Beni e prestigio nell'Età Vichinga

25 - 30 Settembre 2015
Wikinger
L'Età Vichinga (800-1050 d. C. circa) fu per gli Scandinavi pure un'epoca di maggiori contatti con altre nazioni. Una delle conseguenze di queste interazioni la si può verificare nell'aumento di beni importati, commerciati o saccheggiati. Oro, argento, gioielli, monete, vestiti costituivano sicuramente anche un elemento di prestigio per chi li possedeva.
Questo tema è stato esaminato come parte della tesi di dottorato di Hanne Lovise Aannestad, “Transformations. Reworking and use of imported objects in the Viking Age”, discussa all'Università di Oslo. Nello studio sono stati esaminati 350 oggetti che erano certo ostentati e visti come esotici. Talvolta persino la loro funzione originaria cambiava: potevano essere modificati per essere indossati e dunque esibiti. Gli oggetti potevano provenire dalle Isole Britanniche, dall'Europa Continentale, dall'Asia attraverso il Mar Baltico.
Link: Alphagalileo via Museum of Cultural History, University of Oslo; Heritage Daily; Past Horizons.
Danesi che invadono l’Inghilterra, illustrazione illuminata dal testo del dodicesimo secolo conservato nella Pierpont Morgan Library, la Miscellany on the Life of St. Edmund. Da WikipediaPubblico Dominio, caricata da Rdnk.


Le zanne di tricheco dietro la colonizzazione vichinga di Islanda e Groenlandia?

24 Settembre 2015
Noaa-walrus22
L'avorio delle zanne del tricheco e le corde prodotte con la pelle dell'animale erano delle merci molto richieste, mille anni fa. Ma lo erano al punto da determinare, da parte dei Vichinghi, la colonizzazione di Groenlandia e Islanda?
Gli Archeologi si pongono la domanda da anni. Un nuovo studio esamina la possibilità, chiedendosi: dove veniva catturato l'animale? Si consideri che, biologicamente, l'animale nelle due aree è identico. Gli autori hanno perciò utilizzato un metodo relativamente nuovo, e cioè quello di utilizzare lo stronzio per determinare i movimenti dell'animale: come si è già fatto per l'ormai celebre Ragazza di Egtved. Il metallo infatti si trasmette col cibo e l'acqua, e in molti paesi si presenta in modo diverso, permettendo così di ricavare ulteriori informazioni.
In Islanda, i ritrovamenti di ossa e avorio nei primi insediamenti vichinghi, nel sud est dell'isola, suggeriscono un notevole sfruttamento dell'animale. In Groenlandia (colonizzata tre o quattro generazioni dopo), la situazione è più complessa: si potrà capire l'importanza di queste attività analizzando i reperti prodotti in zanna di tricheco conservati nei vari musei.
Leggere di più


Scoperte 50 sepolture presso l'Abbazia di Westminster

23 Settembre 2015
Westminster-Abbey
L'Abbazia di Westminster rivela nuovi segreti: i resti di fino a 50 individui sono stati ritrovati tra le tubature di epoca vittoriana, durante gli scavi per la nuova torre gotica. Tra i vicini monaci c'era anche lo scheletro di un bambino di tre anni, in una bara in legno.
Link: The Guardian; Daily Mail
La facciata ovest dell'Abbazia di Westminster, foto di Σπάρτακος, da WikipediaCC BY-SA 3.0, caricata da J-Ronn.
 


Velikaya, la più antica strada di Mosca

23 Settembre 2015
Moscow_ViewOfKremlin_V45
Dissotterrata nel distretto di Zaryadye la più antica strada di Mosca, presumibilmente datata al dodicesimo secolo e chiamata Velikaya ("la grande").
La strada avrebbe collegato il vecchio Cremlino e un molo al fiume Moscova.
Link: The Moscow Times; RT
Panoramica del Cremlino, foto da WikipediaCC BY-SA 3.0, caricata da e di Ludvig14.
 


