3 Luglio 2015

LAPIS NIGER. ACQUISIZIONE DIGITALE DELL’ISCRIZIONE SACRA

bf3ce49cf4c94979b924dd528824b8f31e52c78

La tecnologia di nuova generazione del laser scanner CAM2 ARM sarà utilizzata per un’acquisizione digitale ad altissima precisione dell’iscrizione sacra presente nel santuario arcaico sottostante il Lapis Niger, al centro del Foro Romano.

L’operazione fa parte di un più ampio piano di lavoro per la documentazione scientifica di scavo presso il cantiere del Lapis Niger (acquisizione 3D tramite laser scanner, documentazione video-fotografica in alta definizione), svolta dalla Soprintendenza Speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l’Area Archeologica di Roma in accordo con Visivalab e Faro.
In questa occasione sarà utilizzata per la prima volta nel campo dei beni culturali, e in particolare per l’archeologia, la nuovissima apparecchiatura CAM2 ARM. L’intervento si inserisce in un programma diretto dall’archeologa Patrizia Fortini e dall’architetto Maddalena Scoccianti su uno dei luoghi simbolici della storia di Roma: il Comizio e l’area sacra del Lapis Niger, per secoli il centro della vita politica, religiosa e sociale della città.
La Soprintendenza Speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l’Area Archeologica di Roma in molte delle sue attività di restauro e tutela si avvale delle novità che offre la ricerca scientifica, sperimentandone la funzionalità in ambito archeologico: dalle tecniche digitali e informatiche, ai materiali schermanti usati per le astronavi, ai composti chimici, talvolta realizzati ad hoc con le università italiane e straniere.
Roma, 3 luglio 2015
fonte dati:
Soprintendenza Speciale per il Colosseo, Il Museo Nazionale Romano e l’Area Archeologica di Roma

Come da MIBACT, Redattore Renzo De Simone

Write A Comment

Pin It