GUILLAUME COTTRAU E LA NASCITA DELLA CANZONE NAPOLETANA

Mercoledì 31 ottobre ore 17, nel giorno anniversario  del 171° della morte di Guillaume Cottrau, alla Biblioteca Nazionale di Napoli, la musicologa Francesca Seller,  dialoga con Pasquale Scialò, autore della “STORIA DELLA CANZONE NAPOLETANA (1824-1931)” edizione Neri Pozza Milano, sul contributo  del compositore  nel dare origine alla canzone napoletana.

Guillaume Cottrau, giunto in giovane età  a Napoli , si appassionò alle tradizioni popolari ed alla riscoperta di antichi canti che trascrisse e arrangiò, con gusto squisitamente contemporaneo  e che andò pubblicando nella raccolta dei Passatempi Musicali, riscoprendo e reiventando un repertorio ricco e  prezioso come Lo GuarracinoFenesta ca luciveMichelemmà.  Passatempi musicali sono di fatto un punto di partenza per la nascita di  una nuova forma autonoma musicale in breve evolutasi in quella, che oggi consideriamo la forma “classica” della Canzone Napoletana.
L’incontro-conferenza rientra nella Stagione Concertistica 2018 ( XVII edizione) dell’Associazione  Ex allievi Del Conservatorio  di musica «S. PIETRO A MAJELLA»  di Napoli: presentano l’evento il direttore artistico Elio Lupi ed il direttore della Biblioteca Francesco Mercurio. Interventi  del pianista Francesco Pareti, della flautista Alessandra Catalano, del soprano Nunzia De Falco e del chitarrista Antonio Siano.
La Biblioteca nazionale offre l’emozione di  accedere  alla raccolta completa delle canzoni napoletane composte da Guglielmo Cottrau accedendo alla risorsa digitale
Guillaume Cottrau canzone napoletana passatempi musicali Biblioteca Nazionale di NapoliCome da MiBAC, redattrice Lidia Tarsitano