presso l’Edificio di Scienze politiche, il master in Istituzioni parlamentari “Mario Galizia” per consulenti d’assemblea diretto da Fulco Lanchester, propone il seminario “Riforma del Senato e del titolo V della Costituzione” nell’ambito del ciclo di incontri Costantino Mortati “Seminari di studio sulla riforma costituzionale”. Introduce il dibattito Ugo De Siervo, già Presidente della Corte Costituzionale.
 
 
Seminario/Comunicazione
Digital Humanities and Electronic Literature: an interdisciplinary investigation?
mercoledì 30 marzo 2016, ore 15.00
laboratorio 2 – dipartimento Istituto italiano di studi orientali Iso
via Principe Amedeo 182b, Roma
giovedì 31 marzo 2016, ore 10.00
Centro studi americani
via Caetani 32, Roma
Mercoledì 30 e giovedì 31 marzo si tengono i seminari “Humanities and Electronic Literature: an interdisciplinary investigation” di Mauro Carassai della California State University Northridge. Durante i due incontri Carassai presenta e indaga argomenti del settore DH- Digital humanities e New media: dalla Literacy alla Electracy, dal digital al digitized, dai testi e-born ai generi e-lit, hypertexts, interactive fiction, poetry and narrative generators, locative narrative; multimodalità, woven communication, distant reading, algorithmic criticism, Voyant, Twine, Pechakucha.
 
 
Seminario/Cultura classica
Saffo e la sua mamma (e l’edizione alessandrina)
giovedì 31 marzo 2016, ore 11.00
aula Partenone – Museo dell’arte classica – edificio di Lettere
piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma
Giovedì 31 marzo, presso il Museo dell’arte classica, si tiene il seminario dal titolo “Saffo e la sua mamma (e l’edizione alessandrina)”. L’incontro, promosso dal dipartimento di Studi greco-latini, italiani, scenico-musicali, è tenuto da Camillo Neri dell’ Università di Bologna. Attraverso l’analisi di alcuni carmi saffici di argomento familiare, il seminario intende approfondire una serie di riflessioni sul ruolo e sulla funzione della famiglia nella poesia di Saffo e nell’edizione alessandrina.
 
 
Mostra/Libri
I libri che hanno fatto l’Europa. Manoscritti latini e romanzi da Carlo Magno all’invenzione della stampa
giovedì 31 marzo 2016, ore 12.00
biblioteca dell’Accademia Nazionale dei Lincei Corsiniana, Palazzo Corsiniana
via della Lungara 12, Roma
Giovedì 31 marzo, presso la biblioteca dell’Accademia nazionale dei Lincei Corsiniana, si tiene l’inaugurazione della mostra “I libri che hanno fatto l’Europa. Manoscritti latini e romanzi da Carlo Magno all’invenzione della stampa. Biblioteche Corsiniana e romane” organizzata dall’Accademia nazionale dei Lincei e dal dipartimento di Studi europei, americani e interculturali. Lo scopo della mostra è quello di rappresentare, attraverso alcune opere fondamentali e attraverso l’evoluzione della forma-libro, il comune percorso storico-culturale che ha portato dalla cultura e letteratura classico-cristiana e mediolatina, alla letteratura e cultura romanza e moderna e quindi alla cultura europea occidentale. L’inaugurazione è prevista alle ore 12, mentre l’apertura al pubblico è alle ore 18.
 
 
Conferenza/Storia
Civiltà del Messico pre ispanico
giovedì 31 marzo 2016, ore 15.00
aula di paleografia – edificio di Lettere
piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma
Giovedì 31 marzo la facoltà di Lettere e filosofia ospita il terzo appuntamento del ciclo di conferenze tenute dall’archeologo Leonardo Lόpez Luján dell’Instituto Nacional de Antroplogia e Historia, Museo del Templo Mayor. L’incontro dal titolo “La visión del tiempo y del espacio en la antigua ciudad de Teotihuacan” è promosso nell’ambito delle attività del dottorato di ricerca in Storia, Antropologia, Religioni e degli insegnamenti di Urbanistica antica e Storia delle religioni. L’iniziativa, che rientra negli accordi di cooperazione tra la Sapienza e gli enti di ricerca archeologica e antropologica del Messico (Unam e Inah), è dedicato alla concezione del tempo e dello spazio a Teotihuacan, il centro urbano la cui civiltà ebbe larga influenza in tutto il Messico centrale un millennio prima dell’egemonia degli Aztechi.
 
Conferenza/Filosofia
Dalla Mneme al meme
giovedì 31 marzo 2016, ore 18.00
aula magna Regina Elena  
viale Regina Elena 295, Roma
Giovedì 31 marzo, presso l’aula magna di viale Regina Elena, la SSAS-Scuola Superiore di Studi Avanzati presenta la conferenza dal titolo “Dalla Mneme al meme. Funzioni biologiche della memoria sociale per la storia e la teoria delle immagini “. La lezione, tenuta da Andrea Pinotti della Università di Milano, rientra nell’ambito del corso interdisciplinare 2015-2016 “Memoria e Tempo” promosso dalla SASS.
 
Conferenza/Ingegneria
INgegneria INcontra 2016
giovedì 31 marzo 2016, ore 19.30
aula 1 – sede di Ingegneria – S. Pietro in Vincoli
via Eudossiana 18, Roma
Giovedì 31 marzo la facoltà di Ingegneria civile e industriale presenta “Il Tevere, Roma e i suoi ponti”, conferenza di Fabio Brancaleoni che propone una lettura della città di Roma vista attraverso i suoi ponti. Il seminario prevede un excursus che, partendo dalla formazione della valle del Tevere, esamina lo sviluppo urbano e la realizzazione dei primi attraversamenti, le tecniche costruttive e le caratteristiche dei ponti storici romani come le fondazioni e l’arco in muratura, il Tevere nella Roma medievale e rinascimentale, l’unità d’Italia e la protezione dal fiume con i “muraglioni”, i ponti dell’Ottocento e del primo Novecento, fino ai ponti moderni e quelli che potrebbero essere realizzati in futuro. L’incontro rientra nell’ambito del ciclo “INgegneria INcontra”, una serie di conferenze scientifiche divulgative dedicate a temi di attualità legati alle ricerche interne alla facoltà di Ingegneria.
 
Testi dall’Ufficio Stampa e Comunicazione Università La Sapienza di Roma.
Il cortile del Palazzo della Sapienza, foto di Anthony Majanlahti (antmoosehttp://www.flickr.com/photos/antmoose/14694803/), daWikipediaCC BY 2.0, caricata da Foundert~commonswiki.

Write A Comment

Pin It