Inghilterra: sviluppi sulle due sepolture a Nether Heyford

Settembre 2015
800px-Northamptonshire_UK_locator_map_2010.svg
Le due tombe del quinto e sesto secolo, scoperte presso Whitehall Farm, a Nether Heyford nel Northamptonshire, potrebbero gettare luce sul periodo.
La tomba dell'adolescente data infatti al 480 d. C. circa, 50 anni dopo che l'esercito Romano aveva lasciato quelle terre. Contiene grani di collana ed è rivolta sull'asse est-ovest, come da tradizione cristiana.
L'uomo, sepolto al più tardi al 570 d. C., era invece un soldato invasore, del quale si è ritrovato l'umbone dello scudo e resti di una cintura.
Link: BBC News
Il Northamptonshire, da WikipediaCC BY-SA 3.0, caricata da e di Nilfanion (NilfanionOrdnance Survey OpenData: County boundaries and GB coastline National Geospatial-Intelligence Agency Irish, French and Isle of Man coastlines, Lough Neagh and Irish border).


50esimo Congresso Internazionale dei Medievalisti

14 - 17 Maggio 2015
Il Cinquantesimo Congresso Internazionale dei Medievalisti ha avuto luogo dal 14 al 17 Maggio. Medievalists propone una lunga carrellata di tweet sull'hashtag #Kzoo2015. Ne proponiamo una selezione qui, molti di più sul loro sito ai link indicati.
Leggere di più


Cucire come segno di autorità nel Medio Evo

19 Aprile 2015
[Dall'Abstract: ]Dall'analisi di manoscritti, reliquie, indulgenze, e persino una mitra di un vescovo, uno studio di Kathryn M. Rudy mette in evidenza come il cucire fosse un modo di permettere o intensificare lo scopo rituale degli oggetti, che si tratti di scopo cerimoniale, devozionale o di autorità. Mentre un discorso opera con l'espressione, le cuciture formano aggiunte visibili e spesso cerimoniose tra materiali, allo scopo di esaltare, abbellire, asserire e stratificare l'autorità, o avvolgere un oggetto nei tessuti come se si trattasse di una reliquia.
Lo studio "Sewing as Authority in the Middle Ages", di Kathryn M. Rudy, è stato pubblicato sullo Zeitschrift für Medien-und Kulturforschung, Vol.6:1 (2015).
Link: Medievalists 1, 2; Academia.edu


Dodici scheletri in una sepoltura a York: si tratta di un'esecuzione?

27 Febbraio 2015
Ritrovati a York dodici scheletri, datati all'epoca della Guerra delle due rose. Potrebbe trattarsi di un'esecuzione di criminali o appartenenti alla fazione avversa, visto che i resti appartengono a maschi tra i 25 e i 40 anni, e alcuni riportavano fratture. Al contrario dell'usuale pratica cristiana, gli scheletri erano collocati insieme e non rivolti sull'asse Est - Ovest.
Link: BBC News; Culture24


"Manda altri calzini": conservazione e contesto delle lettere medievali

18 Ottobre 2014
640px-Codex_Manesse_Johannes_Hadlaub
Medievalists propone uno studio di una quindicina di anni fa, di Mary Garrison, che offre uno spaccato sulla vita nel Medio Evo. Vista la mancata conservazione di lettere informali, d'affari o d'amore, si riteneva infatti che determinati aspetti della comunicazione fossero lasciati all'oralità.
In realtà, il ritrovamento di questo genere di testi tra rifiuti o altro materiale di scarto permette di meglio comprendere la mentalità che influiva sulla scelta circa i testi meritevoli di essere conservati nell'Alto Medio Evo.Leggere di più


Antiche rappresentazioni su manoscritto di Stonehenge

16 Settembre 2014
Nei giorni scorsi si è molto parlato di Stonehenge, e delle nuove scoperte relative al sito.
British Library coglie l'occasione per proporre una selezione di immagini medievali che ritraggono il monumento: tra queste la più antica in assoluto, proveniente dal Roman de Brut di Wace, del secondo quarto del quattordicesimo secolo.
Si segnala anche la rappresentazione sul testo di Lucas de Heere, "Corte Beschryvinghe van England, Scotland, ende Irland, England (London)".
Link: British Library