Bulgaria: versi dell'Elegia alle Muse di Solone da un tumulo a Tatarevo

25 Settembre 2015
320px-Solon
Un'iscrizione del primo secolo d. C. è stata ritrovata su un antico contenitore in argilla, un balsamarium ritrovato quest'anno presso un tumulo trace a Tatarevo, nel sud della Bulgaria.
L'iscrizione risulterebbe contenere i versi della cosiddetta Elegia alle Muse di Solone, alle quali questi chiede felicità, buona fama e di essere dolce e degno di rispetto per gli amici, ma aspro e temibile a vedersi per i nemici. Gli studiosi ritengono l'iscrizione accidentale, dovuta alla pergamena che avvolgeva il contenitore.
Si tratta di un ritrovamento unico: è la prima volta che in Bulgaria si trova il testo di un simile lavoro letterario, e per di più in negativo, con le lettere al rovescio. Apparentemente, la figura lì seppellita aveva una rilevanza spirituale.
Traduzione e sintesi da Archaeology in Bulgaria, 1, 2.
Busto di Solone dal Museo di Napoli, foto da WikipediaPubblico Dominio, caricata da Kpjas.
 


Bulgaria: il più grande edificio dell'Età della Pietra da Durankulak?

21 - 26 Settembre 2015
1024px-Dobrich_Province_location_map.svg
Un complesso cultuale dell'Età della Pietra è stato scoperto presso il lago costiero di Durankulak, nella provincia bulgara di Dobrich. Il complesso, datato a 7500 anni fa, presenta quello che forse è addirittura il più vasto edificio dell'epoca mai ritrovato.
Gli scavi presso il sito, ribattezzato la "Troia di Dobrudzha", cominciarono dagli anni settanta del secolo scorso. I resti lì ritrovati appartengono alla fase Blatnitsa della Cultura Hamangia-Durankulak del Tardo Neolitico. Alcuni dei ritrovamenti sull'isola datano però al Paleolitico.
Link: Archaeology in BulgariaDaily Mail; Archaeology News Network.
La provincia bulgara di Dobrich, di NordNordWest, da WikipediaCC BY-SA 3.0, caricata da Пакко.


Bulgaria: maschera di satiro dall'emporion di Pistiros

20 Settembre 2015
1024px-Pazardzhik_Province_location_map.svg
Una maschera di satiro è stata rinvenuta nell'emporio greco di Pistiros, presso la città bulgara di Vetren, nella municipalità di Septemvri del distretto di Pazardzhik, situato nella parte meridionale della Bulgaria.
L'emporion era un insediamento avente natura commerciale, nel caso in questione fondato dai mercanti greci dell'isola di Taso nel quinto secolo a. C., che vide il suo apice sotto il Regno degli Odrisi, per essere distrutto attorno al 279-278 dai Celti.
Sintesi da Archaeology in Bulgaria.
La provincia di Pazardzhik in Bulgaria, di NordNordWest, da WikipediaCC BY-SA 3.0, caricata da Пакко.
 


Bulgaria: un tesoro di monete romane in argento da Serdica

4 - 5 Settembre 2015
1024px-Sofia_City_Province_location_map.svg
Un tesoro di 2976 monete romane in argento, datate tra il primo e il secondo secolo d. C., è stata scoperto dagli archeologi durante gli scavi delle rovine dell'antica città trace e romana di Serdica, presso la capitale Sofia.
Le monete sono state ritrovate all'interno di un contenitore ceramico, vicino la Cattedrale di Santa Domenica.

Traduzione e sintesi da Archaeology in Bulgaria. Link: Fanpage Fb del Sindaco di Sofia, Yordanka Fandakova; The History BlogNovinite.
La provincia della città di Sofia in Bulgaria, di NordNordWest, da WikipediaCC BY-SA 3.0, caricata da Пакко.


Bulgaria: cripta del quinto secolo dalla Fortezza di Zaldapa

6 Settembre 2015

Foto: Krushari Municipality
Foto: Krushari Municipality

La cripta data al quinto secolo, ed è stata ritrovata nel luogo più sacro della Basilica, lo spazio dell'altare. L'architettura della tomba sembra diversa da quella di qualunque altra cripta nel mondo Cristiano. Zaldapa era una delle più importanti città romane e bizantine nella tarda antichità, e la sua Basilica è parecchio impressionante. Il lavoro degli archeologi si è finora dedicato soprattutto alla rimozione dei preziosi frammenti in marmo e ceramici.
1024px-Dobrich_Province_location_map.svg
Si spera di scoprire il nome del santo: si suppone anche che si sia fatta irruzione nella Basilica ai tempi del Primo Impero Bulgaro, probabilmente attorno al decimo secolo.
Traduzione e sintesi da Archaeology in Bulgaria; Link: The Sofia Globe.
La provincia bulgara di Dobrich, di NordNordWest, da WikipediaCC BY-SA 3.0, caricata da Пакко.
 


