19 Aprile 2015
[Dall’Abstract: ]Dall’analisi di manoscritti, reliquie, indulgenze, e persino una mitra di un vescovo, uno studio di Kathryn M. Rudy mette in evidenza come il cucire fosse un modo di permettere o intensificare lo scopo rituale degli oggetti, che si tratti di scopo cerimoniale, devozionale o di autorità. Mentre un discorso opera con l’espressione, le cuciture formano aggiunte visibili e spesso cerimoniose tra materiali, allo scopo di esaltare, abbellire, asserire e stratificare l’autorità, o avvolgere un oggetto nei tessuti come se si trattasse di una reliquia.
Lo studio “Sewing as Authority in the Middle Ages”, di Kathryn M. Rudy, è stato pubblicato sullo Zeitschrift für Medien-und Kulturforschung, Vol.6:1 (2015).
Link: Medievalists 1, 2; Academia.edu

Write A Comment

Pin It