7 Gennaio – 6 Febbraio 2015
Zuni-girl-with-jar2
Una ricerca svolta dai ricercatori della Università dell’Arizona, Scuola di Antropologia, hanno esaminato il diverso approccio ad eventi catastrofici da parte delle comunità del Sud Ovest del Nord America, durante il periodo tra il 1200 e il 1450 d.C., caratterizzato da una grave siccità.
In questo periodo, alcune aree mantennero i loro livelli di popolazione (o addirittura li incrementarono), nonostante il decremento regionale. A reagire meglio furono quindi le comunità con reti sociali (analizzate grazie alle ceramiche) caratterizzate da connessioni più fitte con i vicini. L’eccezione sarebbe data dal gruppo degli Zuni, che però poteva contare su una vasta popolazione.
Lo studio “Are Social Networks Survival Networks? An Example from the Late Pre-Hispanic US Southwest”, di Lewis Borck, Barbara J. Mills, Matthew A. Peeples, Jeffery J. Clark, è stato pubblicato sul Journal of Archaeological Method and Theory.
 
Link: Journal of Archaeological Method and Theory; Past Horizons
Zuni girl with jar” (c.1903). Foto di Edward S. Curtis (This image is available from the United States Library of Congress’s Prints and Photographs division under the digital ID cph.3c12231), da WikipediaPubblico Dominio, caricata da Fito hg