Bulgaria: mosaici del quarto secolo da Serdica

27 - 28 Agosto 2015
1024px-Sofia_City_Province_location_map.svg
Un pavimento a mosaico di epoca romana, datato al quarto secolo d. C., è stato scoperto nel sito dell'antica città tracia e romana di Serdica (l'odierna Sofia). Composto con tessere di sei colori, al di sotto dello stesso vi è un ipocausto: l'umidità è la maggiore sfida da vincere per preservare le opere.
Link: Archaeology in Bulgaria; Novinite
La provincia della città di Sofia in Bulgaria, di NordNordWest, da WikipediaCC BY-SA 3.0, caricata da Пакко.
 
 


Bulgaria: tre antiche cisterne da Sozopol

21 Agosto 2015
Sozopol,_Bulgaria_-_panoramio
Tre cisterne d'acqua, la più antica delle quali data al terzo secolo a. C., sono state ritrovate presso la città di Sozopol, corrispondente all'antica colonia greca di Apollonia Pontica, nella provincia bulgara di Burgas.
Link: Archaeology in Bulgaria
Vista su Sozopol in Bulgaria, foto di SpaceControl da WikipediaCC BY 3.0, caricata da Panoramio upload bot.
 


Bulgaria: santuario trace al di sotto della Moschea Kurshum

3 - 8 Luglio 2015
800px-Kurshum-Mosque-Karlovo
Un antico santuario della Tracia (o forse addirittura una necropoli) è stato scoperto al di sotto delle fondamenta della Moschea di Piombo (Kurshum Dzhamiya) a Karlovo, nella provincia bulgara di Plovdiv. Il santuario risalirebbe al quinto - quarto secolo a. C. e al Regno degli Odrisi.
Link: Archaeology in Bulgaria; PanArmenian
La moschea Kurshum, costruita agli inizi del quindicesimo secolo, foto da WikipediaCC BY-SA 3.0, caricata da Edal (Edal Anton Lefterov).
 


Bulgaria: intrighi degli ultimi anni della dinastia dei Sapei da un'iscrizione

9 - 11 Luglio 2015
800px-Burgas_Archaeological_Museum_-_ancient_relief_-_horseman_-_P1020155
Ritrovata ad Aquae Calidae, nella città di Burgas sulla costa bulgara del Mar Nero, un'importante iscrizione che menziona la dinastia Sapea, l'ultima a governare in Tracia prima del suo divenire provincia romana.
L'iscrizione data agli anni venti o trenta del primo secolo d. C. Si tratta di un documento di grande importanza, perché fornisce informazioni sugli ultimi anni del regno degli Odrisi in Tracia.
Vengono citati Re Remetalce II (18-38 d. C.) e sua sorella Pitodoride II (o Pitodorida II, 38–46 d. C.) confermando che la regina Pitodoride era figlia di Re Cotys III (12-18 d. C.), a sua volta figlio di Re Remetalce I. Pitodoride II avrebbe perciò sposato il figlio dell'assassino di suo padre (e suo cugino), Remetalce III, del quale però ottenne l'uccisione nel 46 d. C. Alla morte di questi si creò un vuoto di potere e il Regno divenne Provincia Romana. Questo periodo di intrighi è anche narrato nel secondo libro degli Annales di Tacito.
Aquae Calidae era un santuario e centro termale, ma a quanto pare aveva anche importanza da un punto di vista amministrativo. Nel Medio Evo divenne poi nota come Termopili.
Link: Archaeology in Bulgaria; The History Blog
Un cavaliere dal Museo Archeologico di Burgas, foto da WikipediaCC BY-SA 3.0, caricata da e di Vmenkov
 


Bulgaria: laboratorio di strumenti litici da Kamenovo

25 Giugno 2015
1024px-Razgrad_Province_location_map.svg
Un laboratorio di strumenti litici, risalente al 4800 a. C. è stato ritrovato a Kamenovo, nella provincia bulgara di Razgrad.
Link: Novinite; Archaeology News Network
La provincia bulgara di Razgrad, di NordNordWest, da WikipediaCC BY-SA 3.0, caricata da Пакко.